Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Tutto il resto, comprese le altre aziende delle province di Milano e Monza

Moderators: Hallenius, teo

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby dedorex » Mon 16 September 2019; 11:20

AnyFile wrote:Quella della tessera per i minori proprio non la capisco...
Mia ipotesi: non è che serve per facilitare l'ingresso in metropolitana? Con la tessera passi e via, altrimenti devi mostrare la CI all'agente di stazione
User avatar
dedorex
 
Posts: 3694
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Lucio Chiappetti » Mon 16 September 2019; 11:48

S-Bahn wrote:Rurali... Insomma...
Cernusco, Seregno, Vimercate, Rho...

"Rurali" erano quelli che citavo io (facciamo i nomi ? Romano (BG) e Agnadello (CR), e potrei aggiungere "montani" (da Selvino a Rota Imagna (BG), a Solda (BZ) o a Rhemes ND (AO) ... possiamo anche metterci Skagen (Nord Jutland, DK per dire di un posto di dove mi avevano detto, e' una zona poco popolata, la frequenza dei mezzi ne risente, per tacere di Holmbury St Mary)... in ogni caso certamente non localita' della Citta' Metropolitana ex Provincia di Milano (dove comunque moltissime localita' non urbane proprio non le conosco).

E' chiaro che le aspettative per quel tipo di localita' sono molto diverse da Milano, Monza o un comune della prima corona (anni fa Rhemes ND era servita mi pare da due corse al giorno e credo tuttora, mentre Solda lo e' da un bus orario ... differenza tra valdostani e tirolesi ?). Le localita' piu' periferiche della Citta' Metropolitana (salvo molto marginalmente quelle dell'asse oltre Gessate, a volte mi capita di andare a passeggiare sull'Adda a Trezzo o Vaprio) non le conosco, e mi domandavo quanto fossero estesi i territori comunali per richiedere un servizio di feederaggio al treno o bus interurbano.
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4775
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Mon 16 September 2019; 12:55

^^ Ma a prescindere di che comune si tratta, se la popolazione di quel comune e la sua amministrazione sentono la necessitàdi dotarsi di una linea urbana, per qualsiasi loro motivo, gli deve essere vietato e/o imposta l'integrazione?
Non si può integrare tutto, altrimenti integriamo anche i taxi, almeno laddove non è possibile un servizio di linea, o i rischiò, le telecabine/funivie (che lo saranno a livello regionale, ma locale?), le bici a noleggio, ecc.. Resta sempre il problema: chi paga?
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10674
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Trullo » Mon 16 September 2019; 13:26

Nella presenza o meno di servizi urbani influiscono anche ragioni storiche
Il Comune di Paderno Dugnano storicamente aveva ottimi servizi verso Milano, con ben tre direttrici su ferro, e nulla nelle altre direzioni, se non in estrema periferia (la Palazzolo-Senago-Garbagnate-Arese, l'antenata dell'attuale H305 che però allora faceva capolinea a Battiloca, alcune corse di una linea Saronno-Monza a Palazzolo).
Viceversa Bollate usava le linee dell'allora CTP Groane anche in chiave urbana (la H305 menzionata prima) per non parlare di Cinisello con bus praticamente urbani per capillarità e frequenza sia si Sesto che su Milano

Paderno risolse questo una quarantina di anni fa istituendo il servizio urbano, che gradualmente inglobò e sostituì il servizio scolastico per le medie, e che di fatto, anche a seguito del compromesso fra capillarità e velocità a favore della prima, risulat poco attrattivo sia per i tempi di percorrenza sia per la limitazione ai confini comunali. Questo probabilmente porta a un suo uso quasi esclusivamente da parte degi anziani diretti in poti come il Comune, la ASL. l'ospedale, il mercato, e un uso inferiore alle potenzialità come afferenza alle linee S.

Quindi sostanzialmente qualcosa che nasce in seguito alle lacune di un servizio urbano sovracomunale che non è mai esistito, anche per la peculiare posizione geografica in corrispodnenza di tre bacini ben collegati internamente fra loro (il mondo brianzolo di Limbiate, Varedo, Nova ecc. gravitante su Monza, il mondo delle groane di Bollate, Garbagnate, Senago, ecc. e quello dell'immediato nord Milano con Bresso, Cinisello, Cusano, Cormano con collegamenti freqenti e capillari sia su Milano sia su Sesto) ma sostanzialmente scollegati l'uno dall'altro. Paradossalmente l'aver posizionato l'istitutto Gadda vicino alla ferrovia e a distanza pedonale dalla stazione, favorendo così chi viene da fuori all'uso delle linee S, ha "ucciso" le potenzialità di una linea di TPL sovracomunale, che spesso ha la sua princupale (ma non unica) ragione di essere nel trasporto verso gli edifici scolastici

Situazione parzialmente mitigata con l'arretramento del capolinea H305 a Paderno stazione (relatovamente recente) e con le linee di BT che hanno interessato il mio comune (anche qui da non moltissimi anni)
Per un triste re cattolico, le dice,
ho inventato un regno
e lui lo ha macellato
su una croce di legno
User avatar
Trullo
 
Posts: 26288
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Ike » Tue 17 September 2019; 9:23

Scusate, mi frulla questa domanda da un po'; il sito dice che "Gli abbonamenti emessi prima del 15 luglio 2019 mantengono la loro validità territoriale e possono essere utilizzati fino alla loro scadenza."
Quindi un Area Media vale fino alla scadenza "su tutto il territorio"; ma se prima i treni del territorio dell'area media erano esclusi dall'abbonamento, adesso cosa succede? Posso prendere tutti i treni all'interno dell'Area Media?
Mentre si trova il riferimento sul territorio non ho trovato nessun riferimento esplicito all'integrazione o alla non integrazione con i treni degli abbonamenti ancora in vigore. Se me lo sapete indicare voi...
Grazie
User avatar
Ike
 
Posts: 292
Joined: Fri 15 December 2006; 14:53
Location: Monza Triante

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby .mau. » Tue 17 September 2019; 16:57

dedorex wrote:
AnyFile wrote:Quella della tessera per i minori proprio non la capisco...
Mia ipotesi: non è che serve per facilitare l'ingresso in metropolitana? Con la tessera passi e via, altrimenti devi mostrare la CI all'agente di stazione

No. La tessera non è magnetica/chip; è un pezzo di plastica, tanto che nelle stazioni della lilla che non sono presenziate devi citofonare per farti aprire il tornello (e voglio vedere i miei figli decenni...)
ciao, .mau.
User avatar
.mau.
 
Posts: 476
Joined: Sun 16 July 2006; 22:21
Location: milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Tue 17 September 2019; 17:33

Allora la tessera rientra in quelle "minchiate" tipo le altre tessere "aziendali", con un unico vantaggio: non è obbligatoria, giusto?
Solo un ulteriore onere amministrativo per il cittadino senza alcun vantaggio per lui, solo eventualmente uno per l'azienda. In compenso: un'altro database dove sono archiviate le nostre informazioni "familiari" di cui si può fare a meno: basta quella dell'anagrafe.
Moltiplicare i DB con i ns.dati senza un reale e misurabile vantaggio è quanto di più stupido si può fare. Oppure esiste un vantaggio?

Ovviamente: perché non poter utilizzare, per chi viaggi gratis per ragione anagrafiche, la CdI elettronica o la tessera sanitaria?
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10674
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby .mau. » Thu 19 September 2019; 15:47

serie1928 wrote:Allora la tessera rientra in quelle "minchiate" tipo le altre tessere "aziendali", con un unico vantaggio: non è obbligatoria, giusto?


Da quanto ho capito, dovrebbe bastare un documento d'identità. Se vuoi, la tessera (che ha foto e data di scadenza) è un modo per non dare ai ragazzini la tessera sanitaria e/o la carta di identità elettronico.
ciao, .mau.
User avatar
.mau.
 
Posts: 476
Joined: Sun 16 July 2006; 22:21
Location: milano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Thu 19 September 2019; 16:59

.mau. wrote:
serie1928 wrote:Allora la tessera rientra in quelle "minchiate" tipo le altre tessere "aziendali", con un unico vantaggio: non è obbligatoria, giusto?


Da quanto ho capito, dovrebbe bastare un documento d'identità. Se vuoi, la tessera (che ha foto e data di scadenza) è un modo per non dare ai ragazzini la tessera sanitaria e/o la carta di identità elettronico.

Sì, ma con la CdI cartacea non ci apri i tornelli, mentre con quella elettronica sì (nel senso: si dovrebbe poterlo fare). Se poi i genitori hanno paura che i figli possano perderla, allo facciano quella ATM, elettronica e a pagamento.
Ovviamente il tuo "dovrebbe" sarebbe bene che fosse un "deve". Ripeto: se ho un privilegio per ragioni anagrafiche, la CdI deve poter bastare.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10674
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Trullo » Fri 20 September 2019; 11:49

Un'osservazione (partendo dal mio caso particolare ma penso generalizzabile)
Con la sparizione dei titoli solo ferroviari, nel mio caso particolare il costo del nuovo biglietto è aumentato in maniera molto bassa rispetto alla situzione precedente (2,40 attuale treno + ATM, contro il vecchio 2,20 solo treno) mentre l'aumento è più consistente sugli abbonamenti
L'abbonamento settimanale attualmente costa più di 4 volte un'andata e ritorno e si rivela conveniente quindi solo per almeno cinque viaggi settimanali. Questo mi sembra una penaizzazione eccessiva dell'abbonamento rispetto al biglietto singolo (indipendentemente dal tema del "solo treno si, solo treno no")


Quanto al tema "solo treno si, solo treno no" credo che, pur con la fastidiosa penalizzazione per alcuni utenti, la situazione attuale sia meno iniqua di quella precedente
Con quella precedente, chi faceva (poniamo) Paderno-Rogoredo pagava di meno di chi faceva Paderno-Affori e poi prendeva, anche per una sola fermata, un mezzo ATM
Chiaramente, la soluzione definitiva sarebbe stata fare più zone e più piccole, come in quest'esempio
Image
host images for free
dove i percorsi Paderno-Affori, Paderno-Rogoredo e Paderno-San Donato sono tariffati differentemente per differentienumero di zone attraversate, rispetto alla situazione attuale
Ma dall'altro lato aumentare le zone aumenta anche la complessità e peggiora la comprensibilità dello schema, quindi probabilmente quello scelto è un buon modello (e probabilmente sarebbe bastato creare un transitorio più lungo per la sparizione dei titoli solo ferroviari)
Per un triste re cattolico, le dice,
ho inventato un regno
e lui lo ha macellato
su una croce di legno
User avatar
Trullo
 
Posts: 26288
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Lucio Chiappetti » Fri 20 September 2019; 12:00

Come dicevo nel "supplemento ai compiti delle vacanze" viewtopic.php?f=9&t=4527&start=2310#p634738 cio' e' dovyto a un aumento contenuto del prezzo del biglietto base, ma un aumento deciso del moltiplicatore tra biglietti e abbonamenti
    il vecchio mensile solo treno costava in media come 18 biglietti di corsa semplice della stessa fascia km
    Un mensile STIBM non capped costa come 25 biglietti ordinari per le stesse zone
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4775
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 20 September 2019; 13:31

Trullo, ma quale abbonamento settimanale facevi?

Il moltiplicatore del abbonamento mensile pari a 25 forse sarà più alto del precedente 18 (ora 19.5) ha la sua giustificazione anche per l'ampliamento della zona di validità: non posso mantenere invariato il fattore lineare all'aumentare della area di validità (fattore quadratico). Lo devo compensare in qualche modo.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10674
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Astro » Fri 20 September 2019; 18:31

Pensare che quando ho visto la mappa di STIBM la prima volta sono andato a ricercarmi il post di Trullo con quella mappa e l'ho trovata decisamente più sensata.
Astro
 
Posts: 3819
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby Trullo » Fri 20 September 2019; 18:37

serie1928 wrote:Trullo, ma quale abbonamento settimanale facevi?

Settimanale di area media, ma ricordo che il settimanale "solo treno" equivaleva a poco meno di sei biglietti singoli
A suo tempo avevo individuato come valore ideale un valore del settimanale pari a esattamente sei biglietti singoli e del mensile a ventiquattro
Il rischio è disincentivare l'uso del TPL nel fine settimana (che viene gratis se c'è un abbonamento. Ma se, in un'epoca di sempre più diffuso "smart working", per quattro viaggi a settimana conviene il biglietto singolo, viene percepito come un costo aggiuntivo)
Per un triste re cattolico, le dice,
ho inventato un regno
e lui lo ha macellato
su una croce di legno
User avatar
Trullo
 
Posts: 26288
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Biglietti e abbonamenti... questi sconosciuti!

Postby serie1928 » Fri 20 September 2019; 19:19

L'abbonamento "area media" costa(va) € 21,00, adesso il "Mi1-Mi4" ne costa € 20.50, mentre il "Mi1-Mi5" (per la parte più esterna della ex area media) ne costa € 24,00.
E' chiara la penalizzazione per coloro che viaggiano solo A/R, magari con un solo vettore, ma questa penalizzazione è necessaria al funzionamento dell'integrazione in quanto tale.
Io avevo una collega "fidanzata" con il 2x6. Quando le facevo notare che con un abbonamento mensile a parità di zone coperte andava a spendere poco di più ma con ampia libertà di movimento, essa mi rispondeva:"tanto io faccio solo quei viaggi e risparmio". E per il resto degli spostamenti nel tempo libero a Milano? "Uso la macchina, ma solo se devo, il resto ce l'ho a portata di mano". Atteggiamento legittimo, ma da non incentivare. Alla collettività non interessa il suo risparmio personale, interessa che alla domanda di movimento l'alternativa TPL sia una opzione reale. E questo, mi dispiace, parte dalla eliminazione dei titoli "da pendolari", A/R e basta e con un solo mezzo.
Poteva essere fatto con più gradualità? Certo, le tariffe ferroviarie si sarebbero dovute incrementare in maniera molto maggiore e più rapido. Ma non è stato fatto prima, e farlo dopo diventa politicamente scorretto. Via il dente, via il dolore!
Semmai è la tariffa ordinaria a dove essere aumentata ad un rapporto migliore con l'abbonamento, non il contrario.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10674
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

PreviousNext

Return to Discussioni generiche sui trasporti milanesi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests