Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Moderators: Hallenius, teo

Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby Trullo » Thu 19 March 2009; 17:19

Se doveste consigliare a vostro figlio, o a un amico più giovane, dieci opere di narrativa (quindi niente Antico e Nuovo Testamento, Corano, Capitale, scritti di Proudhon e Bakunin :mrgreen: ), cosa scegliereste?

Ci provo io, in ordine alfabetico per autore

Allende, La casa degli spiriti
Amado, Terre del finimondo
Bradbury, Fahrenheit 451
Buzzati, Il deserto dei tartari
Garcia Marquez, Cent'anni di solitudine
Lee, Il buio oltre la siepe
Pennac, Il paradiso degli orchi
Sciascia, Il giorno della civetta
Tolkien, Il signore degli anelli
Vargas Llosa, Pantaleon e le visitatrici
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby ing » Thu 19 March 2009; 19:33

Hugo: I Miserabili
Manzoni: I Promessi Sposi
Platone: Apologia di Socrate
King: La redenzione di Shawshank
Lussu: Un anno sull'altipiano
Vassalli: La Chimera
Lampedusa: Il Gattopardo
Christie: Assassinio sull'Orient Express
Levi: La Tregua
Guareschi: Zibaldino
ing
 
Posts: 5428
Joined: Wed 16 January 2008; 1:02

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby skeggia65 » Fri 20 March 2009; 1:32

Ho letto troppi libri per sceglierne "solo" dieci. Inoltre, parlando di narrativa, si rischia di scegliere soprattutto tra il genere preferito.
Preferisco citare il libro che ha fatto di me un divoralibri: Il richiamo della Foresta, di Jack London. Succhiato sotto un piacevole tepore di un pomeriggio primaverile, sul balcone di casa. Epoca: quarta elementare.
Seguì Ventimila leghe sotto i mari, di Jules Verne. A casa mia c'è un mare di libri, sicuramente più di 800.
Uno dei più piacevoli degli ultimi anni è "Il quinto giorno" di Schätzing.
Quello non mi è piaciuto per niente è "Sulla strada" di Kerouac. Una cagata pazzesca, quasi mi pentii di avere imparato al leggere.
Aggiungo: Praga, di tale Arthur Phillips (mi è stato regalato): non succede nulla, una noia mortale.
Tutti i libri di Dan Brown (anche quelli sono stati dei regali, per carità non comprateli!!!!) se la Chiesa non gli avesse fatto tutta quella pubblicità, probabilmente Dan Brown farebbe altro.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15009
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby Trullo » Fri 20 March 2009; 12:05

skeggia65 wrote:Preferisco citare il libro che ha fatto di me un divoralibri: Il richiamo della Foresta, di Jack London. Succhiato sotto un piacevole tepore di un pomeriggio primaverile, sul balcone di casa. Epoca: quarta elementare.

La stessa cosa è successa a me alla stessa età con Intorno alla luna, di Verne.
skeggia65 wrote:Quello non mi è piaciuto per niente è "Sulla strada" di Kerouac. Una cagata pazzesca, quasi mi pentii di avere imparato al leggere.
Aggiungo: Praga, di tale Arthur Phillips (mi è stato regalato): non succede nulla, una noia mortale.
Tutti i libri di Dan Brown (anche quelli sono stati dei regali, per carità non comprateli!!!!) se la Chiesa non gli avesse fatto tutta quella pubblicità, probabilmente Dan Brown farebbe altro.

Quoto il giudizio negativo su "Sulla strada" e su tutti i romanzi di Dan Brown che mi sono stati regalati (Codice da vinci, Crypto, Angeli e demoni, L'eredità dei ghiacci). Aggiungo ai consigli di non lettura "Va dove ti porta il cuore" della Tamaro, e "L'elenco telefonico di Atlantide" di Avoledo.
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby ing » Fri 20 March 2009; 12:46

Allora come non consigli, io dico Wilbur Smith, autentica spazzatura, Fred Vargas e quelli che scrivono per far dispetto al lettore, come De Lillo o Doeblin o Joyce
ing
 
Posts: 5428
Joined: Wed 16 January 2008; 1:02

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby EuroCity » Fri 20 March 2009; 18:42

Narrativa generale non saprei, ma fantascienza sì:

- il ciclo di Dune di Frank Herbert;

- il ciclo di Alastor di Jack Vance;

- Incontro con Rama di Arthur C. Clarke;

- il ciclo di Majipoor di Robert Silverberg;

- innumerevoili altri libri, di fantascienza e non (ho citato solo quelli che mi venivano in mente prima);

- nonché Asterix, Tintin e Valérian nel campo dei fumetti (la cui cultura è, a dire il vero, un po' trascurata in Italia, ma attivissima in Francia ed altrove).

Ci arriviamo, ad almeno 10 in tutto? Direi di sì: e tanto per non rimanere solo nel "tradizionale"...
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein
EuroCity
 
Posts: 12000
Joined: Wed 05 July 2006; 21:08
Location: Pavia

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby Trullo » Fri 20 March 2009; 18:57

Se consideriamo anche i fumetti, allora non posso fare a meno di citare
- Quino, l'argentino autore delle strisce di Mafalda
- Rumiko Takahashi, la "principessa del mamga", che in Giappone è popolare quanto da noi calciatori e rockstar, creatrice di alcune delle più belle serie a fumetti (da alcune delle quali, come Lamù e Ranma, sono state tratte anche serie animate trasmesse in Italia)
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby emagia » Fri 20 March 2009; 22:13

ing wrote:Platone: Apologia di Socrate


Nono,pure sul forum mi ritrovo Platone!!! La mia prof di filosofia che lo adora è da 4 mesi che lo sta decantando e non ne posso più!
Last edited by emagia on Fri 20 March 2009; 22:19, edited 1 time in total.
emagia
Utente espulso
 
Posts: 5668
Joined: Wed 11 June 2008; 11:13
Location: milano,vicino a Baggio e a Novara

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby Davide » Fri 20 March 2009; 22:17

La tua prof di filo? 8--)
Quali sono le tue opere di narrativa più importanti? :)
Grazie Coccodrillo!
User avatar
Davide
 
Posts: 4131
Joined: Sun 30 December 2007; 23:46

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby ing » Sat 21 March 2009; 0:36

L'Apologia di Socrate è un capolavoro, non bisogna lasciarsi influenzare dalla scuola su queste cose.


Eurocity, Dune è fantasy, non fantascienza; fantascienza è Asimov!
ing
 
Posts: 5428
Joined: Wed 16 January 2008; 1:02

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby fra74 » Sat 21 March 2009; 2:51

Trullo wrote:Se consideriamo anche i fumetti, allora non posso fare a meno di citare
- Quino, l'argentino autore delle strisce di Mafalda
- Rumiko Takahashi, la "principessa del mamga", che in Giappone è popolare quanto da noi calciatori e rockstar, creatrice di alcune delle più belle serie a fumetti (da alcune delle quali, come Lamù e Ranma, sono state tratte anche serie animate trasmesse in Italia)


[Pignol mode on]
In realtà ho sempre sentito chiamare la Takahashi "regina"... (sorvolo sul mamga, evidente errore di battitura vero? :mrgreen:)
[Pignol mode off]
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby EuroCity » Sat 21 March 2009; 10:38

ing wrote:Dune è fantasy, non fantascienza; fantascienza è Asimov!


Non sono molto d'accordo: Dune è fantascienza, a mio avviso, mentre Asimov è piuttosto fantascienza hard, alias space opera e simili.

Comunque, le opere prima citate non sono in alcun ordine particolare di preferenze: semplicemente, sono le prime che mi sono venute in mente.

Edite dalla mitica Nord, che una volta aveva i suoi libri con le eccellenti copertine in quasi tutte le edicole.
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein
EuroCity
 
Posts: 12000
Joined: Wed 05 July 2006; 21:08
Location: Pavia

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby Trullo » Sat 21 March 2009; 14:04

fra74 wrote:[Pignol mode on]
In realtà ho sempre sentito chiamare la Takahashi "regina"... (sorvolo sul mamga, evidente errore di battitura vero? :mrgreen:)
[Pignol mode off]

L'errore di battitura è evidente. Quanto all'altra definizione non saprei, io ho sempre sentito parlare di "principessa" e non di "regina", e mi sono sorpreso che anche la wiki la chiami regina
Google ha 906 risultati come "Regina" e 1476 come "Principessa".
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby EuroCity » Sat 21 March 2009; 14:49

... A proposito, un esempio di copertina del passato ed attuale, affiancate:

Image

... dove (almeno a mio avviso) è molto più espressiva quella degli anni '70-'80 (la prima, semplice ma densa).

A proposito, un libro che comprai solo ed esclusivamente per la copertina (negli anni '70) è questo:

Image

... ovvero Extro, alias The Computer Connection (la copertina poi però non c'entrava nulla col contenuto): formidabile visione di Saturno e Giove, un po' à la post-2001: Odissea nello spazio; anche se non sapevo ancora bene l'inglese (avrò avuto 10 anni, forse), questa copertina comunque mi affascinò immensamente.

OK, abbiamo fatto un breve OT: chiedo venia...
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein
EuroCity
 
Posts: 12000
Joined: Wed 05 July 2006; 21:08
Location: Pavia

Re: Le dieci opere di narrativa per voi più importanti

Postby EB 740-02 » Sun 22 March 2009; 15:32

In nessun ordine particolare

Ray Bradbury, "Farenheit 451"
George Orwell, "1984"
Jerome David Salinger, "The catcher in the Rye" ( titolo italiano: "Il giovane Holden" )
Voltaire, "Candido"
Hans Magnus Enzensberger, "Il mago dei numeri"
Edwin Abbott Abbott, "Flatlandia, racconto fantastico a più dimensioni"
Herman Hesse, "Narciso e Boccadoro"
Vasco Pratolini, "Cronache di poveri amanti"
Carlo Cassola, "La ragazza di Bube"
Pauline Reage, "L'Histoire d'O"


E, se posso concedermi uno strappo dalla narrativa verso la saggistica:

Carl Benjamin Boyer, "Storia della Matematica"
La maestra mi chiese di Massimiliano Robespierre. Io le risposi che i giacobini avevano ragione e che, terrore o no, la Rivoluzione francese era stata una cosa giusta. La maestra non ritenne di fare altre domande.
User avatar
EB 740-02
 
Posts: 1280
Joined: Tue 03 April 2007; 18:49
Location: Cogliate (geograficamente in Insubria, amministrativamente in provincia di un sobborgo di Milano)

Next

Return to Sondaggi più o meno folli

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests