vetture carrelli 1500 (chiamate anche '28)

I tram, urbani ed interurbani

Moderators: Hallenius, teo

Postby Julius2003 » Thu 23 November 2006; 19:50

Flemi70 wrote:
prazene wrote:Non è un rottamaio e la vettura è messa molto bene. E' di un privato che se l'è comprata e la tiene in giardino.

E' la vettura 1998 che si trova a Cologno Monzese c/o un concessionario d'auto?

Dovrebbe essere quella.. praticamente alla rotonda sotto la tangenziale.
Julius2003
 
Posts: 188
Joined: Tue 22 August 2006; 18:02
Location: Milano, Crescenzago

Postby linea gialla » Thu 18 January 2007; 2:18

è la 1998 che è a cologno confermo l'ho fotografata la scorsa estate
Alberto
linea gialla
 
Posts: 354
Joined: Wed 17 January 2007; 18:39

La '28 non ci sarà più

Postby '28 » Fri 16 February 2007; 22:46

Prepariamo una tanichetta Board Lord, che in un altro topic aveva scritto

Board Lord wrote:MA SIETE PAZZI????? Sono uno dei simboli di Milano. Le 28 ci saranno ancora quando voleranno le auto. Giuro che mi do fuoco davanti al comune se osano toccarle.


e perchè penso che di '28 resterò solo io, in servizio sulle strade di Milano?

Ieri ero in giro per affiggere dei manifestini di un concerto al Dal Verme di musica tolkieniana più conferenza, giochi di ruolo laboratori e mostre d'arte (se a qualcuno interessa http://dalverme.tolkieniana.net) e sono capitato alla Hoepli dove casualmente Ogliari stava presentando un suo libro (Storia dei ram milanesi) con uno scrittore di cui non ricordo il nome e Soresina (sulla locandina c'era scritto che era Soresina, ma poi quando mi sono rivolto a lui con questo nome mi hanno detto che non era lui senza specificare chi fosse... ho molto elucubrato su questo e penso fosse proprio Soresina, però prendetela con beneficio d'inventario).
Ogliari ha parlato con la sua retorica ottocentesca degli anni ruggenti di Milano, quelli che ebbero l'incipit del 1860 con la rinascita della città mediante la costruzione del salotto di milano (la galleria) alla costruzione in soli due anni delle carrelli, lavoro per cui tutta l'Italia lavorò.
Il libro contiene solo foto di tram d'epoca, per intenderci niente jumbo.
Soresina (il presunto) parla dell'importanza dei tram a Mialno, lunica città che li ha mantenuti dopo gli anni sessanta e dice che Milano ha tre simboli, il Duomo, il Panettone e il tram.
Ma lo dice in un modo che non mi convince. Anche Ogliari concorda sul fatto che il tram sia un simbolo di Milano. Ma anche qui c'è qualcosa che non mi convince.
Così chiedo a lui e ad ogliari se con Tram intendessero qualsiasi tram o le ventotto. Risposta qualsiasi tram (da parte di entrambe, anche quello che scrive libri per nostalgici con toni retorici), e in più, il presunto Soresina: la ventotto è vecchia, è scomoda, i vecchietti fan fatica, mica si può andare sempre avanti così...
Ne terremo qualcuna per il museo e per i servizi speciali.
Al tutto si aggiunge la dichiarazione di Soresna (presunto) che Sirio ed Eurotram non dureranno mica come le Ventotto (e questo lo sapevamo), dureranno una decina d'anni - quindici (e questo mi ha sorpreso!).
La fretta di attaccare il mio manifestino e il rispetto per l'ultraottuagenario Ulrico Hoepli, presente in sala, hanno fatto sì che non replicassi.

Visto che il panettone non lo fanno più a Milano, ma oramai lo fanno in tutto il mondo, e visto che presto di Ventotto per le strade ce ne saranno solo a S. Francisco, io imparo l'inglese, se c'è un'architetto fra di voi cominci a pensare se il Duomo sta meglio al di qua o al di là del Golden Gate...

Ciao!
"Chi vive senza follia non è così saggio come crede." François de La Rochefoucauld
User avatar
'28
 
Posts: 138
Joined: Sat 23 December 2006; 22:29
Location: Milano

Postby paco_74 » Sat 17 February 2007; 1:19

non ci sono commenti
'28 per sempre;
ridateci l'11, 13, 20, 21 e 29/30


siiiii!! al recupero dei tram accantonati, e no e poi no e ancora no alla cannibalizzazione e demolizione dei tram
User avatar
paco_74
 
Posts: 2538
Joined: Thu 11 May 2006; 11:29
Location: Milano - Lodi TIBB, (ex 13 e 20) 90, 91 e 92

Re: La '28 non ci sarà più

Postby skeggia65 » Sat 17 February 2007; 1:37

'28 wrote:La fretta di attaccare il mio manifestino e il rispetto per l'ultraottuagenario Ulrico Hoepli, presente in sala, hanno fatto sì che non replicassi.
Trovo poco credibile la presenza di Hoepli, dato che risulta morto da qualche tempo.....circa 72 anni!
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15417
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Postby fra74 » Sat 17 February 2007; 1:44

Mah a parte la durata ipotetica di Sirio o Eurotram, che spero vivamente sia un po' maggiore :P il resto del discorso mi sembra tutto sommato condivisibile. Si può forse negare che le '28, per quanto si possa essere legati a questo tram, non sono adatte ormai ad un moderno servizio tramviario. Non è forse vero che sono scomode per gli anziani? Si può forse negare che i futuri mezzi elettronici avranno vita molto più breve?
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 25079
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Postby paco_74 » Sat 17 February 2007; 1:57

spero che le '28 ci siano fino al mio ultimo giorno di vita
'28 per sempre;
ridateci l'11, 13, 20, 21 e 29/30


siiiii!! al recupero dei tram accantonati, e no e poi no e ancora no alla cannibalizzazione e demolizione dei tram
User avatar
paco_74
 
Posts: 2538
Joined: Thu 11 May 2006; 11:29
Location: Milano - Lodi TIBB, (ex 13 e 20) 90, 91 e 92

Postby lanciaesagamma » Sat 17 February 2007; 13:04

Beh, teoricamente sono 25 anni che si parla di sostituire le Ventotto, e bene o male ne circola ancora un centinaio... Se il problema è quello dell'accessibilità, allora bisognerebbe eliminare anche 46/47xx, 48xx e 49xx... Alla fine ci troveremmo un parco tramviario accessibile, ma decimato... Non so cosa sia meglio...
Quanto alla durata di Eurotram e Sirio, penso anch'io che non dureranno molto a lungo. 10-15 anni come un autobus però mi sembrano pochi, un tram analogo a una 71xx non costa circa 1 milione di euro, contro i circa 250/300mila euro di un 491.18? Tanto per fare un raffronto... Poi è ovvio che una 71xx, solo per capienza, vale il doppio di un normale autotreno...
A.T.M. MILANO
User avatar
lanciaesagamma
 
Posts: 5479
Joined: Sat 08 July 2006; 13:17
Location: Milano

Postby paco_74 » Sat 17 February 2007; 22:41

secondo me per ammortizzare bene i costi i sirio e gli eurotram dovrebbero tirare i 20 come minimo
'28 per sempre;
ridateci l'11, 13, 20, 21 e 29/30


siiiii!! al recupero dei tram accantonati, e no e poi no e ancora no alla cannibalizzazione e demolizione dei tram
User avatar
paco_74
 
Posts: 2538
Joined: Thu 11 May 2006; 11:29
Location: Milano - Lodi TIBB, (ex 13 e 20) 90, 91 e 92

Postby lanciaesagamma » Sun 18 February 2007; 22:40

Più che altro, mentre quando si buttano via gli autobus si tirano in ballo le solite storielle che inquinano perchè appartenenti alla precedente classe di "Euro -", perchè non sono ribassati o lo sono solo in parte ecc., con gli Eurotram non so a che titolo li si possa buttare via... Come non inquinano oggi, non inquineranno nemmeno tra ottant'anni, ribassati sono ribassati, e allora via col fatto che la manutenzione costa troppo... :( una via per buttare macchine ancora perfettamente funzionanti la si trova sempre... :evil:
Però se tutto questo affanno per la manutenzione dei nuovi rotabili tranviari ha un minimo di coerenza, le 1500 dovrebbero durare ancora molto a lungo... Altrimenti, ripeto, si dovrebbe considerare l'idea di fermare anche tutte le serie successive ad esclusione dei Sirio, in quanto altrettanto inacessibili a disabili e anziani con difficoltà motorie!
A.T.M. MILANO
User avatar
lanciaesagamma
 
Posts: 5479
Joined: Sat 08 July 2006; 13:17
Location: Milano

Postby friedrichstrasse » Mon 19 February 2007; 14:26

Sì ma che pXXXe la storia dell'accessibilità.
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Postby lanciaesagamma » Mon 19 February 2007; 14:49

Ma ancora ancora il discorso dell'accessibilità lo accetto... Mi fa incavolare sul serio quando si butta via un autobus CHE FUNZIONA ANCORA BENISSIMO solo perchè è Euro 0... Ma lo vogliamo capire che è meglio un solo autobus Euro 0 in circolazione, che non 100 autovetture private Euro 4?? E lo vogliamo capire che i fondi sono limitati, e che se da giugno l'AGI deve buttare via tutti gli Iveco 370 che utilizza per il servizio (giusto per fare un esempio) spariranno un sacco di corse perchè non sarà possibile tamponare immediatamente la situazione con un adeguato numero di autobus nuovi "a basse emissioni", e di conseguenza ci sarà un aumento vertiginoso dell'utilizzo dell'auto privata?
Evidentemente Formigoni non ci arriva a fare questo elementare ragionamento, poverino... E poveri noi, da che gente siamo amministrati...
L'accessibilità è un problema effettivo per chi non è più giovanissimo, purtroppo un tram non costa come un autobus e tra le altre cose sembra ormai dato per assodato che quelli vecchi (fino alle 49xx) funzionano meglio di quelli nuovi sulla rete Milanese... Il tram oggi è concepito come una sorta di metropolitana leggera, che mal si adatta a continue curve, scambi ecc., infatti tutti gli scossoni che facilmente si percepiscono sui Sirio sono sconosciuti alle 49xx...
Io sono un innovatore, ma per quanto offre oggi il mercato i vecchi tram di Milano li vedo difficilmente sostituibili, sia per le dimensioni che in molti casi sarebbero assolutamente inutilizzate, se si usassero mezzi tipo le 75xx (il 5 o il 23 per esempio), sia per le strade strette e le curve continue...
A.T.M. MILANO
User avatar
lanciaesagamma
 
Posts: 5479
Joined: Sat 08 July 2006; 13:17
Location: Milano

Postby '28 » Sat 24 February 2007; 0:15

OT

Penso che il Sirio sia la cosa tecnicamente più assurda che ho visto negli ultimi tempi: si è tornati a uno stadio tecnico precedente carrelli per questo motivo: il sirio non è un tram a carrelli, ma un serpentone di due assi unite insieme da delle passatoie, o delle giostre, non so bene nel linguaggio tecnico come si chiamino...
Questo è l'unico motivo degli scossoni. il sistema per evitare gli scossoni lo hanno inventato ai primi del novecento: i carrelli.

Chiuso OT
Accessibilità. E' vero. la carrelli non è accessibilissima per gli anziani, ma resta pur sempre il modello con il pianale più basso (e si tratta di almeno una trentina di centimetri) se si escludono sirio e eurotram. Inoltre è l'unico modello, esclusi sempre gli ultimi due, a non avere al suo interno gli scalini a parte i due scalini bassi in testa e in coda, che a quanto ne so una volta manco esistevano e forse si potrebbero eliminare nuovamente. Le altre serie anno tutte delle rampe di scalini al loro interno dove far ruzzolare anziani e donne con la spesa allegramente.
Teniamo poi conto che il pianale della carrelli non è altissimo dal piano del ferro, saranno 50, 60 cm. Non si potrebbero prevedere delle fermate rialzate con rampa transitabile dalle carrozzine? Non costerebbe molto meno che sostituire l'intero parco tramviario? Con un po' di ingegno si potrebbe fare.

La cosa più ridicola dei discorsi che ho riportato nel post precedente poi è il discorso dei sostegni: non sono abbastanza? e aggiungicene, perDio! No.. dobbiamo comprare il Tramtuttonuovo!

Io lavoro in una ditta, abbiamo impianti nuovi e vecchi, fanno lavori che li sottopongono ad usure elevatissime, tra le più elevate in campo industriale, e quelli vecchi di quarant'anni il più delle volte sono veri catorci, però a volte vanno meglio dei nuovi. Dipende tutto da come furono costruiti e da come vengono mantenuti. La carrelli penso sia paragonbile ad uno di questi ultimi.
"Chi vive senza follia non è così saggio come crede." François de La Rochefoucauld
User avatar
'28
 
Posts: 138
Joined: Sat 23 December 2006; 22:29
Location: Milano

Postby ambrogio mortarino » Sat 24 February 2007; 10:46

Un piccolo dato, che se fosse attendibile darebbe ragione a Soresina sul fatto che i nuovi tram durano 10-15 anni: pare che gli eurotram funzionanti siano una quindicina su 26 costruiti...
Saluti
Ambrogio
User avatar
ambrogio mortarino
 
Posts: 723
Joined: Fri 07 July 2006; 8:41

Postby Sirio » Sat 24 February 2007; 13:30

pare che gli eurotram funzionanti siano una quindicina su 26 costruiti


Ma togliamo il "pare", perchè è la verità. Del resto,se funzionassero tutti, non ci sarebbe la necessità di effettuare alcune tabelle del 15 con i Jumbo 4900, ma basterebero gli Eurotram e basta, come i Sirio sul 4.

Chiuso l'OT, tornando alle '28, se paragoniamo la loro accessibilità a quella dei Jumbo allora forse vincono le'28 stesse. Comunque, tralasciando appunto il discorso sull'accessibilità, a me pare che diverse unità siano più "scattanti" di altre, così come alcune misembrano molto più lente del normale...c'è qualche differenza tra tutte le unità circolanti (un poì come c'è diferenza tre le 4900-4949 e le 4950-4999)?
Last edited by Sirio on Sat 24 February 2007; 13:31, edited 1 time in total.
Sirio
 
Posts: 529
Joined: Fri 15 September 2006; 14:52
Location: bassa Brianza

PreviousNext

Return to Tram

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests