Trenord (2017)

Trenitalia, Trenord, TILO

Moderators: Hallenius, teo

Re: Trenord (2017)

Postby luca » Tue 28 July 2020; 9:02

Parliamone, però, una gestione uniformata del TPL va a favore dell'utenza.
Certo, sarebbe meglio che ci fosse un'organizzazione esterna (tipo BWegt) che si occupi di tutto ciò che non è strettamente operativo (pianificazione, bigliettazione, business development, merchandising, pubblicità\marketing ecc ecc...), e che faccia da "confezione" nella quale poi le aziende operative, erogano il servizio nel senso vero e proprio, cioè banalmente fanno andare i treni, gli autobus e quello che volete
Di certo, un'unica tariffazione, un'unico organo a cui rivolgersi per qualsiasi cosa, una coordinazione obbligata fra le diverse società operative, un'unica brand identity, sono tutte cose che vanno a vantaggio dell'utente
Chiaro che TN che non riesce nemmeno a fare quello che deve, figuriamoci se è in grado di occuparsi di tutto il TPL Lombardo

Andando in fanta, a quel punto che ATM si prenda in gestione le linee S, con l'impossibilità di apportare qualsiasi modifica di orario o percorso
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8857
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trenord (2017)

Postby Mazzu » Tue 28 July 2020; 13:51

Il servizio deve essere uno. Le interfacce con l'utenza devono essere armonizzate/unificate.

Se gli enti di controllo sono credibili, puoi farlo lasciando aperto il mercato.
User avatar
Mazzu
 
Posts: 3746
Joined: Thu 25 July 2013; 16:37
Location: Saronno

Re: Trenord (2017)

Postby luca » Tue 28 July 2020; 14:43

Senza dubbio, infatti dare tutto in mano a TN, se le figure in carica non cambiano, sarà un'ulteriore degradamento del TPL
Ma non è corretto dire che la cosa non possa avere, in linea teorica, delle ottime potenzialità
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8857
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trenord (2017)

Postby S-Bahn » Tue 28 July 2020; 16:08

A parte l'incapacità di Trenord, un sistema unitario non lo fa un'azienda ma lo fanno gli enti.
Oggi non c'è né volontà né capacità sia nelle aziende (segnatamente TN) sia e soprattutto negli enti (segnatamente RL).
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51917
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trenord (2017)

Postby serie1928 » Tue 28 July 2020; 17:26

E questo organo esiste già, almeno a Milano: l’agenzia per il TPL. Ma funziona, quando funzionerà, solo se sarà autonoma e capace di mettersi in un sano contrasto di interessi con chi fornisce il servizio, anche per la parte di propria pertinnza del servizio ferroviario suburbano. Quello regionale nel suo complesso non può che essere programmato dalla regione.
In questo senso peroro ancora una volta la necessità di estrapolare il servizio suburbano dal contesto del servizio regionale, con proprio materiale a turni dedicati, possibilmente specializzato, come pur depositi e officine.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10969
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Trenord (2017)

Postby Mazzu » Tue 28 July 2020; 17:55

Tutte le Agenzie sono istituite e operative.

Non hanno quel peso politico che ci si aspetterebbe avessero.

Ma i soldi li mettono gli enti soci...
User avatar
Mazzu
 
Posts: 3746
Joined: Thu 25 July 2013; 16:37
Location: Saronno

Re: Trenord (2017)

Postby S-Bahn » Tue 28 July 2020; 18:30

Somo d'acordo su un po' di cose che dici serie, ma non sulla separazione del servizio suburbano da quello sull'intera rete regionale. Sono troppe le implicazioni.
Dal punto di vista pratico ci sarebbero problemi in più, di cui si sente la mancanza, ma soprattutto si perderebbe l'unitarietà nella programmazione, in cambio di cosa?

Per quanto riguarda l'Agenzia, fa il possibile limitata in parte dalle ridotte risorse tecniche a disposizione e soprattutto dal fatto che gli Enti Soci non sono forse così decisi, a cominciare da RL.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51917
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trenord (2017)

Postby luca » Tue 28 July 2020; 20:39

Per quale motivo estrapolare le S dal resto del SFR sarebbe un peggioramento? Al di là dei depositi, che possono essere effettivamente un problema (impossibile pensare di dedicare Novate solo alle S e Fiorenza a tutto il resto, per esempio, avresti tonnellate di vuoti da fare)
Ma per il resto, ci vedo solo di positivo, nel momento in cui c'è un organo di controllo superiore, come dicevo prima, potrebbe essere interessante uno scenario in cui ATM gestisca le linee S, ma deve essere chiaro, che non possa gestirle come pare a lei, che gli orari e i percorsi, non si cambiano ,o se si cambiano lo si fa con criterio, e la decisione su percorsi e orari non spetta al vettore del servizio.
Penso sia veramente ora, che R e RE possano essere gestiti insieme, con materiale uniforme, e con la possibilità di legare i turni.
Mentre le linee S, devono essere concettualmente qualcosa di diverso dal SFR, almeno in una grande città
A partire dal materiale rotabile. Le esperienze recenti stanno evidenziando l'assoluta necessità di avere materiale dedicato sulle S di Milano
Ultimamente mi sto fissando un po' sui Coradia Continental 2, ce n'è anche una versione alta 55 cm, ma decisamente spaziosa, l'unica pecca è che non credo ne esistano con due porte per ogni carrozza. O nelle due carrozze di testa, o in quella col bagno, c'è una porta sola, probabilmente non è possibile fare altrimenti
In ogni caso, è in fase di sviluppo un Flirt con tre porte per carrozza, ma alto 75 cm, immaginando di rialzare tutte le banchine delle fermate servite dalle S a 55 cm e in più quelle del Passante e di altre realtà tipo la Segrate-Treviglio, la Saronno lenta e la Rogoredo-S.Zenone a 75 cm, potrebbe essere accettabile usare materiale alto 75 cm?

Scusate se l'intervento dovesse risultare un po' fumoso... Non sono molto sveglio oggi : )
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8857
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trenord (2017)

Postby serie1928 » Wed 29 July 2020; 20:44

S-Bahn wrote:Somo d'acordo su un po' di cose che dici serie, ma non sulla separazione del servizio suburbano da quello sull'intera rete regionale. Sono troppe le implicazioni.
Dal punto di vista pratico ci sarebbero problemi in più, di cui si sente la mancanza, ma soprattutto si perderebbe l'unitarietà nella programmazione, in cambio di cosa?

Per quanto riguarda l'Agenzia, fa il possibile limitata in parte dalle ridotte risorse tecniche a disposizione e soprattutto dal fatto che gli Enti Soci non sono forse così decisi, a cominciare da RL.

Premesso che la programmazione unitaria, per quanto importante, è solo un aspetto secondario, e non è esclusa a priori.
Perchè secondaria? Il servizio suburbano è rigido nella sua struttura, sono linee definite con un servizio ben preciso. È tutto il resto del servizio a doversi adeguare al servizio suburbano, che per altro va incrementato.
In questo senso è primario fornire al servizio suburbano una stabilità superiore a tutto il resto. Esso ha un potenziale di 1 milione di passeggeri/giorno e per sfrtuttare questo potenziale, serve un servizio puntuale, stabile e di qualità superiore (che non è escluso abbia anche il resto del servizio, ma per il suburbano è ESSENZIALE). A questo va aggiunto un aumento della frequenza su tutte le linee: un treno ogni 20 minuti o o ogni 15 minuti, cosa che comporta una prestazione del materiale rotabile e della manutenzione ben oltre di quanto possano offrire gli attuali turni e cicli di manutenzione.
Per inciso: le linee dove è sufficiente una frequenza di 30 minuti vanno restituiti al servizio regionale, come pure quelle estensioni che non lo richiedono. In altre parole: dove non serve una frequenza di 15/20 minuti (ore di punta, ovviamente) niente linea "S".
A fronte di questo concetto, la programmazione unitaria è secondaria: se si riesce a fare bene, altrimenti pazienza.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10969
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Trenord (2017)

Postby luca » Wed 29 July 2020; 22:01

Per quale motivo la S13 non dovrebbe essere intesa come S? Non credo proprio serva una frequenza superiore ai 30', e con ciò? Le caratteristiche di una buona S le ha tutte, ma essendo che Milano è comunque una città decisamente asimmetrica fra periferia sud e nord, è chiaro che non possa esserci la stessa frequenza dappertutto
Io credo molto in un sistema di linee e sottolinee, la base può anche essere 30' , perché no, ma l'importante è che nelle tratte "urbane", sia almeno di 15'
Linee e sottolinee si intende
S1 Saronno-Lodi (30')
S1/ Saronno-Melegnano (30')
Saronno-Melegnano->ogni 15'
O, in uno scenario ideale anche:
S5 Treviglio-Gallarate
S5/ Treviglio-Parabiago
Treviglio-Parabiago->ogni 15'
Bisogna puntare sulla frequenza, si, ma soprattutto va razionalizzato il numero di linee poco frequenti in favore di meno linee ma più frequenti
Poi servono nuove fermate. Assolutamente. Le S di Monza sono in realtà dei R sia come raggio di estensione che come passo delle fermate. Come avvio andava bene, ma adesso è ora veramente di creare il livello di servizio inferiore ,la famosa S corta di Carnate, che abbia almeno il doppio delle fermate che ci sono adesso
E poi... Materiale dedicato e capotreno abolito, tempi di sosta nelle fermate giusti e commisurati ad una S-Bahn e non a un IC ,allunghi traccia praticamente inesistenti, va da se che serva infrastruttura dedicata il più possibile. Il sistema è partito 20 anni fa, è stato un qualcosa di veramente incredibilmente innovativo per l'Italia, ma adesso, con dei limiti di capacità evidenti nelle ore di punta, e una disarmante mancanza di abitudine all'uso del treno nella morbida*, è il momento di fare un upgrade

*Non fraintendetemi, non sto dicendo che i treni in morbida sono vuoti, sto dicendo che c'è troppa differenza di carico fra punta e morbida, e che il treno è troppo poco parte delle abitudini. Che poi il tutto sommato discreto servizio, si faccia pubblicità da solo, e attragga utenza è bello e normale. Ma ormai, bisogna andare oltre ai cariconi della punta e al sorprendersi del vedere gente in treno in morbida. L'obiettivo da raggiungere è la metropolitana. Sempre piena, e facente parte della quotidianità
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8857
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trenord (2017)

Postby serie1928 » Wed 29 July 2020; 23:40

È un problema di definizione del servizio non di singole linee, e non è nemmeno un problema di utenza. Il servizi deve essere tale poi l’utenza arriva se il potenziale ė quello che ho ipotizzato.
L’asimmetria ė un problema, certo, ma le linee passanti sono necessarie anche se da un lato rischiano di essere sottoutilizzate.
Lo schema attuale è da superare, e personalmente non sono favorevole a destinazioni incrociate. In tal senso la S13, come è oggi e come prevista in futuro, non ha ragione di esistere. Tantomeno le “barrate”.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10969
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Trenord (2017)

Postby luca » Thu 30 July 2020; 7:30

Cioè, giusto per capire, quale sarebbe la tua idea di impostazione del servizio?
(Forse qualche moderatore dovrebbe essere così gentile da spostare la discussione senza mandarci parolacce : ) )
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8857
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Trenord (2017)

Postby serie1928 » Thu 30 July 2020; 13:31

luca wrote:Cioè, giusto per capire, quale sarebbe la tua idea di impostazione del servizio?
(Forse qualche moderatore dovrebbe essere così gentile da spostare la discussione senza mandarci parolacce : ) )

Per farla breve, avevo già espresso altrove le mie idee. il tutto si dertermina a partire da due criteri base:
- frequenza di base 15/20 minuti (personalmente ritengo sufficienti i 20')
- velocità commerciale incrementata, anche di poco: 5 km/h. Magari trovando il modo di aumentare la velocità nel Passante.

Dati questi due criteri vanno identificate le linee. Limitandomi a quelle che usano il Passante: S1/2/5/6, abolendo S2/4. Chi vuole andare a Cadorna, il cui asse viene servito esclusivamente da R e RE, dovrà cambiare.
Stabilito ciò si verificano i limiti di tale soluzione e si pianificano le opportune soluzioni, ad esempio: interscambio tra S1/2 e R/RE al medesimo marciapiede, sistematicamente, mediante opportuni interventi infrastrutturali.

L'attuazione avviene poi linea per linea nel momento in cui saranno date le condizioni al contorno. Fino a completa attuazione il nuovo schema esso va fatto convivere con l'attuale modificando quest'ultimo man mano che quello nuovo procede.

In generale vanno posti livelli qualitativi superiori a quelli attuali: p.e. l'accesso ai treni deve avvenire senza le pedane mobili perchè il treno accosta alla banchina a 5cm +/-1 in orizzontale e 2cm +/-1 in verticale. Ecc.
Solo quando tutte le fermate ed i treni avranno tali livelli qualitativi, si trasforma la linea al nuovo schema.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10969
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Trenord (2017)

Postby Stone » Mon 03 August 2020; 21:43

Sono usciti i nuovi orari con le riduzioni (su un servizio già ridotto) di agosto.
A titolo di esempio S9 oraria tutto il giorno con qualche rinforzo nei feriali per le ore di punta, S11 anche lei oraria nei festivi ma semioraria completa nei feriali.
Stone
 
Posts: 39
Joined: Sat 21 November 2015; 11:34

Re: Trenord (2017)

Postby RuRu » Mon 03 August 2020; 22:53

E come al solito il sito trenord riesce a essere in contraddizione con se stesso, dato che il quadro orario segnala il 10800 come effettuato solo fino al primo agosto, ma my-link sostiene che stamattina (3 agosto) sia stato effettuato regolarmente...
RuRu
 
Posts: 479
Joined: Sat 14 November 2009; 18:33

PreviousNext

Return to Treni regionali e suburbani

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 24 guests