Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby lineagialla » Fri 29 March 2019; 12:33

Avrebbero funzionalità equivalenti a quelle delle normali tessere in PVC. I chip RFID usati al giorno d'oggi (anche quelli nelle tessere) sono talmente piccoli da essere appena visibili, mentre il resto dello spazio della tessera è occupato dall'antenna. Questa però può comunque essere delle dimensioni di una moneta e funzionerebbe ugualmente bene, infatti esistono in commercio piccoli portachiavi NFC o addirittura braccialetti.
lineagialla
 
Posts: 11
Joined: Wed 09 January 2019; 15:36

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby S-Bahn » Fri 29 March 2019; 12:38

E suppongo che ovviamente vengano energizzati dal campo elettrico catturato dall'antenna...
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby lineagialla » Fri 29 March 2019; 12:44

Sì, questo in ogni caso.
lineagialla
 
Posts: 11
Joined: Wed 09 January 2019; 15:36

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 29 March 2019; 12:47

Il biglietto a banda magnetica contiene un numero di informazioni limitato, è poi la logica "di terra" a stabilire la reazione di tornelli e convalidatrici.
Bisogna capire quante informazioni ci stanno e quali sono strettamente necessarie ad un uso plurimo del carnet da più persone.
Immagino che il sistema "di terra" possa registrare 5 convalide sul medesimo titolo in un arco di tempo limitato e dalla stessa località (spero non debba essere per forza dal medesimo tornello), e di conseguenza gestire il medesimo flusso in uscita, magari senza neppure dover timbrare più volte in uscita: si inserisce il biglietto ed il tornello consente un numero di passaggi quante sono le persone. Idem nel caso di rientro in metropolitano o nel Passante: possono passare 5...4...3...2...1...blocco.
Non penso si possa fare a meno, alla prima validazione, di validazioni successive per tutti i passeggeri: serve una conta iniziale e non vedo altro modo.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10581
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby S-Bahn » Fri 29 March 2019; 13:01

Certo, bisogna sapere (dal numero delle timbrature) se stai convalidando il carnet, per una, due, tre o più persne.
Ma come col cartaceo dove timbravi tangi biglietti del blocchetto quanti te ne servivano. Sul carnet elettronico l'operazione è per forza strettamente seriale e va un attimo protetta dalla doppia timbratura accidentale, ma non impedito il passback, altrimenti non è più estensibile a più persone.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 29 March 2019; 14:27

Ovviamente il rischio di timbratura seriale per errore esiste. Ma è un rischio che vale la candela? E' qualcosa che deve essere prevenuta dal sistema (cosa che vedo difficile) o lasciata alla consapevole responsabilità dell'utente?
Un rimedio potrebbe essere quello che la seconda tibratura diviene impossibile se la persona non ha passato il tornello. Nelle convalidatrici sui mezzi di superficie non è possibile, ma il processo mi sembra abbastanza solido da avere sempre una sola tibratura: è la macchina ad inserire il biglietto ed espellerlo. Una persona dovrebbe reinserirlo dopo l'espulsione schiacciandolo dentro oppure con una azione volontaria di reinserimento. Nel secondo caso per la macchina è impossibile distinguere, ma capita realmente?

Quello che vedo impossibile da fare, è l'aggiunta di una nuova persona in un momento successivo: partono in tre ed alla fermata successiva (bus e tram) sale un nuovo membro del gruppo. Con il cartaceo bastava timbrare un altro biglietto, con il magnetico non puoi tenere aperta la "finestra temporale" per le timbrature di gruppo oltre un lasso che ne faccia presumere la volontà di farlo, 1 minuto?
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10581
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Carrelli1928 » Fri 29 March 2019; 14:34

Propongo un uovo di Colombo.
Visto che viviamo nell’epoca dell’IoT, non si potrebbe far sì che i biglietti magnetici si limitino ad avere un codice univoco senza significato e che siano poi tornelli ed obliteratrici a farlo corrispondere ad un archivio unico contenente tutti i dati, leggendo di che titolo si tratta e scrivendo ora e luogo della convalida? In un archivio contenibile in un floppy da 3,5’’ ci starebbero le informazioni attualmente scritte in più di 60’000 biglietti e sarebbero possibili più di 6x10^57 codici univoci.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby lineagialla » Fri 29 March 2019; 14:46

Sicuramente sarebbe il sistema più sicuro e più "comodo" da gestire una volta realizzato, ma connettere tutti i tornelli e tutte le validatrici a internet (oltre che realizzare l'infrastruttura server necessaria) è un lavoro davvero enorme. Per non parlare del fatto che potrebbero esserci momenti in cui la connessione non è disponibile (una congestione, un'interruzione temporanea, un bus che passa in una zona dove non c'è copertura) e i disagi sarebbero enormi
lineagialla
 
Posts: 11
Joined: Wed 09 January 2019; 15:36

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Carrelli1928 » Fri 29 March 2019; 14:50

Non necessariamente: infatti, potrebbe anche passare qualche minuto prima che la convalida venga effettivamente registrata, senza che ciò si possa nemmeno notare.
L’infrastruttura penso che in qualche modo debba parzialmente esistere, essendo i mezzi e le infrastrutture ATM già collegate ad una qualche rete per vari servizi (informazioni al pubblico, diagnostica di alcuni mezzi, alcune telecamere, etc.)
A proposito, la RCC come comunica?
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby lineagialla » Fri 29 March 2019; 15:13

In tal caso però, gestendo i controlli in maniera asincrona, verrebbe meno il senso dei tornelli dato che chiunque potrebbe potenzialmente passare con un biglietto non valido lasciando che il sistema "se ne accorga" quando è troppo tardi.
È vero che i mezzi sono già predisposti per connettersi in rete, ma non sono sicuro che l'infrastruttura esistente possa essere riciclata per altri scopi. Invece sono portato a pensare che qualche novità potrebbe arrivare con l'avvento delle reti 5G.
lineagialla
 
Posts: 11
Joined: Wed 09 January 2019; 15:36

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Carrelli1928 » Fri 29 March 2019; 17:43

Essendo i dati estremamente leggeri (192 bit a biglietto, 60mila biglietti in un floppy) ogni fermata potrebbe avere una copia dell’archivio da tenere aggiornata e da usare per verificare gli ingressi durante le eventuali brevi perdite di connessione.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 29 March 2019; 19:38

lineagialla e Carrelli1928: il sistema è già così. Tutti i tornelli, tutte le validatrici, tutte le DAB sono collegate in rete e scambiano informazioni tramite la centrale di controllo.
Le informazioni residenti sui biglietti magnetici non mi meraviglerei che fossero solo dei numeri seriali di sistema con la totalità delle informazioni a terra.
http://www.aep-italia.it/referenze-sistemi-old/atm-e-trenord-milano-italia/
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10581
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Astro » Fri 29 March 2019; 20:25

RATP stampa dieci biglietti e ha risolto il problema.
Astro
 
Posts: 3810
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Carrelli1928 » Fri 29 March 2019; 20:33

@serie: ma dai! Interessante.

@Astro: non mi sembra una grande "soluzione"... Sarebbe come se ATM decidesse di sostituire le Breda con centinaia di minibus: si può fare, ma non è efficiente e non risolve alcun problema.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 29 March 2019; 22:25

Carrelli1928 wrote:@serie: ma dai! Interessante.

Sei ironico?
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10581
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

PreviousNext

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests