Incidenti ferroviari

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Incidenti ferroviari

Postby Andmart » Wed 12 December 2018; 14:40

Depositata in procura la perizia sulle cause del deragliamento di Pioltello: https://milano.corriere.it/notizie/cron ... 4344.shtml

Evidenzio un passaggio:

Il quadro che ne esce, come chiarito anche da inquirenti e investigatori, è l’assenza di criticità su vagoni, carrelli e ruote e la presenza, invece, di «anomalie» sulla rete ferroviaria: «presenza di usura del piano delle testate, eccessiva luce tra le testate, scollamento tra le ganasce e le rotaie, presenza di battimento sulle traversine, scarsa rincalzatura»


Dove sono ora tutti quelli che già poche ore dopo il disastro erano certissimi che la colpa fosse del materiale rotabile (carrelli, bordini, sospensioni, ecc..)?
Dove sono tutti quelli che anche quando si era già più o meno fatto il punto sulla dinamica, continuavano a sostenere che il materiale rotabile era almeno una concausa?
Dove sono quelli di Business Insider che lato stampa hanno sostanzialmente addossato la responsabilità del disastro a TN?

Sia chiaro, non per difendere TN in senso assoluto, che di responsabilità di ben altri disastri ne ha molte (in primis l'aver sfasciato per incapacità gestionale il SFR lombardo), ma averle dato la colpa di Pioltello a caldo ed in assenza di elementi certi volendo nel contempo difendere ad oltranza il migliore GI del mondo non è stato affatto simpatico.
E forse anche la sovraesposizione mediatica sul tema della sicurezza da parte di TN, con inchieste psuedogiornalistiche che hanno presento lievi non conformità del materiale come mancanze gravi, ha contribuito a ridurre la disponibilità dei treni ed a sfasciare il servizio.
Andmart
 
Posts: 246
Joined: Tue 28 August 2007; 3:21

Re: Incidenti ferroviari

Postby S-Bahn » Wed 12 December 2018; 15:25

Insomma... un'azienda che ha fermo il 25% del materiale (contro una percentuale fisiologica con queste dimensione del parco rotabile di circa il 10%) non può dare la colpa, anche parziale, dello sfascio del servizio all'incidente di Pioltello e alla sovraesposizione mediatica.
In altre occasioni ho già detto che il gestore dell'infrastruttura è fortunato. Trenord va talmente male che nasconde in buona parte quanto va male RFI.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Incidenti ferroviari

Postby Andmart » Thu 13 December 2018; 16:45

S-Bahn wrote:Insomma... un'azienda che ha fermo il 25% del materiale (contro una percentuale fisiologica con queste dimensione del parco rotabile di circa il 10%) non può dare la colpa, anche parziale, dello sfascio del servizio all'incidente di Pioltello e alla sovraesposizione mediatica.


Perché no? Se dopo Pioltello l'ordine è fermare/limitare tutto anche alla più lieve non conformità, sai come ti sale la percentuale di materiale fermo/non utilizzabile?
Sia chiaro, è una mia idea. Però dopo Pioltello vedo molte meno ruote quadrate su materiale TN di quante non ne senta su TI (a parità di materiali!) e questa cosa mi fa pensare: prima la differenza non la coglievo...
E sulle ruote quadrate di TN dopo Pioltello sui giornali si è scritto un sacco (anche se erano state osservate su altri convogli e non su quello coinvolto nel disastro...), anche se poi si è dimostrato non c'entrassero nulla col sinistro specifico.
Andmart
 
Posts: 246
Joined: Tue 28 August 2007; 3:21

Re: Incidenti ferroviari

Postby Carrelli1928 » Thu 13 December 2018; 18:38

Non mi pare che una sfaccettatura possa provocare una strage. Potrei sbagliarmi, beninteso.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Incidenti ferroviari

Postby RuRu » Thu 13 December 2018; 21:50

Andmart wrote:vedo molte meno ruote quadrate su materiale TN di quante non ne senta su TI

Non so come sia la situazione su TI, ma io su TN in media trovo circa un treno su due con qualche limitazione di velocità, tant'è che tracce che sono sempre state larghissime (Lambrate-Bergamo) ora sono praticamente impossibili da tenere. È vero che prendo treni relativamente sfigati (DP), ma dire che fermano tutto alla minima non-conformità mi sembra azzardato...

Esempio: DP TN limitata a 80 (o 90? Non ricordo bene) in cui a momenti non riuscivo a sentire nemmeno cosa diceva la tizia seduta dietro di me, da tanto casino che faceva https://ufile.io/v0dl6
RuRu
 
Posts: 464
Joined: Sat 14 November 2009; 18:33

Re: Incidenti ferroviari

Postby S-Bahn » Thu 13 December 2018; 22:32

Le DP tendono a bloccare le ruote e a sfaccettare, così anche le PR, ma decisamente di più le MD che erano le vetture coinvolte nell'incidente di Pioltello.
Non tengo un conto preciso, ma una percentuale molto alta di carrozze su cui salgo, forse non il 50% ma non molto meno, produce rumore di sfaccettatura, a volte minimo, a volte marcato, su almeno un asse.

Sull'incidente di Pioltello era giusto essere prudenti nei giudizi (come molti ma non tutti hanno fatto) ma era anche normale pensare ad un cedimento del carrello o di una ruota almeno come possibile concausa.
Non è stato evidentemente questo il caso ma ci sono precedenti di ruote rotte che autorizzavano ad avere qualche sospetto. Una ruota sfaccettata produce ad ogni giro una martellata più o meno forte sulla ruota stessa e sul carrello. Se non si passa dal tornio per mesi si può arrivare a cicli di centinaia di migliaia di martellate che proprio bene non fanno, nemmeno all'acciaio, tant'è che le ruote decisamente sfaccettate impongono limitazioni di velocità.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Incidenti ferroviari

Postby Carrelli1928 » Fri 14 December 2018; 1:00

Problemi al carrello? Da una ruota sfaccetata? Hai idea dei colpi che si prendono le sale sulle giunzioni e sui cuori dei deviatoi e quanto questi siano smorzati già dalla sospensione primaria?
Per non parlare di quando si correva a 160 su rotaie non saldate.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Incidenti ferroviari

Postby S-Bahn » Fri 14 December 2018; 10:07

Eppure ci sono state delle rotture di ruote...
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Incidenti ferroviari

Postby Andmart » Fri 14 December 2018; 10:26

Tipicamente per difetti di fusione delle stesse. C'è un interessante inchiesta di DIGIFEMA su quanto occorso alla ruota di un carro e sulla causa derivante appunto da problemi di fusione della stessa.
Andmart
 
Posts: 246
Joined: Tue 28 August 2007; 3:21

Re: Incidenti ferroviari

Postby LUCATRAMIL » Fri 14 December 2018; 15:53

In caso di disastro, di infrastruttura, della Nazionale Azzurra, di quella Rossa, della Pellegrini ecc., tutti gli italiani diventano immediatamente esperti e attaccano con "lo sapevo", "disastro annunciato" "la colpa è di tizio"; E i giornalisti se ne fanno un baffo della cronaca oggettiva e dicono la loro, ben sapendo di pilotare le menti, anzichè di educare alla valutazione oggettiva.
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3448
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Incidenti ferroviari

Postby Carrelli1928 » Sat 15 December 2018; 11:16

Più che dire la loro, i giornalisti cercano lo scandalo, che attira l’attenzione.
Fatto questo, si preoccupano di generare un po’ di sano terrorismo mediatico: ogni volta che succede un disastro di qualche tipo, ogni minima idiozia finisce nel mirino della stampa. Ne volete un esempio? Ecco qui:

Incidente di Viareggio, 29/6/‘09
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Inciden ... _Viareggio
Rischio disastro del treno del GPL che va contromano”, 30/8/‘16
https://www.google.it/amp/brescia.corri ... 0_amp.html


Non ha importanza che l’articolo, letto fino in fondo, descrive il politico di turno come un idiota. Quanti leggono per intero gli articoli, in particolare su internet?
Poi ci sono loro. I politici. Già...

Alla fine della catena del terrorismo mediatico (che per inciso è il motivo per cui chi fa le foto ai treni è pericoloso e vuole dirottarli sul Pirelli), chi c’è? La gente, ovviamente, che abbocca. Per inciso, non crede a tutto, no no. Solo ai propri beniamini, figuriamoci se proprio loro gli mentirebbero!


Poi ci siamo noialtri, che attendiamo, senza nascondere una forte curiosità, i risultati delle indagini. Che spesso non vengono nemmeno resi pubblici, in parte perché sarebbero troppo tecnici per essere compresi dai più, in parte perché la gente aveva già capito tutto e non serve spiegarglielo a un anno dall’incidente, quando ormai questo è già stato dimenticato.
"Quando le immagini dei boat people vengono rese pubbliche da Tiziano Terzani il 15 giugno 1979, invece di aggiungersi al dibattito globale di opinionisti e intellettuali impegnati a decidere se salvare dei profughi di un regime comunista sia un messaggio capitalista o no, Pertini capisce che ogni minuto conta, chiama Andreotti e dà ordine di recuperarli e portarli in Italia."
Da Quando negli anni ’80 la marina militare italiana riuscì a fare l’impossibile
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3462
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Incidenti ferroviari

Postby RuRu » Fri 21 December 2018; 20:48

RuRu wrote:su TN in media trovo circa un treno su due con qualche limitazione di velocità, tant'è che tracce che sono sempre state larghissime (Lambrate-Bergamo) ora sono praticamente impossibili da tenere.

Ecco, per esempio stasera 10809/4933 (che usciva da Fiorenza!) limitato a 100 km/h e stamattina 2603/1786 addirittura a 80 km/h... Alla faccia dei "regioexpress"!
RuRu
 
Posts: 464
Joined: Sat 14 November 2009; 18:33

Re: Incidenti ferroviari

Postby S-Bahn » Wed 02 January 2019; 13:01

Incidente abbastanza strano in Danimarca.
Alcuni teloni che ricoprono i camion su un treno merci colpiscono un treno AV che incrocia sull'altro binario.
Il bilancio è al momento di 6 morti.

https://www.corriere.it/esteri/19_genna ... 1eb7.shtml
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50852
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Incidenti ferroviari

Postby Coccodrillo » Wed 02 January 2019; 22:12

Che ricordi anche l'incendio del tunnel del Sempione del 2011 era stato causato da teloni rotti (che avevano toccato la linea aerea) di semirimrochi telonati su un treno merci.
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13413
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)


PreviousNext

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests