Trasporti durante emergenza COVID-19

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby jumbo » Wed 28 October 2020; 12:01

Magari si potevano anche scaglionare veramente gli orari di ingresso a scuola.
Ho sentito di presidi contrari alla DAD perchè loro avevano già predisposto scaglionamenti di 5 minuti all'ingresso delle classi, risolvendo forse il proprio problema particolare di assembramenti all'entrata, e lasciando intatto il problema globale dell'affollamento dei trasporti pubblici.
jumbo
 
Posts: 9278
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Trullo » Wed 28 October 2020; 12:25

"scaglionamento" vuol dire fare tipo dalle 7 alle 12 oppure dalle 11 alle 16, e magari usare anche il sabato e la domenica. Se per non chiudere dobbiamo fare questo, meglio questo
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26679
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby S-Bahn » Wed 28 October 2020; 12:27

Cambiare gli orari della città è un bel ragionamento, ma attenzione, questi orari nel tempo si sono assestati secondo una logica che non va ignorata con pressati dall'emergenza.
Di questo si è discusso nei decenni senza venirne sostanzialmente a capo. Cambiare in quattro e quattro otto non è che funzioni. Per esempio l'idea di posticipare di un'ora l'ingresso degli studenti non fa che peggiorare quasi sempre le cose sovrapponendosi alla punta impiegatizia. Sull'urbano di Milano sicuramente ma anche fuori.
L'Agenzia 1, la chiamo così, ha invece svolto durante l'estate un grosso livello di concertazione con le scuole nella parte fuori milano per alcuni spostamenti di orario in modo da mitigare il più possibile il problema affollamento, anche con qualche rinforzo mirato.
Sul carico della rete con la conversione ad elettrico invece vengono fatte ipotesi e proiezioni. C'è lavoro da fare ma non sembra che ne derivi un impatto enorme, anche perché la riconversione non sarà di tutto e non subito.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52109
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Trullo » Wed 28 October 2020; 12:30

Il problema dell'elettrico non e' tanto il carico della rete quanto la congestione. Un'auto elettrica, sia ferma sia in movimento, occupa lo stesso spazio di una a combustibile fossile

E gli orari della citta'... siamo in guerra, e in guerra si fanno cose che in tempo di pace non si fanno. E la gente andava a scuola anche sotto i bombardamenti


Lucio Chiappetti wrote:Non so se sia piu' il rischio di contagio sul metro affollato ma caldo, o quello di rompersi una gamba camminando al buio sul bagnato con occhiali appannati o senza vedendoci come il palo della banda dell'Ortica.

In alcuni paesi della bergamasca o del cremonese nel solo mese di marzo sono morte tante persone quante in tutto il 2019
Ecco, se magari si ricominciasse a usare i propri piedi per tutti gli spostamenti dove questo e' fattibile (magari in un momento di emergenza aumentando anche la soglia psicologica di quanto siamo disposti a camminare per adeguarla alla situazione) sicuramente daremmo una bella mano a ridurre la congestione
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26679
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby jumbo » Wed 28 October 2020; 12:42

Trullo wrote:Il problema dell'elettrico non e' tanto il carico della rete quanto la congestione. Un'auto elettrica, sia ferma sia in movimento, occupa lo stesso spazio di una a combustibile fossile

E gli orari della citta'... siamo in guerra, e in guerra si fanno cose che in tempo di pace non si fanno. E la gente andava a scuola anche sotto i bombardamenti


Lucio Chiappetti wrote:Non so se sia piu' il rischio di contagio sul metro affollato ma caldo, o quello di rompersi una gamba camminando al buio sul bagnato con occhiali appannati o senza vedendoci come il palo della banda dell'Ortica.

In alcuni paesi della bergamasca o del cremonese nel solo mese di marzo sono morte tante persone quante in tutto il 2019
Ecco, se magari si ricominciasse a usare i propri piedi per tutti gli spostamenti dove questo e' fattibile (magari in un momento di emergenza aumentando anche la soglia psicologica di quanto siamo disposti a camminare per adeguarla alla situazione) sicuramente daremmo una bella mano a ridurre la congestione

Ricordo poi che attualmente è obbligatorio indossare la mascherina all'aperto quando si passa vicino ad altre persone. Se si cammina al buio sul bagnato e non ci sono persone nelle vicinanze, si può abbassare e gli occhiali si spannano, e quando la rimetti su naso e bocca ci vuole qualche secondo prima che si ri-appanni.
jumbo
 
Posts: 9278
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Lucio Chiappetti » Wed 28 October 2020; 13:28

Esattamente quello che faccio con la mascherina ... ma e' abbastanza penoso.

LUCATRAMIL wrote:i mezzi di superficie viaggian semivuoti ...
Il mio assistito non si riferiva al metro, che tutti sappiamo essere abbastanza pieno

E a me sta bene che i mezzi di superficie siano semivuoti (ma direi i bus, NON le linee di forza tranviarie, dove fra l'altro i tram a piano ribassato sono meno adatti a favorire il distanziamento) cosi' sono piu' sicuri ... ma in tanti casi restano comunque non attrattivi per la minore frequenza e velocita'
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5129
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Trullo » Wed 28 October 2020; 13:48

Anche l'uscire da casa prima e il rientrare dopo rientrano nei piccoli sacrifici che si fanno (si dovrebbero fare) volentieri per cercare di mantenere una vita il piu' possibile normale anche in na situazione cosi' difficile
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26679
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby luca » Wed 28 October 2020; 14:12

Lucio Chiappetti wrote:Che cosa vuol dire "non sapere prendere i mezzi" ?

Aspettare a una fermata un bus che passa ogni 11 min (noto divisore di 60 come sapevano i Babilonesi) per fare 2-3 fermate a piedi che ci si mette di meno?
Prendere il metro per magari un paio di fermate quando tra scendere e risalire ci si mette di piu' che a prendere un tram (se non lo si dovesse aspettare)?
Aspettare un sostitutivo bus affollato in caso di guasto del metro, quando esistono valide soluzioni di backup usando le linee di superficie esistenti?

Si, mi riferivo esattamente a queste cose
Specialmente l'affollare le metropolitane per tratti brevi/sostituibili con tempi di percorrenza pari se non addirittura inferiori ,con altri mezzi
Per esempio, oggi ho fatto Garibaldi-Domodossola FN col 10, e ci ho messo pochissimo, forse meno ancora che con M5, fra scendere in stazione e risalire all'arrivo


LUCATRAMIL wrote:i mezzi di superficie viaggian semivuoti ...
Il mio assistito non si riferiva al metro, che tutti sappiamo essere abbastanza pieno
E a me sta bene che i mezzi di superficie siano semivuoti (ma direi i bus, NON le linee di forza tranviarie, dove fra l'altro i tram a piano ribassato sono meno adatti a favorire il distanziamento) cosi' sono piu' sicuri ... ma in tanti casi restano comunque non attrattivi per la minore frequenza e velocita'


Esattamente ciò di cui parlavo
E per quanto riguarda le linee di forza... Ultimamente trovo vuote anche 16 e 92 ,purtroppo...
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9014
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Lucio Chiappetti » Wed 28 October 2020; 14:30

luca wrote:E per quanto riguarda le linee di forza... Ultimamente trovo vuote anche 16 e 92 ,purtroppo...

"ultimamente" non lo so, sono due settimane che ho soppresso l'uscita del sabato per motivi personali, ma appena prima il 15 e il 3 mi parevano piu' affollati del desiderabile (per mancanza di alternative? se non si vuole considerare tale la 79).

Trullo wrote:Anche l'uscire da casa prima e il rientrare dopo ...

Mah io in realta' esco dopo e rientro forse prima per evitare potenziali affollamenti.
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5129
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby S-Bahn » Wed 28 October 2020; 17:33

Trullo wrote:Il problema dell'elettrico non e' tanto il carico della rete quanto la congestione. Un'auto elettrica, sia ferma sia in movimento, occupa lo stesso spazio di una a combustibile fossile

Si stava parlando di sostenibilità della produzione e distribuzione di energia con le previste elettrificazioni del parco circolante.
Non è che mi dive dire ;-) che è da cialtroni dire che il cambio di tecnologia del motore risolve problemi di mobilità. Casomai risolve problemi di emissioni, che a Euro 6d non sono più nemmeno un problema.

Trullo wrote: E gli orari della citta'... siamo in guerra, e in guerra si fanno cose che in tempo di pace non si fanno. E la gente andava a scuola anche sotto i bombardamenti

In emergenza si può fare quello non si può fare in tempi ordinari, ma poi si fanno le minchiate. Quello degli orari della città è veramente un tema molto complesso. Si deve essere consapevoli che ogni modifica con l'intento di risolvere un problema ne crea un altro. Bisogna sempre verificare che il danno prodotto non superi il beneficio. Cosa che in genere non è, si fanno più danni di quanti se ne risolvano. Il tentativo di passaggio per le scuole dall'ingresso alle 8 alle 9 ne è un semplice e rozzo esempio.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52109
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby jumbo » Wed 28 October 2020; 17:39

Dalle 8 alle 9 è uno sfasamento inutile. Almeno le 10 se non addirittura al pomeriggio.
jumbo
 
Posts: 9278
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Trullo » Wed 28 October 2020; 18:09

Si il problema e' che poi piu' sposti in avanti l'apertura piu' ti sovrapponi alla punta serale con la chiusura. Non ci sono soluzioni facili a problemi complessi.
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26679
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby luca » Wed 28 October 2020; 18:18

Per quanto riguarda le scuole, 10-16 può essere un ottimo compromesso, o 7:30-12:30, anche se rischi una sommossa
L'unica cosa che secondo me non andava fatta, era portare l'ingresso alle 9, cioè quello che hanno fatto
Se prima avevi un minimo di distinguo anche nella punta del mattino, un 7-7:30 di prevalenza studentesca, un 7:30-8:00 di delirio, e un 8-8:45 di punta lavorativa, adesso gira tutto sulla fascia 7:30-8:45, direi geniale
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 9014
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Fibolz » Wed 28 October 2020; 18:46

Posticipando di parecchio l'ingresso (diciamo alle 10, che da un punto di vista organizzativo sarebbe ottimale) si finisce per invadere l'orario di pranzo con le lezioni. Non so se esistano limiti sulla fascia oraria e/o sugli spazi necessari a scuola, ma credo che qualche problema si ponga.
Dove ho visto degli scaglionamenti importanti (Luino) mi sembra che siano anche stati compressi i tempi delle lezioni, per poter stare entro un orario di uscita ragionevole anche con il secondo turno (che faceva 10-14).
Fibolz
 
Posts: 2593
Joined: Fri 18 December 2009; 14:00
Location: Milano

Re: Trasporti durante emergenza COVID-19

Postby Lucio Chiappetti » Wed 28 October 2020; 19:31

Posso solo dire che quando andavo alle medie e certi anni di liceo erano normali i doppi turni (certe classi sempre al mattino e certe al pomeriggio). Ci sarebbe la sovrapposizione di meta' utenza con la punta mattutina o serale ma l'altra meta' si distribuirebbe a centro giornata
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5129
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

PreviousNext

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 9 guests