ATM

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

Re: ATM

Postby S-Bahn » Fri 10 May 2019; 21:27

Stress test sostanzialmente superato nonostante una serie di acciacchi che erano indipendenti da Expo, erano cominciati prima e sono continuati dopo determinando la crisi.

Se per esempio, per guardare l'elemento di crisi più grave ma anche più facile da sistemare, resti senza personale due anni dopo Expo, l'esposizione non c'entra un tubo, anzi avrebbe dovuto aiutare ad accendere una spia di allarme che cocciutamente e stupidamente non si è voluta guardare. Quando ci hanno messo mano, a frittata ampiamente fatta, almeno questo aspetto l'hanno sistemato in sei mesi.
L'altro grande motivo, la scarsa manutenzione, viene da ben prima di Expo e con Expo è venuta maggiormente al pettine, ma non più di tanto. E' da quando esiste Trenord che diciamo che non è efficace, prima e senza cause scatenanti.

Tornando un attimo al comunicato di ATM sul bilancio e l'andamento dell'azienda, fa piacere (tranne ai portoghesi, ovviamente) il maggior contrasto all'evasione tariffaria.
Tuttavia più che fornire i dati sulle infrazioni contestate e i verbali eseguiti bisognerebbe fornire i dati sulle contravvenzioni effettivamente incassate e qui, da quel poco che ne so, i numeri sono più che imbarazzanti, salvo eventuale e gradita smentita, se veritiera.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51285
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: ATM

Postby dedorex » Mon 13 May 2019; 11:26

S-Bahn wrote:Crescita dell'utenza. Non è detto che continui ancora un incremento della stessa entità, ma non ci sono ragioni per pensare ad uno spike....

Che ci sia spazio ancora per la crescita credo siano tutti d'accordo, soprattutto confrontando con le altre realtà europee
A me fa particolarmente impressione l'accelerazione del 2018 perché, a parte l'apertura delle torri di Citylife, non vedo particolari fattori significativi: per questo mi chiedo se non ci sia stato ad esempio un cambio nella metodologia di rilevazione che abbia magari "riallineato" i dati concentrando tutto nel 2018.
Altri effetti che mi piacerebbe quantificare è la crescita di due segmenti che tipicamente usano più di altri i mezzi pubblici:
- i turisti
- i giovani residenti in città (leggevo che gli under 34 sono aumentati di oltre 50k unità negli ultimi anni)
Resta che se le linee metro "tradizionali" continuassero a crescere del 5% annuo, oltre alla 2, avremmo presto in crisi anche la 3
Comunque, fossero tutti questi i problemi...
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: ATM

Postby Lucio Chiappetti » Mon 13 May 2019; 14:48

Parzialmente OT.
1) Crescita dell'utenza generalizzata sia sul TPL urbano che extraurbano/ferroviario ?
2) Utenza con fluttuazioni sporadiche ?

Sul (2), stamattina M2 (pre-Loreto e Loreto-Piola) in post-punta era eccezionalmente affollata (e piu' incasinata che con gli Alpini), chissa' perche' ...

Sul (1) ieri ho preso a Lambrate il RE Milano-Verona delle 1133 ed era strapieno (forse per via dei gap di servizio alla mattina) e di gente che andava oltre Treviglio/Romano (incluso alcuni con dei mega-trolley tipo baule che ostruivano le porte di intercomunicazione, labellati BGY ... mica che quelli hanno fatto Orio-Centrale in bus per poi prendere un treno verso Brescia-Verona ?)
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 4886
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: ATM

Postby dedorex » Mon 13 May 2019; 18:18

Lucio Chiappetti wrote: Crescita dell'utenza generalizzata sia sul TPL urbano .../ferroviario ?
Qua dovrebbe rispondere Stagni, ma dalle ultime cifre che erano circolate, non mi ricordo crescite particolarmente significative per il ferroviario regionale

2) Utenza con fluttuazioni sporadiche ?
Fluttuazioni a mio avviso possono essere su qualche settimana, forse mese, ma su un anno ci dovrebbero essere ragioni particolari
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: ATM

Postby Carrelli1928 » Mon 13 May 2019; 18:22

Circa la M2, quella è una tratta che carica molto, soprattutto se si rimane nelle ultime carrozze considerato da dove arrivano i passeggeri da M1. È normale, trovandosi, da Centrale a Lambrate: una stazione importante, (un nodo del TPL), un interscambio con mezza Milano e soprattutto con M1, (un altro nodo del TPL) con università, un'altra stazione importante.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3634
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: ATM

Postby serie1928 » Tue 14 May 2019; 10:22

Carrelli1928 wrote:
serie1928 wrote:Anche una azienda sana non sarebbe sopravvissuta.


Su cosa ti basi per dirlo?

Sull'esperienza.
Una azienda, per quanto sana e efficiente, quando produce uno sforzo oltre il normale, anche oltre l'ordinario, per un periodo prolungato, se dopo non ha tempo per riprendersi e/o non vengono iniettate nuove risorse, va in disfacimento.
Questo è successo a clienti e fornitori, ma al contrario di Trenord, per evitare il collasso hanno ridotto la produzione, fermato impianti e fatto fare ferie, ben al di sotto del carico normale. Chi non lo ha fatto, presto o tardi ha chiuso baracca e bottega.
Trenord dopo Expo non ha avuto nessuna tregua, ne iniezioni di personale, ne di materiale rotabile (almeno lato socio TI). A questo si aggiunge che anche prima i Expo non fosse in piena forma, ma è riuscita comunque a sostenere lo sforzo. Nei 3 anni successivi ad Expo la curva di decadimento è stata ininterrotta, fino alle iniziative di Piuri e all'ordine di nuovi treni/accordi con TI.
Adesso il trend sembra essersi fermato. Speriamo anche che si inverta.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10742
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: ATM

Postby dedorex » Tue 14 May 2019; 11:03

Sembra che Trenord fosse una macchina che fai girare a mille senza fargli manutenzione fintanto che si spacca
Peccato che dopo Expo l'offerta è ovviamente scesa
Peccato che la decisione di non assumere personale fosse dell'AD e non imposto dalla Regione (ma forse aiutato dalla tipologia di bonus)
Peccato che non mettere in piedi un sistema di manutenzione adeguato è una carenza della dirigenza, non è imposto dalla Regione
L'unica cosa dove, forse, Trenord ha meno responsabilità è la scelta di ritardar l'acquisto dei treni, per finanziare autostrade (quasi inutili o meno)
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: ATM

Postby serie1928 » Tue 14 May 2019; 13:41

L'offerta dopo Expo è scesa ai valori "normali". Ma se già prima aveva dei problemi, dopo avrebbe dovuto scendere ben oltre il normale, cosa che ovviamente non si poteva fare.
Il "ritardo", sempre che di ritardo si possa parlare, nell'acquisto dei treni è di FNM. Essendo FNM controllata al 100% da RL, bisogna caprire dove sono le responsabilità.
La mancata assunzione di personale è ovviamente responsabilità di Trenord e della sua direzione, ma il fatto che durante Expo abbia operato al limite o oltre la capacità operativa è una responsabilità di RL e Trenord.
La mancata capcità manutentiva è colpa di Trenord, ma anche dello sforzo fatto per Expo e si torna al punto precedente.
Si conosceva lo stato operativo di Trenord prima di Expo? Presumo proprio di sì.
Per Expo non se ne è tenuto conto? Mi pare evidente dagli effetti verificatisi a lungo termine.
Dopo Expo se ne sono tratte le conseguenze? No, con responsabiltà di tutti, in primis di Trenord, ma con la complicità di RL e FNM.

L'amministrazione Maroni con l'assessore Sorte hanno rappresentato una cesura netta ed una discontinuità nella programmazione di investimenti e altro, di cui Trenord non poteva non subirne le conseguenze. Non ci fosse stato Expo avrebbe forse superato meglio tale amministrazione, ed oggi non solo ci sarebbero i nuovi treni, ma forse già nuovi servizi in fase di attauzione.

Qui sono da ricercare le differenze con ATM.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10742
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: ATM

Postby dedorex » Tue 14 May 2019; 15:03

Ma io contesto proprio quello tu esplicitamente affermi, ossa che il patatrac di Trenord sia figlio dell'aumento dei servizi dell'Expo. Gli effetti a lungo termine non sono quelli di Expo, ma quelli del mancato miglioramento dei processi di Trenord, in particolare manutenzione (storico) e blocco/insufficenti assunzioni (questo problema recente) e dallo stop degli investimenti in nuovo materiale. Lo sforzo di Expo forse, e ripeto forse, ha solo accelerato l'effetto.
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: ATM

Postby serie1928 » Tue 14 May 2019; 15:49

Il fattore "TEMPO" ha un ruolo primario nella analisi, l'accelerazione è causa primaria. EXPO avrebbe creato problemi anche se Trenord fosse stata "sana", ma non lo era. Le "magagne" originali senza Expo si sarebbero potute risolvere con una politica dei piccoli passi. EXPO lo ha reso impossibile.
Uno sforzo come Expo avrebbe richiesto la sussistenza di margini operativi (inesistenti), di azioni preventive e di azioni conclusive, che non sono state attuate.
E' evidente che le tesi sono opposte, Dedorex, ma non posso farci nulla: il risultato non cambia.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10742
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: ATM

Postby dedorex » Tue 14 May 2019; 17:10

Expo è finita nel 2015: Trenord è collassata nel 2018 e solo perchè gli hanno bloccato gli straordinari, sennò sarebbe andata ancora avanti. Dare la colpa allo sforzo di Expo è solo cercare delle scuse per giustificare degli amministratori incompetenti
Ripeto: il "camion" Trenord non si è fermato perchè è stato continuamente in strada, senza avere tempo o soldi per fare manuntenzione o cambiare i pneumatici. Si è schiantata perchè "l'autista" è stato tirato giù di guida visto che non faceva i riposi dovuti perchè l'AD dell'azienda voleva lucrare di più, perchè quando il "camion" si fermava per manutenzione non erano stati ordinati i pezzi di ricambio necessari (o le spazzole per pulire gli stessi mezzi) o perchè non era possibile "lavorare sulla motrice" perchè i mezzi fermi erano due e la "fossa" disponibile una sola perchè qualcuno prendeva bonus se la cassa era migliore, etc etc
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: ATM

Postby serie1928 » Tue 14 May 2019; 19:19

^^ Gli amministratori incompetenti lo sono comunque. Gli ultimi in ordine di tempo, al massimo, hanno voluto "pasteggiare" su un paziente già moribondo, dadogli il colpo di grazia.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10742
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: ATM

Postby Carrelli1928 » Tue 14 May 2019; 21:16

Direi che siamo tutti d’accordo sul fatto che Trenord abbia problemi molto seri, come siamo d’accordo che eventi del calibro di Expo possono mettere a dura prova l’organizzazione di mezzi e personale per un’azienda di trasporti.
Anche ATM ha dovuto scendere a compromessi: ha aspettato la fine di Expo per accantonare alcuni treni della metropolitana dopo l’arrivo di alcuni Leonardo (gli ultimissimi meccanici di M1 hanno circolato per quasi tutto il 2015), mentre in superficie la revisione delle 4900 è stata sospesa così da non avere nemmeno una vettura non a disposizione.

Ora, va detto che ATM è un caso speciale: come immagine generale (perché poi ha anche lei i suoi difetti) vediamo un’azienda non sana, di più.
Dunque, mi chiedo: esistono esempi di aziende di TPL “nella media” che abbiano dovuto fronteggiare scenari di questo genere?


Concentrandoci solo su Trenord, anche qui partirei da delle considerazioni su cui spero saremo tutti d’accordo e cerchiamo poi di capire meglio nei dettagli.
Sicuramente Trenord ha problemi con o senza Expo. Sicuramente Expo mette, se non in difficoltà, quantomeno sotto stress il TPL.
Quanto di ciò che va male in TN è correlato ad Expo?

Non dimentichiamoci che sono passati già tre anni e mezzo dalla fine dell’evento. Il problema del personale si sarebbe potuto risolvere senza problemi di tempistiche legate all’addestramento e poco male se per qualche mese o un annetto si avesse avuto un esubero, cosa che sta accadendo ora in MM senza che nessuno se ne lamenti. La questione degli acquisti di nuovo materiale era una necessità facilmente prevedibile, mentre la manutenzione di quello esistente è una costante.

La buona notizia è che la situazione sembrerebbe mantenersi stabile, senza peggioramenti. Questo mi fa sperare che, se si riuscissero a risolvere i problemi di personale e manutenzione, essi non si ripresenterebbero a breve.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3634
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: ATM

Postby S-Bahn » Wed 15 May 2019; 16:39

A parte che siamo nel topic di ATM e continuniamo a parlare di Trenord... comunque Expo ha certamente richiesto uno sforzo maggiore e ed è stata una difficoltà in più, comunque superata tutto sommato decentemente, ma non è la causa e nemmeno l'innesco dei problemi dell'azienda, anzi poteva essere una spia degli stessi e una motivazione ed una spinta a lavorarci sopra. Invece niente, superata la strettoia di Expo si è continuato ad andare storti fino a uscire di strada.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51285
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: ATM

Postby dedorex » Tue 21 May 2019; 10:39

dedorex wrote:
Lucio Chiappetti wrote: Crescita dell'utenza generalizzata sia sul TPL urbano .../ferroviario ?
Qua dovrebbe rispondere Stagni, ma dalle ultime cifre che erano circolate, non mi ricordo crescite particolarmente significative per il ferroviario regionale..

Stagni ha "risposto" e rivedo il commento: il dato 2018 vede i passeggeri giornaliere passare da 750 a oltre 800k con una crescita di circa il 7%!
http://www.stagniweb.it/doc/15_anni_ser ... urbano.ppt
I dati ferroviari, vista la metodologia con cui sono raccolti, sono potenzialmente sempre ballerini, ma una crescita corposa è sicuramente presente
User avatar
dedorex
 
Posts: 3784
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

PreviousNext

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests