Passante ferroviario

Trenitalia, Trenord, TILO

Moderators: Hallenius, teo

Re: Passante ferroviario

Postby serie1928 » Tue 30 October 2018; 19:40

Perché quelle da 25cm ci sono sempre state! E nulla esclude che "lo schifo vario" compreso di "erbacce" non cresca anche su quelle da 75cm.
Modificare una norma... ma hai la più pallida idea che cosa significhi? No, evidentemente no. Ed il gioco non vale lontanamente la candela, e di gran lunga!
55cm è il riferimento UIC. Treni con accesso a 55cm non sono un problema, ed 1 gradino fino a 75-76cm neppure.

"...rendersi conto che siamo nel 2018...", affermazione che non significa nulla! Le scale, ed i gradini, restano la maniera più efficiente per superare dislivelli, e non tutto può essere portato "a livello".
km
L'unico, madornale errore "tecnico" del Passante, è quello di essere stato progettato per max 60km/h e non per 80 km/h. Magari qui qualcosa in futuro si potrà migliorare.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10457
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Passante ferroviario

Postby luca » Tue 30 October 2018; 20:09

Il mio "rendersi conto che siamo nel 2018" era riferito alla valanga di restrizioni livello sega mentale che abbiamo sulle ferrovie in Italia
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Fare attenzione a Trenitalia! Se ti servono informazioni, rivolgiti esclusivamente ai borseggiatori
User avatar
luca
 
Posts: 8105
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Passante ferroviario

Postby serie1928 » Tue 30 October 2018; 20:34

Molte di quelle "seghe mentali" garantiscono la sicurezza del sistema ferroviario. Sono frutto di 180 anni di esperienza, e prima di cambiarle in meglio (si spera) vanno fatte tutte le verifiche del caso, perché la gente continui a viaggiare senza rimetterci la pelle.
E' un lavoro enorme, e quando va fatto, va fatto perché abbia veramente una utilità.
Non c'è nulla in ferrovia che avviene per caso, magari a volte per errore, ma mai per caso. Ogni cosa è così com'è per ben precisi motivi, anche economici, ovviamente.
L'unica cosa che è così per caso, è lo scartamento di 1435mm... eh no, non è un caso nemmeno quello ed ha origine da coloro che inventarono le strade commerciali lastricate: gli antichi romani.

Prima di sentenziare "errori faraonici", studia. Studia perchè il Passante è così com'è. Studia il lavoro fatto da centinaia di persone che lo hanno concepito nell'arco di 20 anni. Studia le decisioni, previsioni ed anche i compromessi necessari affinchè potesse essere costruito. Studia quante interazioni ha comportato la semplice previsione (nei tardi anni '70) di costruirlo con le banchine a 60cm dal Pdf.

Non la faccio "difficile", ma tu la fai "troppo facile", ma talmente "facile" che quasi diventa offensivo.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10457
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Passante ferroviario

Postby S-Bahn » Tue 30 October 2018; 21:45

Insomma... I regolamenti non nascono dal nulla e sono necessari per la sicurezza. E' bene non farla troppo facile. Non è scritto da nessuna parte tuttavia che ogni regolamento non possa in assoluto essere messo in discussione e che le progettazioni e le priorità di RFI siano proprio sempre espressione del migliore dei mondi possibili.

Non c'entra col Passante, ma mi viene in mente il fatto che RFI sta costruendo il terzo sottopasso a Greco che ne ha due e tutt'altro che insufficiente e non mette mano a Monza che ha un solo stretto sottopasso, o Seregno, con una sola rampa di scale. Per non parlare delle deviate da 30 Km/h tra Monza e Milano ed è quasi certamente previsto che questi deviatoi vengano sostituiti con altri da... 30 Km/h. E siamo nel 2018...
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50682
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Passante ferroviario

Postby luca » Tue 30 October 2018; 21:52

Serie:
Non metto in dubbio che le cose siano difficili. Odio anch'io chi la fa facile e sono contento quando mi si fa notare di starla facendo facile
Però, mi domando perché uno va a Chiasso e si entra in stazione in deviata ad una velocità decente? Perché alle stazioni di testa si approccia normalmente? Perché in Germania hanno le banchine da 75 cm? Perché il passante di Monaco è strutturato come le fermate Delle metropolitane?
Solo mi faccio queste domande. Non mi pare che in Svizzera si muoia di ferrovia , eppure , costantemente, quando uno attraversa il confine dalla Svizzera verso l'Italia, il treno inizia ad andare piano...
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Fare attenzione a Trenitalia! Se ti servono informazioni, rivolgiti esclusivamente ai borseggiatori
User avatar
luca
 
Posts: 8105
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Passante ferroviario

Postby S-Bahn » Tue 30 October 2018; 22:06

Deviate e banchine sono due cose differenti.
La scelta del 55 cm (60 nel passante) è appunto una scelta di compromesso.
Si poteva fare diversamente? Sì, con vantaggi ma anche svantaggi e costi. Anche col senno di poi secondo me non è poi venuta così tanto male.

Per quanto riguarda la velocità delle deviate, abbinata ad una interpretazione di legno dell'SCMT (per altro santissimo), invece a mio avviso non ci sono scusanti. Hanno decisamente lavorato male, e non è solo una questione di risorse a disposizione. E lo stesso dicasi, come hai fatto notare, per tutta una serie di vincoli e tecniche che ingessano la circolazione senza necessariamente alzare il livello della sicurezza.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50682
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Passante ferroviario

Postby skeggia65 » Fri 02 November 2018; 13:42

luca wrote:Ho appena preso il 23092 da Porta Vittoria a Repubblica
Prima volta in assoluto che uso il passante in orario tardo serale
Contrariamente a quanto mi aspettassi (ma l'alternativa sarebbe stata la N90...) ,niente di terrificante a bordo (ma forse ho avuto fortuna?)

Scusa, cosa ti aspettavi?
Episodi di cronaca che fanno felici Sallusti e Feltri?
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15124
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Passante ferroviario

Postby luca » Fri 02 November 2018; 17:11

Lungi da me, ma sono prima di tutto di mio abbastanza timoroso, e poi, visto il degrado di cui abitualmente soffre il passante, mi aspettavo quantomeno di trovarmi solo nel treno
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Fare attenzione a Trenitalia! Se ti servono informazioni, rivolgiti esclusivamente ai borseggiatori
User avatar
luca
 
Posts: 8105
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Passante ferroviario

Postby Lucio Chiappetti » Fri 02 November 2018; 17:36

Non so di che degrado abituale si tratti, di giorno mi pare come la metropolitana, alla sera non lo ho mai preso.
A agosto ho fatto Tirano-Milano con l'ultima corsa (verso le 20) e il treno era piuttosto preoccupantemente poco popolato (quando ho cambiato a Monza per poter scendere a Sesto l'altro treno aveva piu' gente)
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4646
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Passante ferroviario

Postby Astro » Fri 02 November 2018; 17:55

La N90/N91, almeno nel tratto nord, non è particolarmente frequentata male... mi è capitato di vedere anche ragazze da sole o in gruppi di tre prenderla senza problemi...
Astro
 
Posts: 3787
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: Passante ferroviario

Postby luca » Fri 02 November 2018; 18:02

C'è da dire che a causa degli spazi enormi dei quali abbiamo lungamente parlato, la sensazione di abbandono nel passante, aumenta
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Fare attenzione a Trenitalia! Se ti servono informazioni, rivolgiti esclusivamente ai borseggiatori
User avatar
luca
 
Posts: 8105
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Passante ferroviario

Postby Astra » Mon 05 November 2018; 18:27

Prendo tutte le sere il 23090 e non c'e' tutto sto pericolo.
Salgo sulla vettura di testa perche' sono piu' comodo quando scendo a Vanzago quindi non so se in fondo al treno ci siano stupri o accoltellamenti
S5 23007 23049 23080 23090
Astra
 
Posts: 333
Joined: Sat 02 February 2013; 23:49
Location: Vanzago (MI)

Re: Passante ferroviario

Postby Carrelli1928 » Mon 05 November 2018; 18:51

Però, effettivamente, la parte anteriore senso marcia di qualunque mezzo tende ad essere meglio frequentata della parte posteriore; o forse è solo una mia sensazione?

P.s.: a quanto pare non sono l’unico a farsi queste pip... ehm... questi esercizi di pensiero:
https://www.telegraph.co.uk/news/scienc ... ities.html
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3365
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Passante ferroviario

Postby mattecasa » Tue 06 November 2018; 17:19

@carrelli1928: sinceramente lo penso anche io
Freedrichstrasse
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4210
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Previous

Return to Treni regionali e suburbani

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests