Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Moderators: Hallenius, teo

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Sun 12 July 2020; 21:48

Orario attuale in Val Verzasca: https://www.fahrplanfelder.ch/fileadmin ... 62.321.pdf
Orario 2021 (progetto) che va a coprire maggiormente anche la fascia serale: https://www.progetto-orario.ch/fileadmi ... 62.321.pdf

A parte Corippo, mi sembra che più o meno tutti i centri abitati siano serviti da una fermata (comprese le famigerate cosiddette Maldive di Milano): https://s.geo.admin.ch/8a6fea151f

A titolo di paragone, ubicazione delle fermate nelle Centovalli: https://s.geo.admin.ch/8a6fec9abd
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Fri 14 August 2020; 23:11

Mah, sarà...

Verzasca: promosso l’Autopostale à la carte
Il London Taxi elettrico prenotabile via app è stato testato in Verzasca, nonostante un piccolo guasto è stato un successo
di
YL
5 ore fa
Condividi

Quattordici viaggi nelle zone discoste della Valle Verzasca in soli 2 giorni. A luglio, il London Taxi di Autopostale ha fatto il suo debutto sulle strade proprio in Ticino. Il riscontro a detta di Valérie Gerl portavoce di Autopostale è apparso molto positivo. L’App, ci riferisce la portavoce, ha funzionato molto bene, come pure il servizio dei veicoli elettrici, salvo un piccolo intoppo l’ultimo giorno dovuto ad un problema tecnico ai sensori, che però, proprio grazie alle prime prove su strada sembra essere stato risolto.

Soluzioni innovative nel servizio pubblico

Il nuovo progetto permette di effettuare la prenotazione del proprio viaggio grazie ad un app. Un sistema on-demand che mette a disposizione un taxi che effettua fermate mirate nelle zone in cui si trovano i clienti ed un servizio di car pooling, raggruppando in automatico più clienti in base a luogo ed orario. “Ci impegniamo per nuove soluzioni intelligenti all’avanguardia nel settore del servizio pubblico”, così ci riferisce la portavoce di Autopostale, aggiungendo che il loro primo intento è quello di soddisfare le esigenze dei comuni e dei cantoni, che puntano a coniugare efficienza e sostenibilità. London Taxi inserito all’interno del progetto complessivo “Masterplan Verzasca 2030”, ci spiega, “calzerebbe a pennello con il loro obbiettivo”, dando ai clienti e agli assuntori soluzioni personalizzate di trasporto pubblico efficienti e ecocompatibili.

Un’idea pe le regioni periferiche

I luoghi discosti delle valli non sono sempre facilmente raggiungibili, tanto più nelle ore notturne. I clienti hanno da tempo la necessità di un nuovo servizio che dia loro la possibilità di utilizzare i mezzi pubblici in maniera più efficiente, lo riferisce un’indagine condotta dal progetto MENTOR, che ha analizzato la rete dei bus locali. L’interazione dei nuovi taxi con il servizio di trasporto già esistente permette ad Autopostale di prolungare gli orari per la notte, evitando così costi ingiustificati nel dover aggiungere nuove corse con autobus di grandi dimensioni, visto che il numero di clienti durante la notte si riduce drasticamente rispetto a quello giornaliero. Inoltre la dimensione ridotta del mezzo, il sistema di carpooling e il veicolo elttrico, permettono anche di rimanere in linea con l’obbiettivo ecosostenibile di Autopostale.

Progetti futuri

Il progetto pilota non si ferma, la serie di prove con il London Taxi proseguirà ora in diverse altre località della Svizzera. “Utilizzeremo nuovamente il London Taxi dal 18 agosto a Briga-Glis, con il marchio Kollibri”, ci racconta Gerl. II taxi londinese sarà accessibile ad un prezzo di soli 4 franchi. Sarà testato negli orari notturni e grazie al sistema on-demand e ad un’interazione con il servizio di bus locali, verrà prolungato l’orario dei servizi dalle 21:00 fino alle 24.00.

https://www.ticinonews.ch/ticino/storie ... -GE3060080
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby luca » Sun 16 August 2020; 9:06

Partiamo da un presupposto:
I servizi a chiamata o i "microtransit" in generale ,sono cose di cui sento parlare tutti i giorni, e delle quali ho la nausea, e non ne posso più di sentirne parlare, almeno che un giorno io tocchi con le mie mani un grafico che mi dimostra inconfutabilmente che un servizio di microtransit che ha soppiantato un servizio tradizionale, funziona bene, si sostenta da se economicamente, e porta un numero di passeggeri tali o superiore rispetto al precedente servizio tradizione.
Sono possibilista, perché nella vita bisogna esserlo, e perché magari non me ne rendo conto, ma questi sistemi potrebbero fare parte del futuro (quanto mi costa dirlo), del resto penso che se fossi vissuto all'epoca dell'invenzione del tram-treno, ne avrei probabilmente detto le stesse cose, mentre oggi la trovo una cosa bellissima e una valida alternativa al tram o al treno in sé, ovviamente nei territori dove ha senso fare un tram-treno
Posto questo, vorrei fare notare agli utenti italiani, cioè quasi tutti, come da noi, si tirino fuori servizi a chiamata e cagate varie quando il trasporto pubblico semplicemente non funziona, e non funziona per motivi evidenti (tipo servizi urbani di medie cittadine che praticamente non esistono e girano per tre vecchiette che vanno al mercato) ,dunque il servizio a chiamata diventa un modo per eliminare totalmente quei brandelli di TPL precedentemente esistenti, pulendosi la coscienza. "Non è che abbiamo tolto l'autobus. Se vuoi, c'è il servizio a chiamata" , servizio che forse forse porterà dieci persone al giorno
Ora, ribadendo la mia diffidenza verso questi sistemi, volevo fare notare che nel sud della Svizzera, pochi chilometri da noi, il servizio a chiamata non sta soppiantando il TPL, ma sta espandendo l'arco di servizio, portando una vaga forma di TPL fino a mezzanotte, in posti arroccati sulle montagne, quelle stesse montagne sulle quali dal versante italiano viaggeranno tre o quattro coppie al giorno, che possibilmente verranno sostituite quanto prima da "servizi a chiamata" ,così ce ne liberiamo
Ultimamente ,vedendo come girano le cose, sono molto pessimista sull'Italia. Non è che non ci sia la capacità, è che non c'è la voglia di un bel niente. E questo è triste.
Mi trovo attualmente al lago, a qualche chilometro dal confine Svizzero, lungo la stessa strada, che dal lato svizzero ha un bus ogni ora
Dal lato italiano, ne ha sei coppie
Di cui due concentrate fra le 7 e le 8 e altre due alle 14, ultima alle 17
Non è questione di risorse, perché se si iniziasse a pensare ad un uso un po' intelligente delle risorse, invece di collegare direttamente punti A-B come nell' '800, magari non arrivi a farne uno ogni 60', ma già averne uno ogni 120', posti nelle ore "giuste", visto che anche i treni vanno ogni 120', mi sembra una cosa decisamente fattibile
Ma finché si continua a pensare che in pieno agosto in riva al lago non ci sia utenza per il TPL perché gli studenti non vanno a scuola, ragazzi, abbiamo voglia qui a fare tante belle discussioni filosofiche...
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9355
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)/Bolzano

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby S-Bahn » Tue 18 August 2020; 22:18

I servizi a chiamata potrebbero forse avere qualche minima chance di nicchia ma di fatto sono come dice Luca.
Un tipico utlizzo è per sostiture linee che si vorrebbero sopprimere ma l'utenza interessata non è proprio così esigua. Allora si mette un bel servizio "innovativo" a chiamata al posto della linea e nel giro di qualche mese si perde quasi tutta l'utenza e a questo punto si può finalmente togliere tutto con grande soddisfazione.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52616
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Fri 18 September 2020; 22:23

O 302 delle PTT della linea Berna-Zurigo Aeroporto (attiva negli anni '70 e soppressa nel 1980 con l'attivazione del collegamento ferroviario):

Image
https://commons.wikimedia.org/wiki/File ... 1-1977.jpg

Image
https://commons.wikimedia.org/wiki/File ... a_1974.jpg
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Sat 07 August 2021; 20:54

In servizio a Locarno (visto finora solo fermo, o in Largo Zorzi o, una volta, in un posteggio a Solduno):

Image
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby luca » Sun 08 August 2021; 14:46

Fa parte di quel progetto del taxi londinese per servire non so bene quale valle della zona di Locarno?
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9355
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)/Bolzano

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Sun 08 August 2021; 22:17

Sì, in Val Verzasca, anche se porta le insegne del Kollibri argoviese ( https://www.postauto.ch/it/kollibri ): https://www.postauto.ch/it/news/con-il- ... e-verzasca

In questo caso ignoro se venga utilizzato o se faccia solo pubblicità.
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Postauto-Car Postal-Autopostale-Auto da Posta

Postby Viersieben » Sun 26 June 2022; 19:32

Sprinter scoperto a Laax:

Image
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4123
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Previous

Return to Trasporti urbani all'estero

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests