SBME in metropolitana

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

SBME in metropolitana

Postby Patrick » Mon 09 October 2006; 14:49

qualcuno sa se con l'avvento della nuova bigliettazione elettronica sarà possibile usare uno stesso biglietto più volte in metropolitana? è un vero scandalo che anche per fare una fermata bisogna sacrificare un nuovo ticket da 1 euro.
User avatar
Patrick
 
Posts: 451
Joined: Fri 06 October 2006; 15:14
Location: Milano est

Postby GLM » Mon 09 October 2006; 15:25

lo scopo del biglietto da 75minuti è quello di fare un viaggio punto di partenza-punto di arrivo, come ad esempio, casa-lavoro, o casa-cinema, o casa mia-casa di un amico. ed è per questo che l'ingresso in metrò è consenito una sola volta: non vi capiterà mai, per fare uno di questi viaggi, di dover entrare due volte in metrò.
User avatar
GLM
 
Posts: 16829
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Postby lanciaesagamma » Mon 09 October 2006; 21:10

Le regole del biglietto magnetico rimangono le stesse già in vigore, tranne il fatto che va convalidato su tutti i mezzi di superficie che si prendono in corso di validità del titolo stesso... Patrick non ha torto, che senso ha spendere 1 euro per un biglietto da 75' quando per fare quattro fermate di metropolitana se ne impiegano sì e no 5? Potrebbero fare come a Praga, dove sono disponibili biglietti con diverse validità orarie... Io un taglio minimo di mezz'ora, che costi intorno ai 50 centesimi, lo vedrei bene... Utile per chi deve fare poche fermate e non ha voglia nè di sgambarsele, nè di regalare soldi all'A.T.M. lasciando un sacco di minuti inutilizzati...
A.T.M. MILANO
User avatar
lanciaesagamma
 
Posts: 5479
Joined: Sat 08 July 2006; 13:17
Location: Milano

Re: SBME in metropolitana

Postby S-Bahn » Mon 09 October 2006; 21:27

Patrick wrote:qualcuno sa se con l'avvento della nuova bigliettazione elettronica sarà possibile usare uno stesso biglietto più volte in metropolitana?
Premesso che anche a me sembra una limitazione anacronistica e antipatica, non c'è però nessuna ragione per cui il cambio di tecnolgia debba comportare il cambiamento di una regola.

Non dobbiamo confondere la tecnolgia con l'organizzazione.

E' come per l'integrazione tariffaria. Distorcendo in modo incredibile la realtà sono andati tutti in giro a raccontare che il biglietto elettronico serviva per fare l'integrazione tariffaria, oppure, che è la stessa cosa, che l'integrazione tariffaria la si può fare solo col biglietto elettronico.
Falso, l'integrazione tariffaria non è una tecnologia, ma è un accordo tra le aziende, tant'è che non avevamo l'integrazione prima con la carta e non l'abbiamo adesso col biglietto elettronico, mentre Berlino ha l'integrazione dagli anni '30, e ovviamente non c'era l'elettronico.
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50044
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Postby Jack_A » Mon 09 October 2006; 21:40

Bisogna considerarare però che una certa connessione tra integrazione tariffaria e biglietto elettronico c'è: con il sistema cartaceo la ripartizione dei proventi derivanti dalla vendita dei titoli di viaggio viene effettuata unicamente sulla dase dei contratti di servizio e di valutazioni statistiche; con il sistema elettronico, invece, si ha l'ambizione di ripartire tali proventi in base al rispettivo utilizzo. Questo, a voler essere maliziosi, spiegherebbe anche perchè alcuni operatori appaiono restii all'implementazione del nuovo sistema: forse una spartizione dei proventi sulla base degli effettivi dati di utilizzo dei servizi messi a disposizione non sarebbe conveniente...

E se è vero che tecnologia e tariffe non dipendono strettamente l'una dall'altra, è pur vero che il SBME apre la possibilità di elaborare nuove formule tariffarie che prima sarebbero state impossibili o di difficile attuazione. Quindi perchè non valutarle?

Un esempio su tutti: a quando una tessera Pay-per-Travel con addebito dei viaggi realmente effettuati (ovviamente con opportune agevolazioni in base alla quantità) direttamente sul conto corrente?
___Jack_A___

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. (Costituzione, art. 21)
Jack_A
 
Posts: 585
Joined: Sun 27 August 2006; 12:32

Postby S-Bahn » Mon 09 October 2006; 22:02

Non ho detto che la tecnologia non è utile e che non vada valutata, sarebbe due volte stupido detto da un ingegnere.
Ho semplicemente detto che l'integrazione tariffaria non è una tecnolgia ma è un accordo tra le aziende.
Poi è vero che l'elettronica aiuta a risolvere meglio alcuni problemi che però, lasciamelo dire, sono di semplice dettaglio implementativo.

Mi sembra chiarissimo e incontestabile il confronto. Confondendo (volutamente?) la tecnolgia con l'organizzazione, abbiamo la tecnologia ma non l'integrazione, che si dimostra invece possibile con la semplice carta, tant'è che esiste da oltre 70 anni.

PS
Trenitalia ha una stupidissima tessera con tanto di chip che è il contrario della flessibilità elettronica.
E' prepagata, quindi altro che Travel Pay o come diavolo si chiama. Viene accettata solo in TI (su una ben precisa serie di macchinette) e può essere ricaricata (mi risulta solo col contante) in un'altra ben precisa serie di macchinette. Imbroccare la congiunzione astrale di
- ricordarsi di caricare per tempo
- avere il contante quando serve
- trovare la macchinetta per caricare la carta
- trovare la macchinetta (un'altra, diversa dalla precedente) che prende la carta, e magari funziona pure, per rialsciare i biglietti...
è come imbroccare nello stesso giorno di cielo sereno una eclissi di luna e una di sole.
E' così che si usa l'elettronica? Il problema è avere la tecnologia o è avere la volontà, gli obiettivi e l'organizzazione?

Siamo andati un po' OT, o meglio, abbiamo affrontato il cuore del topic
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50044
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Postby skeggia65 » Tue 10 October 2006; 0:30

A me rimane oscura la faccenda dell'ingresso singolo in metropolitana....se il biglietto ha una validità temporale, dovrebbe averla anche in metrò.
che importa ad ATM se faccio 5 fermate, vado a comprarmi un libro, e torno indietro con lo stesso biglietto?
O se faccio tre fermate, esco, faccio una commissione, riprendo il metrò, faccio altre 6 fermate, mi faccio altri cavoli miei, ecc. ecc.
Se fossi un abbonato non avrei problemi, ma se fossi un viaggiatore occasionale (magari un ciclista che non ha voglia di bagnarsi durante un giorno di pioggia), sicuramente opterei per l'auto, con il regolamento attuale...
Anni fa, il biglietto valeva 1 ora, durante la quale era "possibile trasbordare su altre linee, ma non su una vettura della linea dove era stata effettuata la convalida". Ovvero, stando a quella regola, i passeggeri della 96/97, del 29/30 e della 90/91, che ai capilinea (logicamente) scendevano per salire sulla vettura davanti, sarebbero stati tutti in contravvenzione.
Poi siè capito che era una regola assurda, penultimo pelucco (l'ultimo è quello di cui si sta discutendo) del vecchio sistema tariffario "a corsa".
User avatar
skeggia65
 
Posts: 14918
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Postby ALe 501 » Tue 10 October 2006; 3:02

io ritengo che un biglietto dovrebbe consentire almeno un cambio indipendentemente dal tipo di mezzo!adesempio affori-s.ambrogio dovrebbero essere 2 euro per una sola fermata di metro! ecc ecc....
è appunto vero che in metro molti fanno un'andata e ritorno in 75 minuti... dovrebbero inventare o consentire un biglietto A/R
User avatar
ALe 501
 
Posts: 310
Joined: Thu 06 July 2006; 14:43

Postby Patrick » Tue 10 October 2006; 10:08

sicuramente però un limite all'utilizzo del biglietto due volte in metropolitana era anche costituito dalla timbratura al tornello: se fosse stata effettuata due volte si sarebbe sovrapposta.. però in questo caso si sarebbe potuto passare a vista... solo che il mondo è pieno di furbi.. che sarebbero passati anche col biglietto scaduto
User avatar
Patrick
 
Posts: 451
Joined: Fri 06 October 2006; 15:14
Location: Milano est

Postby Jack_A » Tue 10 October 2006; 12:16

La limitazione ad una corsa in MM, se si fa eccezione per i motivi pratici connessi alla tibratura del cartaceo accennati sopra, mi sembra del tutto immotivata.

Non riesco a capire la differenza: poniamo che debba andare da S. Agostino in Duomo e ritorno, con breve sosta in Duomo. Se uno il 14, traffico permettendo, posso andare, sbrigare le mie faccende e tornare con lo stesso biglietto. Se opto per la metropolitana ho bisogno di due biglietti. Perchè? (Non mi rispondete "perchè il regolamento dice così", lo so, il ragionamento è sul principio).

Concordo con chi dice che bisognerebbe uniformare il criterio di validità scegliendo tra i tre modelli universalmente adottati:
-a tratta singola: biglietto valido per una singola tratta su un singolo mezzo
-a relazione: biglietto valido per una relazione O/D con interscambi
-a tempo: biglietto valido a tempo senza limitazioni

Ovviamente propendo per il terzo...
___Jack_A___

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. (Costituzione, art. 21)
Jack_A
 
Posts: 585
Joined: Sun 27 August 2006; 12:32

Postby Patrick » Tue 10 October 2006; 12:19

opterei anche io per il terzo criterio, anche perchè ognuno può essere libero di muoversi come vuole, al momento non c'è nessuna limitazione sull'uso di tram, bus e filobus, non vedo perchè uno che necessita di usare la metropolitana debba essere penalizzato.
User avatar
Patrick
 
Posts: 451
Joined: Fri 06 October 2006; 15:14
Location: Milano est

Postby Dada79 » Tue 10 October 2006; 12:53

si, anche io opto per il terzo
User avatar
Dada79
 
Posts: 10
Joined: Fri 07 July 2006; 1:47
Location: Brugherio (MB)

Postby ALe 501 » Tue 10 October 2006; 16:00

tra l'altro un trasporto in metropolitana in ora di punta penso costi meno di uno in autobus e considerando che probabilmente è la città che investe meno al mondo nella rete metropolitana credo che non pesino costi progettuali ammortamenti ed espansione della rete!
User avatar
ALe 501
 
Posts: 310
Joined: Thu 06 July 2006; 14:43

Postby GLM » Tue 10 October 2006; 16:43

-a tratta singola: biglietto valido per una singola tratta su un singolo mezzo
-a relazione: biglietto valido per una relazione O/D con interscambi
-a tempo: biglietto valido a tempo senza limitazioni


nulla vieta di farne di tutti e tre i tipi! ovvero, un o/d che rimarrebbe questo da 1€ che ti permette di interscambiare, entrare una sola volta in metrò (di più, per questo tipo di viaggio, non servono) e nelle ferrovie, proprio come lo conosciamo oggi. poi un abbonamento da 1ora che però non può essere dello stesso prezzo...chessò, magari 1,20€ ? (l'ho buttata così). poi un biglietto OD con validità di 30minuti, da 50centesimi, che vale solo su una linea, di superficie!
User avatar
GLM
 
Posts: 16829
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Re: SBME in metropolitana

Postby GLM » Mon 06 December 2010; 14:10

domande riguardo le estensioni interurbane da caricare su tessera elettronica con abbonamento urbano:

-ho visto che si possono caricare più estensioni contemporaneamente: fino a quante?
-se io tenessi caricata una estensione interurbana per eventuali bisogni futuri, questa mi viene comunque annullata alla mia prima convalida su un mezzo per percorre tratte extraurbane? in caso contrario, come faccio a convalidare l'estensione interurbana quando effettivamente esco dal comune di milano?
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 16829
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Next

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest