Page 69 of 69

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Sun 28 October 2018; 18:58
by lico
per piazza 5 Giornate c'è poco da fare se non si vogliono spendere soldi (l'ideale è interrare l'asse della cerchia dei Bastioni). A costi limitati si potrebbe lavorare con l' intelligenza semaforica: il 9 avrebbe la priorità ma sia il 12 che il 27 vengono seguiti per fare in modo che riescano nella maggior parte dei casi ad attraversare l'intera piazza con un unico verde. Per il 19 direzione Lambrate andrebbe spostata la fermata in viale Premuda, riducendo notevolmente i tempi per girare intorno alla piazza.
Andrebbero rimossi anche quei due- tre posti auto disegnati all'angolo tra corso XXII Marzo e viale Premuda che creano disagi e rimosso il rosso semaforico in entrata sempre su viale Premuda sostituendolo con delle lanterne a giallo lampeggiante a protezione del verde pedonale, cosa che hanno fatto in entrata su corso XXII Marzo (modificati appena poche settimane dopo la realizzazione).

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Mon 29 October 2018; 0:19
by skeggia65
serie1928 wrote:
skeggia65 wrote:
serie1928 wrote:In tempi moderni basta una doppia luce gialla, lampeggiante alternativamente, con la sagoma del tram che si accende quando il tram si avvicina. E magari con avviso acustico.

A quel punto tanto vale mettere un semaforo che dia il rosso ai pedoni quando si avvicina il tram.

No, non serve. Non serve un sistema di protezione che nessuno rispetta, un segnale imperativo che fa perdere altro tempo ad uno dei due flussi. Serve solo un richiamo all’attenzione dei pedoni e la cosa si autoregola. E serve soltanto se non bastano le strisce pedonali a ottenere altrettanto.
Stiamo parlando di un attraversamento pedonale di linea tramviaria affiancata da due carreggiate veicolari, e mi domando se il semaforo serva pure per queste.

Assolutamente no.
Nessun flusso perderebbe tempo, se il semaforo fosse lampeggiante tranne che in presenza del tram.
Tram assente = luce gialla lampeggiante = flusso pedonale libero.
Tram in arrivo e in transito = luce rossa ai pedoni, via libera al tram.
Ci sono diversi esempi di semafori simili, pedonali a chiamata. Per quale motivo non dovrebbe funzionare per un incrocio tram/pedoni?

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Mon 29 October 2018; 14:47
by LUCATRAMIL
In Olanda es. Rotterdam quasi tutti gli incroci ed attraversamenti sono presidiati dal lanterne lampeggianti e scampanellanti al passaggio del tram, vedi cabride

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Mon 29 October 2018; 15:47
by serie1928
skeggia65 wrote:Assolutamente no.
Nessun flusso perderebbe tempo, se il semaforo fosse lampeggiante tranne che in presenza del tram.
Tram assente = luce gialla lampeggiante = flusso pedonale libero.
Tram in arrivo e in transito = luce rossa ai pedoni, via libera al tram.
Ci sono diversi esempi di semafori simili, pedonali a chiamata. Per quale motivo non dovrebbe funzionare per un incrocio tram/pedoni?

Per favore, usiamo i segnali quando servono e come servono.
Se non c'è il tram il semaforo deve essere spento, punto e basta. Se poi al suo arrivo vadano accese le luci gialle lampeggianti o messa il "via impedita" con il semaforo rosso, dipende esclusivamente dalla natura ed eventualità del rischio.
Fatto è che quella situazione, come la maggiorparte degli attraversamenti pedonali di sedi tramviarie, non richiede la protezione dell'intersezione mediante segnali imperativi, basta la reciproca attenzione. Ed è il mio pensiero. Potrebbero pure bastare le trisce pedonali per regolare l'incrocio dei pedoni con il tram.
Ad ogni modo, il semaforo rosso ha sempre un tempo di latenza che fa perdere tempo rispetto alla normale gestione delle precedenze tra flussi di traffico. Tanto o poco, ma c'è.

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Mon 29 October 2018; 15:54
by serie1928
LUCATRAMIL wrote:In Olanda es. Rotterdam quasi tutti gli incroci ed attraversamenti sono presidiati dal lanterne lampeggianti e scampanellanti al passaggio del tram, vedi cabride

In Germania anche attraversamenti pedonali "non protetti da segnale opto-acustici" è consentito persino sulle ferrovie, a specifiche condizioni prevista dalla normativa: linee secondarie, con non più di 2 treni all'ora e velocità max.80km/h. Il treno ha ovviamente l'obbligo di usare il fischio. L'attraversamento è protetto dalle semplici "croci di sant'andrea", ed eventualmente da labirinti per i pedoni per evitare un attraversamento diretto.

Il labirinto può essere anche una soluzione alternativa alle luci gialle da me suggerite, ma non deve essere possibile aggiraralo, cosa che avverrebbe puntualmente nella situazione in oggetto.

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Mon 29 October 2018; 16:57
by Carrelli1928
Ho visto attraversamenti ferroviari simili anche in Polonia.

Il problema è che a Milano il tram non ha mai la precedenza, figuriamoci se riesce a guadagnarsela sulle strisce pedonali.

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Tue 30 October 2018; 0:56
by Trullo
serie1928 wrote:In quelle situazioni che descrivi spesso mi chiedo se un semaforo sia veramente necessario.

Mi sono spesso posto la stessa domanda

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Tue 26 February 2019; 15:02
by LUCATRAMIL
ma il PUM quando hanno inenzione di metterlo in atto? La ridistribuzione delle linee filobus dovrebbe essere la cosa più semplice. Nel PUM non ho trovato traccia del prolungamento 24.

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Tue 26 February 2019; 16:13
by trambvs
credo sia legata al completamento della preferenziale in viale Umbria
comunque il PUMS è poco più di un libro dei desideri, salvo i piccoli interventi a costo zero o poco più...

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

PostPosted: Tue 26 February 2019; 19:35
by fra74
E tra l'altro ci sono non pochi conflitti tra quanto previsto dal PUMS e quanto dal programma dei servizi di bacino dell'Agenzia...