Page 1 of 8

Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 0:23
by DanieleTO
Su suggerimento di john1981, e pensando di fare cosa gradita a tutti i forumer, apro un thread sul Lago dei Quattro Cantoni (noto anche come Vierwaldstaettersee o Lago di Lucerna). :P
john1981 wrote:Ciao a tutti,
mi sono appena iscritto al forum.
Ovviamente sono appassionato di navigazione!
Vorrei pubblicare una notizia relativa al Lago di Lucerna (p.fo Unterwalden).
Non ho trovato un titolo.
Ne apriamo uno?
Ciao

Aspettiamo le tue news!!!! :!: :!: :wink:

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 13:34
by john1981
Ciao a tutti,
apro questo argomento con una bella notizia.
Sul lago di Lucerna esistono 5 piroscafi:
1) Uri (1901)
2) Unterwalden (1902)
3) Schiller (1906)
4) Gallia (1913)
5) Stadt Luzern (1928)

Il piroscafo Unterwalden, dal 2008, è stato sottoposto ad una revisione generale.
Adesso, dopo oltre 2 anni di lavori, è stato varato.
I lavori di finitura proseguiranno per alcuni mesi, poi prenderà servizio con il nuovo orario primavera - estate della SGV.
Anche questo piroscafo, dopo Uri, Schiller e Gallia, è stato quindi integralmente restaurato, questo significa che potrà rimanere in servizio per almeno altri 25 anni.
Questa è la politica di lungo periodo della SGV, che, evidentemente, crede che i propri piroscafi siano una risorsa da valorizzare.
Vorrei allegare una foto: come si fa?

Grazie ciao

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 13:52
by Coccodrillo
Per le foto devi usare Imageshack: viewtopic.php?t=103

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 15:34
by john1981
Ciao a tutti, ecco una foto dell'Unterwalden appena varato, dopo la revisione generale.

Image

Come si può notare, mancano ancora le finiture, ma il bellissimo fregio di prora è già al suo posto.
Commenti?

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 16:21
by john1981
L'Unterwalden ha una storia lunga ed affascinante.
La DGV (ora SGV) all'inizio del XX secolo aveva bisogno di due nuovi piroscafi e decise di commissionarli ai due noti costruttori svizzeri Sulzer e Escher Wyss.
Il primo entrò in servizio nel 1901 con il nome di Uri; il secondo nel 1902 con il nome di Unterwalden.
La DGV voleva due battelli a ruote veloci, moderni e con interni che potessero essere alla pari con quelli dei migliori alberghi sul lago.
Nacquero così i saloni dell'Uri in stile neobarocco e dell'Unterwalden in stile rococò, entrambi allestiti dalla ditta milanese Cassina.
I due piroscafi erano molto simili per le dimensioni e l'architettura (caldaie a poppa della macchina a vapore); anche la potenza era simile (circa 650 cv), così come la velocità (26-27 km/h).
L'unica piccola differenza era la larghezza: l'Unterwalden era più stretto di circa 80 cm.

Il battello rimase invariato sino agli anni Venti, quando fu aggiunta una cabina di comando.
Poi, fu usato con regolarità sia sulla rotta per Fluelen, sia su quella verso Alpnachstadt.

Verso il 1950 l'alimentazione delle caldaie fu trasformata a olio pesante.

Nel 1960 fu costruito il ponte autostradale ad Acheregg: i piroscafi, con il loro fumaiolo e gli alti alberi, non potevano più raggiungere Alpnachstadt.
Fu deciso allora di trasformare due di essi per permettere loro di mantenere la rotta verso Alpnachstadt.

L'epoca del vapore stava volgendo a termine; si scelse di trasformare i due piroscafi più "vecchi" (all'epoca si ragionava così, oggi diremmi quelli "più antichi"), ossia l'Uri e l'Unterwalden.
I lavori furono eseguiti senza alcun rispetto per l'estetica.
Sull'Unterwalden, fu aggiunta una tettoia di metallo sopra il ponte superiore; il fumoir di prima classe venne sacrificato, per permettere alla cabina di comando di abbassarsi; il fumaiolo fu sostituito, così come gli alberi.
Anche gli interni vennero alterati, con nuove sedie nel salone.
All'epoca, il rispetto dei saloni era scarso, anche il Savoie venne "modernizzato", così come il Montreux.

Con queste modifiche, l'Unterwalden riprese a navigare.
Già a metà degli anni Sessanta, era chiaro che, senza interventi di grande manutenzione, il piroscafo era destinato ad un progressivo deterioramento.
La SGV, all'epoca, puntava molto sulle motonavi, e anche l'Uri non era considerato una risorsa.
Solo lo Stadt Luzern, grazie alla sua capacità di trasporto, veniva regolarmente aggiornato e mantenuto in uno stato perfetto.

Nel 1970 la SGV annunciò che, dopo il Pilatus, uscito di scena nel 1969, un altro piroscafo era destinato a lasciare la flotta.
Tutti pensarono all'Unterwalden, che era in cattive condizioni ma, invece, toccò al bellissimo Wilhelm Tell.
Da quel momento anche l'opinione pubblica iniziò a considerare i piroscafi rimasti come un bene da conservare.
L'Unterwalden, dopo il 1975, venne usato sempre meno.
Nel 1977 venne fermato e nel 1978 arrivò una nuova motonave, dal nome di Unterwalden.
Grazie all'associazione "Amici dei battelli a vapore" (Dampferfreunde), la SGV fu costretta a rinunciare alla demolizione, pressoché imminente.
Il battello fu poi restaurato tra il 1982 ed il 1985, pur mantenendo l'aspetto estetico poco gradevole risultante dai lavori del 1960. Fortunatamente, il salone venne riportato al suo splendore originario.
Dopo il 1985, l'esistenza dell'Unterwalden non fu più oggetto di discussione.

Verso il 2002 era necessaria una nuova revisione generale.
Si decise di effettuare un restauro completo, come già avvenuto per l'Uri tra il 1991 ed il 1994: nuove caldaie, sostituzione delle lamiere arrugginite, rifacimento di buona parte delle sovrastrutture, modernizzazione degli impianti di bordo.
Un'ulteriore discussione riguardò l'estetica: si voleva riportare l'aspetto esterno allo stato pre 1960. Dal momento che era necessario mantenere la possibilità di raggiungere Alpnachstadt, la cabina, il fumaiolo e gli alberi dovevano essere sempre abbassabili. Si decise anche di ripristinare il fumoir e la tenda sul ponte superiore, eliminando l'antiestetica copertura di metallo.
Con questi presupposti, sono partiti nel 2008 i lavori, che si concluderanno nei primi mesi del 2011.
Nella sostanza, non sono differenti da quelli del La Suisse: recupero anche dell'estetica e migliore funzionalità del battello.
Un esempio, ovviamente, da seguire.

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 19:22
by DanieleTO
^^ Che meraviglia, l'"Unterwalden" nel suo nuovo aspetto!!!! :D
I lavori non sono ancora finiti, ma già si nota quanto questo piroscafo stia riprendendo l'aspetto originario!!!! 8--)

P.S.: la foto é tua o di Mario Gavazzi?!?

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Fri 26 November 2010; 19:39
by john1981
Ciao,
la foto è di Mario Gavazzi.
Appena riesco, inserisco un paio di foto mie (dell'anno scorso)

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Mon 13 December 2010; 16:50
by Viersieben
Piroscafo Rigi al Museo di Lucerna. I lavori per riportarlo allo stato originale del 1870 sono ancora in corso, come si può leggere sul sito del Museo.

Image

Image

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Mon 13 December 2010; 17:07
by Coccodrillo
Rivedrà mai il lago?

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Tue 14 December 2010; 0:06
by Viersieben
Non lo so, ma mi sorprenderebbe se lo facesse.

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Tue 14 December 2010; 10:34
by mincio I
Il piroscafo Rigi sembra far rivivere vecchie litografie di metà ottocento , è bellissimo !! Complimenti !! Voglio diventare svizzero !

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Thu 16 December 2010; 0:37
by john1981
Ciao a tutti,
da quello che ho capito il bellissimo RIGI rimarrà statico. Il restauro ha avuto lo scopo di riportarlo allo stato originario, ma non è previsto l'impiego in servizio sul lago.
Anche noi sul lago di Como avremmo potuto trasportare un piroscafo fermo (mi viene in mente, casualmente, il Plinio...), restaurarlo e sistemarlo in maniera appropriata in un museo (come quello dello Scienza e della Tecnica a Milano.

Inserisco un'immagine dell'Unterwalden nel 2008

Image

Si vedono benissimo le alterazioni alla linea a seguito dei lavori del 1960-61.

Ecco alcune foto dell'interno.

Cominciamo dalla macchina Escher Wyss

Image


Ecco il salone, verso poppa. Si noti la luminosità, che fa risaltare il bellissimo parquet

Image


Ancora il salone, verso prora. Tutto l'arredo e le finiture sono opera della ditta milanese Cassina. Quindi, il piroscafo è anche un po' italiano...

Image


Ecco altri particolari del salone.


Image


Image

Tutte le opera in legno sono originali. Senza dubbio, si tratta di uno dei battelli più caratteristici d'Europa!

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Thu 16 December 2010; 10:22
by mincio I
Bellissimo l' Unterwalden , da notare i finestrini con la parte superiore ad arco che nei piroscafi dei nostri laghi sono rettangolari ad inizio '900 (Piemonte e Zanardelli ) diventano ad arco già con L'Italia nel 1909 e poi anche il Conco mooolto più tardi ..
Bellissimo il mazzo di fiori sul pennone della bandiera di bompresso!!!! :D

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Thu 16 December 2010; 10:47
by Alessandro72
Bellissimo, è figlio degli stessi progettisti del nostro Plinio :cry: :cry: :cry: :cry:

Re: Lago dei Quattro Cantoni

PostPosted: Thu 16 December 2010; 16:15
by DanieleTO
john1981 wrote:Anche noi sul lago di Como avremmo potuto trasportare un piroscafo fermo (mi viene in mente, casualmente, il Plinio...), restaurarlo e sistemarlo in maniera appropriata in un museo (come quello dello Scienza e della Tecnica a Milano.

^^ Verissimo.
Hanno preferito metterci un sottomarino. :x
.....e per quello non hanno badato a spese!!! :|