Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby Carrelli1928 » Fri 26 October 2018; 17:44

Vedi, anche l'idea che basta aggiornare la tecnologia del semaforo, senza riconsiderare i flussi di traffico...


Naturalmente un asservimento “secco” rischierebbe di generare più danni che altro, soprattutto in certi incroci. Questo non significa però che l’obiettivo non si possa raggiungere anche con tecnologie più semplici ed economiche di quelle considerate.
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3364
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Fri 26 October 2018; 18:55

Non mi riferisco ad un "asservimento secco", non sia mai, roba medievale. Mi riferisco ad una completa ristrutturazione della intersezione, aggiungendo o togliendo o spostando corsie, svolte, isole, marciapiedi, ecc.. Analizzando l'intersezione per tutti flussi di traffico, scegliendo quali mantenere e quali eliminare o modificare, togliendo o spostando o semplificando i punti di conflitto.
Prendi piazza 5 giornate: si sono limitati a sostituire i binari, e qualche aggiustamento ai circuiti dei semafori. Invece avrebbero dovuto stravolgere quel "accrocchio", anche a costo di irrigimentare i flussi auto attorno all'obelisco (a solo titolo di esempio). Non dico che si sarebbe potuto fare, dico che si sarebbe dovuto studiare attentamente prima di intervenire, prendendo di considerazione tutta l'area circostante che risente degli effetti dell'impianto.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby Carrelli1928 » Fri 26 October 2018; 20:41

Non conosco tanto bene i flussi di traffico riguardanti V giornate. Avresti specifiche modifiche da consigliare?
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3364
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby S-Bahn » Fri 26 October 2018; 22:14

Una nota sull'asservimento.
Vero che in certe situazioni l'asservimento "secco" non è proponibile, ma su frequenze non esasperate e con incroci non particolarmente critici rimane una soluzione semplice, funzionale e niente affatto temibile.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50682
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby skeggia65 » Sat 27 October 2018; 0:56

Astro wrote:Se proprio vuoi cercare un qualcosa a costo relativamente basso potresti pensare ad asfaltare il marciatram tra Ponzio e Valvassori Peroni e spostarvi il bifilare della 93, che la sera è sempre bloccata nel traffico.

Per "marciatram" intendi la sede tranviaria?
Sicuro del costo basso?
Devi probabilmente allargare l'interbinario (i filobus e i bus sono più larghi dei tram, per potersi incrociare hanno bisogno di maggiore spazio.
Devi sicuramente allargare l'interbinario in corrispondenza delle fermate, altrimenti la banchina risulterebbe troppo distante dai tram, se adatta ai bus.
Devi quindi sostituire le rotaie, soprattutto se ora sono prive di controrotaia.
Devi probabilmente irrobustire la sede, il peso assiale dei bus grava più dei tram sulla strada.
Devi sostituire tutto il complesso di cavi, tiranterie, isolanti e pendini che sostengono linea di contatto tranviaria e bifilare.
E non è detto che i filari di alberi possano restare dove sono, in caso di spostamento dei filobus in preferenziale.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15124
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Sat 27 October 2018; 8:20

Carrelli1928 wrote:Non conosco tanto bene i flussi di traffico riguardanti V giornate. Avresti specifiche modifiche da consigliare?

No, era solo un esempio. Il punto è che manca un piano, uno studio, una strategia. ATM ha sostituito i binari, il comune ha imposto l’asfalto rosso, qualcuno ha suggerito un dettaglio diverso, ma nulla di approfondito.
Ad ogni modo posso osservare che V giornate ha flussi disordinati (tranne il tram ovviamente) in cui singole corsie hanno spazio di attraversamento per due salvo poi restrigersi di nuovo ad uno. Ad esempio: chi da Porta Vittoria attaversa la piazza può affiancarsi “a due” , tagliare i binari, bloccarli per svoltare in Premuda, salvo poi doversi restringere a una corsia se entrambi i veicoli prosegueno in 22 marzo. La corsia che consente l’attraversamento deve essere unica, ben delimitata e condotta attorno al monumento senza interferire con il tram.
Ripeto: organizzare i flussi, renderli ordinati e se il caso eliminarne qualcuno per ridurre i punti si conflitto. Invece è rimasto il casino di prima. Rendere la vita facile al tram è solo parte del problema che poi non viene realizzato perché crea altri problemi maggiori che ne annullano gli effetti. È una catena.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Sat 27 October 2018; 8:25

S-Bahn wrote:Una nota sull'asservimento.
Vero che in certe situazioni l'asservimento "secco" non è proponibile, ma su frequenze non esasperate e con incroci non particolarmente critici rimane una soluzione semplice, funzionale e niente affatto temibile.

In quelle situazioni che descrivi spesso mi chiedo se un semaforo sia veramente necessario.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby Carrelli1928 » Sat 27 October 2018; 9:19

Di sicuro non sempre. Ad esempio, in piazza Leonardo da Vinci il tram deve fermarsi a due semafori, uno dei quali è solamente per un attraversamento pedonale. Viste le frequenze di 19 e 33, buone ma pur sempre di due linee stiamo parlando, in altri tempi sarebbe stato consigliabile un semplice cartello del tipo “Pedoni! Dare la precedenza ai tramway”.
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3364
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Sat 27 October 2018; 10:02

In tempi moderni basta una doppia luce gialla, lampeggiante alternativamente, con la sagoma del tram che si accende quando il tram si avvicina. E magari con avviso acustico.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby Carrelli1928 » Sat 27 October 2018; 11:32

Un sistema più tecnologico che richiederebbe una pur minima manutenzione - e che peraltro avrebbe la complicazione di dover rilevare i passaggi dei tram. È davvero così vantaggioso rispetto ad un semplice cartello?
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3364
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Sat 27 October 2018; 12:22

Dipende dalle situazioni, ma in genere un segnale che si attiva solo quando serve contravviene l’ingenerarsi di pericolose abitudini. Un cartello è sempre lì, uguale a se stesso e prima o poi l’abitudine ti porta ad ignorarlo se ogni volta che gli dai retta non vedi tram in arrivo. Salvo poi ignorarlo proprio nel momento sbagliato... quando il tram arriva.
Ovviamente: le luci le metti se servono ad uno scopo e le devi mantenere. Ovvero il contrario di quello che è stato fatto in via Legnano alla fermata “Arena”, l’esempio di come non va fatto.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby skeggia65 » Sat 27 October 2018; 13:23

serie1928 wrote:In tempi moderni basta una doppia luce gialla, lampeggiante alternativamente, con la sagoma del tram che si accende quando il tram si avvicina. E magari con avviso acustico.

A quel punto tanto vale mettere un semaforo che dia il rosso ai pedoni quando si avvicina il tram.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15124
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby S-Bahn » Sat 27 October 2018; 13:31

Infatti. E ritorniamo sempre al problema dell'asservimento....
Nello specifico amarcord di quando tra Romagna e Ponzio non c'erano semafori
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50682
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby serie1928 » Sat 27 October 2018; 15:52

skeggia65 wrote:
serie1928 wrote:In tempi moderni basta una doppia luce gialla, lampeggiante alternativamente, con la sagoma del tram che si accende quando il tram si avvicina. E magari con avviso acustico.

A quel punto tanto vale mettere un semaforo che dia il rosso ai pedoni quando si avvicina il tram.

No, non serve. Non serve un sistema di protezione che nessuno rispetta, un segnale imperativo che fa perdere altro tempo ad uno dei due flussi. Serve solo un richiamo all’attenzione dei pedoni e la cosa si autoregola. E serve soltanto se non bastano le strisce pedonali a ottenere altrettanto.
Stiamo parlando di un attraversamento pedonale di linea tramviaria affiancata da due carreggiate veicolari, e mi domando se il semaforo serva pure per queste.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10454
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Amministrazione Sala e mobilità (2016 - 2021)

Postby GLM » Sat 27 October 2018; 18:14

skeggia65 wrote:
Astro wrote:Se proprio vuoi cercare un qualcosa a costo relativamente basso potresti pensare ad asfaltare il marciatram tra Ponzio e Valvassori Peroni e spostarvi il bifilare della 93, che la sera è sempre bloccata nel traffico.

Per "marciatram" intendi la sede tranviaria?
Sicuro del costo basso?
Devi probabilmente allargare l'interbinario (i filobus e i bus sono più larghi dei tram, per potersi incrociare hanno bisogno di maggiore spazio.
Devi sicuramente allargare l'interbinario in corrispondenza delle fermate, altrimenti la banchina risulterebbe troppo distante dai tram, se adatta ai bus.
Devi quindi sostituire le rotaie, soprattutto se ora sono prive di controrotaia.
Devi probabilmente irrobustire la sede, il peso assiale dei bus grava più dei tram sulla strada.
Devi sostituire tutto il complesso di cavi, tiranterie, isolanti e pendini che sostengono linea di contatto tranviaria e bifilare.
E non è detto che i filari di alberi possano restare dove sono, in caso di spostamento dei filobus in preferenziale.



e comunque, anzichè fare sto lavorone, sarebbe una soluzione più efficace e trasportisticamente interessante deviare la 93 su via Ponzio tra bassini e pacini, per poi ricollegare il bifilare installato ex-novo a quello presente da anni (e inutilizzato) di via pacini. Molto meno traffico, molti meno lavori, e la sede tranviaria rimarrebbe quel tappeto verde che è sempre stato.
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 16916
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

PreviousNext

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests