Lavori M4

Linee, mezzi e storia, dal 1964 ad oggi

Moderators: Hallenius, teo

Re: Lavori M4

Postby friedrichstrasse » Fri 17 June 2016; 18:37

Non era anche un po' colpa dei tram in piazzetta Reale, trasferiti proprio per questo motivo in via Larga?
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Lavori M4

Postby S-Bahn » Fri 17 June 2016; 18:55

Qualche problema lo dava anche l'intenso traffico stradale oltre a M1, ma M1 non si poteva spostare (ma solo rallentare quasi a passo d'uomo tra San Babila e Duomo) e allora hanno spostato il tram, le cui vibrazioni erano in realtà ininfluenti.

Il problema era un diffuso cedimento continuato nei secoli ma accelerato dal forte abbassamento della falda dalla fine degli anni '40 agli anni '70.
In particolare erano a rischio i pilastri che reggono il tiburio, molto carichi.
Sotto il pavimento tali pilastri erano e sono collegati da catene di cui alcuni anelli si erano spezzati per i cedimenti. I pilastri stessi erano sottoposti a un forte stress e negli anni '80 sono stati di fatto ricostruiti incamiciandoli temporaneamente in un tubo di calcestruzzo e poi sostituendo parti strutturali fratturate o affaticate.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50076
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Lavori M4

Postby serie1928 » Fri 17 June 2016; 19:09

Sono comunque polemiche speciose: l'ala interessata è in buona parte una ricostruzione post-bellica. E poi c'è pure il posteggio interrato che nel realizzarlo anta anni fa no nmi pare abbia fatto danni...che sia il dover rinunciare al posteggio per il tempo dei lavori?
E poi la proposta alteranativa è pure peggio.

La maggiore minaccia per la Cà Granda è l'università stessa, con l'uso intenso che ne fa.

Il paragone con il Duomo mi pare improprio. Sono passati 60 anni, il problema erano le vibrazioni e non gli scavi, ed è ancora lì e pure la metropolitana. I problemi alle colonne del tiburio non mi pare fossero correlati alle vibrazioni metro-tramviarie.

L'unico rischio, moooolto remoto, è un errore nello scavo delle gallerie che passano direttamente sotto l'edificio: se dovesse capitare un cedimento del fronte di scavo ecco che un caso "Colonia", dove venne giù l'archivio storico per un difetto nelle paratie dello scavo, potrebbe anche capitare. Un rischio c'è sempre, troppo tardi per ripensarci :!:
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10118
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Lavori M4

Postby MNM » Sat 18 June 2016; 10:27

S-Bahn wrote:...
Il problema era un diffuso cedimento continuato nei secoli ma accelerato dal forte abbassamento della falda dalla fine degli anni '40 agli anni '70.
...

Il problema più insidioso è dato proprio dall'equilibrio delle falde. Equilibrio che potrebbe essere compromesso dagli scavi. Non conosco il caso specifico, ho comunque un'idea di quelle che potrebbero essere le condizioni geologiche del sito e mi permetto di ammettere che un certo pericolo sussiste.

Sono certo che saranno intraprese azioni e soluzioni tecniche per limitare i pericoli, tuttavia è impossibile pensare che si possano eliminare con certezza tutti i fattori di rischio correlati agli scavi necessari alla costruzione dell'opera.

Nel momento in cui si avverte un pericolo riguardo l'ubicazione della stazione nelle adiacenze di Cà Grande, magari con ritardo rispetto l'inizio dei lavori, no è sufficiente rispondere che quella posizione è stata condivisa in sede di conferenza di servizi, ma bisogna dare risposte specifiche riguardo le azioni intraprese per contrastare il rischio, magari prevedere nuove soluzioni nel caso fossero rilevati pericoli non ben valutati in sede di progettazione.
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Lavori M4

Postby S-Bahn » Sat 18 June 2016; 11:31

Effettivamente le interazioni col livello della falda potrebbero non essere del tutto comprese e correttamente valutate.
Negli anni di forte industrializzazione la falda di Milano è scesa di livello in modo marcato soprattutto per i fortissimi prelievi da parte delle industrie. Tra gli effetti noti ci sono i rilevati problemi di stabilità sulla struttura del Duomo.
Poi con la chiusura di interi comparti industriali la falda è risalita, creando grossi problemi tra l'altro a M2 che era stata costruita "all'asciutto" e col presupposto che rimanesse per sempre sopra il livello dell'acqua.

Gli attuali livelli di falda però, da quel poco che ho capito, non sono uniformi. La linea dei fontanili non mi sembra che abbia riguadagnato tutte le posizioni perse durante gli anni di abbassamento dei livelli. E' proprio a Milano città dove sembra ci siano stati i maggiori innalzamenti.
Si potrebbe pertanto dedurre che le variazioni locali di livello siano dovute anche alla opere costruite nel sottosuolo che sono di ostacolo al fluire verso valle delle vene d'acqua. In particolare allagamenti imprevisti si sono registrati in zona Garibaldi-Repubblica dove, oltre a M2 e Passante, è stata recentemente realizzata M5 e sono state realizzate le fondazioni profonde di una serie di grattacieli che fanno anche loro da ostacolo insieme, a mio avviso, alla compressione del terreno dovuto a fortissimi carichi specifici dei grattacieli.

Questo non significa che non si deve fare M4, ma è abbastanza probabile che questo aggiunga un nuovo elemento di perturbazione ai livelli di falda, tanto più che si tratta di un'opera che taglia in senso trasversale la vena d'acqua e lo fa appena a sud del centro dove la falda è naturalmente più superficiale.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50076
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Lavori M4

Postby MNM » Sat 18 June 2016; 12:44

Sono d'accordo e condivido la tua analisi riguardo le oscillazioni della falda freatica nel sottosuolo di Milano. Faccio presente che per l'effetto "barriera" dovuto ai tunnel della metropolitana, come per altre opere, ci sarebbe la possibilità di introdurre soluzioni efficaci.

Ma non sono questi i problemi a cui mi riferisco. Nello specifico consideravo quelli eventualmente dovuti al rapido drenaggio della falda in conseguenza degli scavi necessari alla costruzione delle opere. A cui possono essere associati fenomeni erosivi e/o di costipamento dei terreni di fondazione, con l'effetto di produrre pericoli di cedimento nei riguardi delle strutture degli edifici limitrofi ai cantieri. Ancor più pericolosi quando questi fenomeni si manifestano in maniera rapida.
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Lavori M4

Postby skeggia65 » Sun 19 June 2016; 1:07

Dal sito M4

La stazione Sforza Policlinico è compatibile con la struttura dell'Università

17.06.2016
M4 SpA, a seguito delle perplessità sollevate dall’Università degli Studi di Milano circa l’impatto dell’opera sulla sede storica dell’Università, tiene a sottolineare la piena compatibilità tra la fermata della nuova linea metropolitana in Via Francesco Sforza e l’edificio della Ca’ Granda.

Le analisi condotte in occasione del progetto definitivo per la valutazione dell’effetto indotto sui fabbricati dalla costruzione della linea non hanno evidenziato alcuna incompatibilità.

Ora in fase di progettazione esecutiva sono in corso, come di prassi, analisi di maggior approfondimento finalizzate alla calibrazione di dettaglio dell’intervento. Tale fase di studio è stata avviata non appena è stato possibile acquisire le necessarie informazioni di dettaglio sull’effettivo stato e caratteristiche della struttura.

Il progetto della stazione Sforza Policlinico è stata già oggetto di una variante volta a minimizzarne l’impatto in fase realizzativa.

Il corpo stazione è stato spostato di circa 30m in direzione S. Sofia, allontanandolo ulteriormente dall’edificio dell’Ateneo; è stato introdotto il sistema costruttivo "top-down " che prevede la realizzazione anticipata del solaio di copertura al posto dei tiranti previsti al di sotto del fabbricato. Questa scelta contribuisce a ridurre significativamente gli eventuali impatti dovuti allo scavo della stazione.

Ad oggi, in accordo con l’Università, sono stati completati i sopralluoghi per la redazione dei testimoniali di stato e quelli per l’istallazione delle strumentazioni per le misure vibrazionali di taratura dei progetti esecutivi e di misura per il controllo delle vibrazioni durante lo svolgimento dei lavori.

È stato inoltre stabilito un programma per il controllo e il monitoraggio delle opere per verificare in corso d'opera il comportamento del terreno e delle strutture per ogni fase di scavo e costruzione oltre che ad opera ultimata. Si ricorda infine che la localizzazione delle Stazioni e dei Manufatti lungo il tracciato della M4 è stato oggetto di un lungo iter di progettazione, avviato nel 2003.

Tale iter ha visto coinvolti numerosi enti, tra cui il Concedente Comune di Milano, la Regione Lombardia, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesistici di Milano, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il CIPE.

Nel percorso, durato oltre 10 anni, non sono state sollevate formali obiezioni sulla compatibilità tra gli edifici storici della Cà Granda e la realizzazione della nuova linea di metropolitana. La procedura è da ritenersi conclusa con l’approvazione del Progetto Definitivo da parte del CIPE nel 2013 (Delibera 66/2013 del 9/9/2013, successivamente modificata con Delibera 16/2014 del 14/2/2014).

La Società Concessionaria, di concerto con il Concedente, ha poi provveduto a dare attuazione alle Prescrizioni e Raccomandazioni con cui il CIPE ha approvato il Progetto Definitivo, cercando al contempo di accogliere tutte le istanze di miglioramento rappresentate dai soggetti a vario titolo interessati dall’opera.

E’ in questa chiave che da novembre 2015 M4 ha avviato una serie costante di incontri con l’Università degli Studi, al fine di minimizzare gli impatti della cantierizzazione sugli edifici e sulle attività dell’Ateneo.



Sempre dal medesimo sito
http://www.metro4milano.it/cantieri/lista-delle-stazioni/sforza-policlinico.html
Planimetricamente la stazione viene collocata a cavallo tra la prima corsia veicolare ovest di via Sforza e il sistema di rampe-corsello di accesso al parcheggio interrato dell’università. Questa collocazione consente di mantenere le distanze corrette delle nuove strutture dall’edificio della Cà Granda e dalla strada, distanze necessarie da un lato per le problematiche strutturali e dall’altro per la corretta cantierizzazione del manufatto.

La necessità di dover ricostruire il parcheggio ha costituito l’opportunità di inglobare le strutture della stazione con quelle a servizio del parcheggio in modo da creare un sistema di griglie e uscite di sicurezza integrato con le rampe a cielo aperto di accesso al parcheggio stesso. In sostanza all’interno dello spazio aperto oggi dedicato alle sole rampe e al corsello di distribuzione del parcheggio, il progetto definitivo prevede che si attestino, sul lato del nuovo muro di contenimento del dislivello tra via Sforza e il livello interrato del parcheggio le strutture necessarie al funzionamento della stazione.

L’accesso del pubblico è costituito da una scala fissa e tre scale mobili accoppiate, il tutto opportunamente protetto da una copertura.



Da Metroricerche
http://www.metroricerche.it/blog/2016/06/07/aggiornamenti-mm4-maggio-2016/
Image

Alcuni stralci del progetto definitivo (sempre grazie a Metroricerche, che le ha postate su altro forum)

Image

Image

Image

Come dice il buon serie1928, la parte "minacciata" dai cantieri è un rimaneggiamento post bellico che ha ben digerito il parcheggio interrato.
La proposta alternativa porterebbe i cantieri a ridosso degli edifici non danneggiati dalla guerra e non rimaneggiati/ricostruiti in seguito.

Per finire, un'immagine del restauro postbellico. LINK
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 14940
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Lavori M4

Postby MNM » Sun 19 June 2016; 9:13

^^ molto interessante, grazie.
Se ho capito bene la controversia riguarda prevalentemente l'ingombro del cantiere. Infatti nel resoconto di M4 non sono stati analizzati gli eventuali rischi di carattere idrogeologico.

Riguardo la tecnica costruttiva "top-down", non nuova in Italia, ho qualche dubbio sulla reale efficacia.
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Lavori M4

Postby e623 » Sun 19 June 2016; 10:53

Detto questo, che fine farà il (fantaOT) collegamento con M3? :wall:
e623
 
Posts: 461
Joined: Wed 30 August 2006; 13:28

Re: Lavori M4

Postby MNM » Tue 21 June 2016; 14:29

Sala durante la sua campagna elettorale ha dichiarato: Lavoreremo inoltre alla ricerca di soluzioni - sempre compatibili con il bilancio del Comune – che consentano il prolungamento delle linee della metropolitana esistenti: la Linea 4 rispetto ai due capolinea di Linate e San Cristoforo e la linea 5 fino a Monza. Questi sono solo i primi passi per avere una Milano più grande, integrata ed eco-sostenibile.

http://metronews.it/16/06/15/sala-vuole ... -e-m5.html

Riguardo tali intenzioni, quali sarebbero i nuovi capolinea della M4?
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Lavori M4

Postby mattecasa » Tue 21 June 2016; 14:40

Pioltello e Buccinasco stando ai vecchi progetti.
Freedrichstrasse
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4111
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Re: Lavori M4

Postby MNM » Tue 21 June 2016; 15:13

^^ capisco promuovere l'espansione delle opere oltre i confini urbani, non comprendo cosa centri il bilancio comunale di Milano. Non penso che il Comune sia nelle condizioni di accollarsi i costi per i prolungamenti delle metropolitane.
Poi tutto può essere.
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Lavori M4

Postby luca » Tue 21 June 2016; 15:30

Prima di M4 a Pioltello ci sono altre priorità, Pioltello ha già una tonnellata di treni per Milano di cui
-4 S/ora per il passante
-2 RE/ora per Centrale
-1 R/ora (2 alle 7-8 e alle 17-18 FER5) per Greco/Sesto
-1 R/ora in punta FER5 per Garibaldi via Lambrate
Totale 7 treni in morbida e 9 in punta FER5
Vero che la stazione a Piotello è una mentre le fermate del metrò potrebbero essere più d'una, e le due strutture potrebbero complementarsi a vicenda, ma la priorità la darei a Buccinasco che di rapido non ha niente
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Dalle Gran Comforto al Gran Sconforto...
User avatar
luca
 
Posts: 7624
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco) 43,81,87,728,S7,S8,S9,S11,R a volte Maccagno S30

Re: Lavori M4

Postby mattecasa » Tue 21 June 2016; 19:36

Però è quello che prevede il progetto, nell'ottica di Pioltello stazione porta. Quindi se Sala parla di ciò, questo è quello che intende.
Freedrichstrasse
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4111
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Re: Lavori M4

Postby GLM » Tue 21 June 2016; 19:45

ultimamente si parlava di spostare a segrate la stazione di porta, e portare lì M4.
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 16843
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

PreviousNext

Return to Metropolitane

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests