Londra

Moderators: Hallenius, teo

Re: Londra

Postby Federico_2 » Sun 09 October 2016; 14:35

Non conosco dettagli sulla capacità della DLR di Londra. Dico solo che si tratta di un sistema all'epoca innovativo e ad oggi risulta uno dei pochi al mondo ad aver sostituito il macchinista e il capotreno con un'unica figura che effettua entrambe le funzioni, denominata PSA.
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta
Federico_2
 
Posts: 16108
Joined: Tue 04 September 2007; 18:39

Re: Londra

Postby spiff » Mon 10 October 2016; 12:26

a me non sembra di aver visto personale di bordo, ma magari c'era una addetto sul treno non saprei. mi è sembrato strano vedere una linea automatica senza porte di banchina.

qualcuno sa quanti vagoni hanno e quanti passeggeri portano i treni delle metropolitane londinesi? ci sono differenze tra le linee "tube" e le linee ex a vapore o magari costruite con standard più moderni?
User avatar
spiff
 
Posts: 1674
Joined: Wed 03 October 2007; 11:46
Location: Milano Santa Giulia

Re: Londra

Postby ThePresident19 » Mon 17 October 2016; 19:22

Prova a dare un' occhiata a questo articolo: https://en.wikipedia.org/wiki/London_Un ... ling_stock
Pultroppo nella versione italiana c'è scritto poco o niente
ThePresident19
 
Posts: 56
Joined: Thu 29 October 2015; 20:29
Location: Milano (Cimiano)

Re: Londra

Postby Federico_2 » Tue 18 October 2016; 11:08

spiff wrote:a me non sembra di aver visto personale di bordo, ma magari c'era una addetto sul treno non saprei. mi è sembrato strano vedere una linea automatica senza porte di banchina.

Non ci sono porte in banchina ma l'addetto PSA, che svolge sia la funzione di macchinista che di capotreno, é sempre presente. Diversamente, chi chiude le porte?
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta
Federico_2
 
Posts: 16108
Joined: Tue 04 September 2007; 18:39

Re: Londra

Postby spiff » Wed 19 October 2016; 9:30

^^ ho dato per scontato fosse tutto automatico.

ThePresident19 wrote:Prova a dare un' occhiata a questo articolo: https://en.wikipedia.org/wiki/London_Un ... ling_stock
Pultroppo nella versione italiana c'è scritto poco o niente


interessante! a parità di casse un treno della piccadilly o della northern portano metà circa delle persone che portano i convogli delle linee pesanti di milano: un bel "handicap".
User avatar
spiff
 
Posts: 1674
Joined: Wed 03 October 2007; 11:46
Location: Milano Santa Giulia

Re: Londra

Postby Trullo » Wed 19 October 2016; 10:11

E' comune alle metropolitane più antiche, come Parigi
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26659
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Londra

Postby spiff » Wed 19 October 2016; 11:40

anche madrid la ricordo molto piccola, glasgow, la linea 1 di budapest, ecc...
User avatar
spiff
 
Posts: 1674
Joined: Wed 03 October 2007; 11:46
Location: Milano Santa Giulia

Re: Londra

Postby picopico1972 » Wed 09 November 2016; 20:39

A memoria non ricordo un incidente così grave per un deragliamento di un tram, almeno nel recente passato.
http://www.repubblica.it/esteri/2016/11 ... 151680771/
picopico1972
 
Posts: 437
Joined: Wed 03 October 2012; 15:00

Re: Londra

Postby LUCATRAMIL » Thu 10 November 2016; 12:16

Paracadutiamogli un assessore milanese che sa come fare!
Misure di sicurezza urgenti: Distanziamento! blocco scambi! raddrizzamento curve! auto nelle preferenziali! Impiccagione dei semafori asserviti (e traditori delle auto)! Cancellazione della parola tram dai vocabolari!
Va là che qualcuno scoprirà che anche nella Grande Londra dell'underground usano il tram.
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3654
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Londra

Postby S-Bahn » Thu 10 November 2016; 12:23

E' peraltro da segnalare l'ignoranza (e la spocchia, visto che non ha nemmeno avuto l'umiltà di scopiazzare da Wipedia) del giornalista, tale Enrico Franceschini, che scrive "c’è ancora anche un antiquato servizio di tram su rotaie nella capitale britannica" Tanto antiquato che è stato inaugurato nel 2000.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52064
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Londra

Postby skeggia65 » Thu 01 December 2016; 0:53

Tempo fa in altro thread siamo finiti a parlare dell'aumento del traffico a Londra (non ritrovo la discussione, accidenti agli OT! :mrgreen: ).
Vado a memoria.
Secondo qualcuno l'aumento del traffico, stante la diminuzione del numero di auto, sarebbe dovuto a una politica anti auto di cui si è persa la misura.
Qualcun altro naturalmente ha contestato questa visione.
Ora riporto la testimonianza di un forumer di altro forum (SSC) che da Roma si è trasferito a Londra.

Ora, a me pare che la prima ipotesi sia esatta, a giudicare dalla testimonianza.

http://www.skyscrapercity.com/showpost. ... ount=13909
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15444
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Londra

Postby Hallenius » Thu 01 December 2016; 1:08

skeggia65 wrote:Tempo fa in altro thread siamo finiti a parlare dell'aumento del traffico a Londra (non ritrovo la discussione, accidenti agli OT! :mrgreen: ).

QUI
Ho cercato la parola "lobby"... dove c'è lobby c'è Fried :mrgreen:
Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt
User avatar
Hallenius
Moderatore
 
Posts: 1546
Joined: Fri 13 September 2013; 0:42

Re: Londra

Postby skeggia65 » Thu 01 December 2016; 1:22

:mrgreen:

Grazie. Vedo che in realtà ho innescato io l'OT (fosse stata la prima volta... :roll: ).

Comunque, attendo considerazioni.
Rimango della mia idea.
Non ho dati sull'inquinamento, ma che il traffico (pur con poche auto) sia assurdo sembra un dato di fatto.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15444
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Londra

Postby friedrichstrasse » Thu 01 December 2016; 1:23

Non dimentichiamo che lo scopo delle politiche anti-auto del mondo anglosassone non è certo di diminuire la congestione, bensì quello di trasformare l'economia urbana da produttiva a finanziaria, stimolando la speculazione edilizia e spezzando i rapporti fra città e territorio.

Le ultime elezioni americane hanno evidenziato un paese diviso fra inner cities e sobborghi, con due schieramenti sempre più estremisti che non parlano più la stessa lingua. Due nazioni diverse, di fatto.
E fra Londra e l'Inghilterra il discorso è lo stesso.
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Londra

Postby S-Bahn » Thu 01 December 2016; 10:25

A parte l'allargarsi in macro-considerazioni sociali, stando su Londra, di cosa stiamo parlando?

Londra è la più grande città d'Europa per estensione e con la conurbazione anche come abitanti, visto che sono circa 14 milioni. Anche se solo 1/3 di questi abitanti possiede e usa l'automobile sono oltre 4 milioni e mezzo di automobili in circolazione (1/3 mal contato perché la percentuale del 30% è sicuramente riferita all'area strettamente urbana di quasi 9 milioni di abitanti, e quindi sono 3 milioni di auto cui aggiungere le auto degli altri 5 milioni che vivono nell'aera metropolitana dove come minimo la percentuale è ribaltata, 70-30).

A questo si aggiunge una gestione del TPL "a gerarchia semplificata" ovvero la metro dove c'è e dove ce la fa, e poi un esercito di autobus unico al mondo che riempie le strade. Mettiamoci anche che è una città finanziaria, e lo è sempre di più, con un uso che nella City è elevatissimo del taxi, Un taxi non viene contato tra le auto private ma è in giro tutto il giorno a macinare Km e congestione in centro.

Quindi ci meravigliamo che Londra abbia un traffico infernale e frettolosamente attribuiamo la congestione a qualche provvedimento di contenimento del traffico privato? A metà del XIX Londra, prima e molto più di qualunque metropoli al mondo, vedeva una grande congestione stradale di carri e carrozze, prima ancora che fosse inventata l'automobile.

Edit
Mi tocca di citarmi per ripetere quello che avevo scritto tempo fa
Va fatto il conto complessivo dei veicoli, non solo delle auto private. C'è appunto la percentuale in più di "Uber", più o meno fuori dall'ora di punta, e l'aumento esponenziale delle consegne dei corrieri frutto dell'aumento degli acquisti on-line. Poi ci sono una serie di cantieri stradali e non, ma naturalmente la maggiore responsabilità non può che essere delle biciclette e delle ciclabili, anche se non arrivano al 3% della rete stradale in area centrale, ma tant'è...
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52064
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

PreviousNext

Return to Trasporti urbani all'estero

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests