Linea M5 (in esercizio)

Linee, mezzi e storia, dal 1964 ad oggi

Moderators: Hallenius, teo

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Astro » Fri 19 October 2018; 14:03

Anche la 3 è completamente attrezzata, poi non hanno avuto l'OK burocratico per l'esercizio senza conducente.
Astro
 
Posts: 3704
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby jumbo » Fri 19 October 2018; 14:10

Se non sbaglio (ma potrei farlo) per l'esercizio senza conducente servirebbe avere le porte di banchina.
jumbo
 
Posts: 8737
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby trambvs » Fri 19 October 2018; 15:11

non sbagli: nel caso della metro C romana è pesante e driverless, ovviamente con porte in banchina (che temo sia una paturnia tutta italiana)
trambvs
 
Posts: 15842
Joined: Tue 10 April 2007; 14:53

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby AnyFile » Fri 19 October 2018; 18:41

A Londra la DLR è driveless e non ha le porte di stazione, ma il capotreno/guardia/controllore deve attivare la chiusura porta e dare il consenso per la partenza del treno. (può farlo da qualsiasi porta, inserendo una chiave, in maiera simile a come in Italia sui treni il capotreno avvisa il macchinista).

Questo mi lascia pensare che anche a Londra ci sia questa richiesta (abbastanza comprensibile) di avere le porte di stazione per una condotta completamente driveless.
AnyFile
 
Posts: 230
Joined: Mon 26 November 2012; 22:22

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Carrelli1928 » Fri 19 October 2018; 23:47

Le porte di banchina per ora ci sono in una sola stazione della M1 e funzionano già da qualche anno, ma per adesso il macchinista è necessario sia per controllare le porte e dare il nullaosta alla partenza, sia per arrestare la marcia in caso di emergenza.
Intanto si sta per provvedere a montare il nuovo segnalamento - consentendo quindi la guida automatica - anche su M2.

Prima intendevo che bisognerebbe capire se, in una metropolitana senza conducente, costa di meno far circolare sempre treni lunghi e pesanti oppure accodarne di più corti solo durante l’ora di punta. Molto banalmente, un treno più lungo richiede più energia e manutenzione a più carrelli, più porte, più tutto, mentre dei treni piccoli, vista la possibilità di accodarli offerta dai segnalamenti più moderni, dovrebbero avere gli stessi vantaggi delle composizioni a lunghezza variabile in ferrovia.
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 2821
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby skeggia65 » Sat 20 October 2018; 1:13

Nulla avrebbe impedito di fare fermate e stazioni più lunghe e mettere in servizio treni corti.
Successivamente sarebbe bastato accoppiare le UDT, esattamente come accadde per M1.
Non sarebbe stato necessario nemmeno arredare subito le stazioni intere; si sarebbe potuto lasciare al rustico le parti inutili, per completarle in seguito.
Svantaggi: costi di costruzione più alti, ma compensati dal risparmio successivo. Le future UDT accoppiate non sarebbero state intercomunicanti tra di loro (pazienza). E forse nemmeno, se le seconde UDT fossero semplicemente carrozze senza la testa. Sarebbe stato sufficiente inserirle tra una testa e il resto del treno.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 14996
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby luca » Sat 20 October 2018; 7:20

skeggia65 wrote:Nulla avrebbe impedito di fare fermate e stazioni più lunghe e mettere in servizio treni corti.
Successivamente sarebbe bastato accoppiare le UDT, esattamente come accadde per M1.

Esattamente
Saremmo ancora in tempo per la M4? Certo che sulla nuova linea, o le sezioni di blocco saranno molto più brevi ,o la vedo brutta sinceramente
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Dalle Gran Comforto al Gran Sconforto...
User avatar
luca
 
Posts: 7805
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco) 43,81,87,728,S7,S8,S9,S11,R a volte Maccagno S30

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Carrelli1928 » Sat 20 October 2018; 9:35

Sezioni di blocco?

@skeggia: non saprei, non vedo tanto di buon occhio una metropolitana con treni che variano così tanto la propria lunghezza, credo che le estremità resterebbero più facilmente vuote (più facilmente rispetto ad adesso su una qualunque M, visto che l’utenza non si distribuisce mai).
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 2821
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby mr_coradia » Sat 20 October 2018; 9:42

luca wrote:Saremmo ancora in tempo per la M4?
non credo proprio. Alcune stazioni sono già finite a livello di struttura, mancano solo le rifiniture (come si è visto all'Open Day di Forlanini)
Poi vorrebbe dire rifare i progetti, non sarebbe esattamente uno schiocco di dita
Più ferro e meno gomma!!
Più controlli per meno evasione!!
Migliorare il servizio ferroviario del nord-ovest Lombardo? Semplice! QUADRUPLICAMENTO RHO-GALLARATE!
User avatar
mr_coradia
 
Posts: 403
Joined: Sun 29 May 2016; 16:04
Location: Provincia di Varese, Lombardia, IT

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby skeggia65 » Sat 20 October 2018; 12:07

Carrelli1928 wrote:Sezioni di blocco?

@skeggia: non saprei, non vedo tanto di buon occhio una metropolitana con treni che variano così tanto la propria lunghezza, credo che le estremità resterebbero più facilmente vuote (più facilmente rispetto ad adesso su una qualunque M, visto che l’utenza non si distribuisce mai).

Forse non ci siamo capiti.
Su M1 le prime UDT giravano in singola (e, mi pare, con due sole vetture).
Successivamente si passò alle doppie composizioni sempre.
Nessuna variazione di lunghezza.
semplicemente, si passa da un solo tipo di composizione ad un altro.
Fino a oggi treni corti.
Da domani lunghi.
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 14996
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Astro » Sat 20 October 2018; 13:03

Su M2 la sera giravano le singole, mi ricordo a Piola un cartello accantonato nel gabbiotto del tipo "composizioni ridotte, posizionarsi al centro della banchina"
Astro
 
Posts: 3704
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Carrelli1928 » Sat 20 October 2018; 15:22

Pensavo intendessi qualcosa di simile ad M2 ed M3 fino agli anni ‘90, quando la sera e/o nei fine settimana (non rammento tutti i dettagli) circolavano UdT singole. In ogni caso resta il fatto che, dal momento che non c’è il costo dei guidatori ed il segnalamento non mi risulta sia di tipo tradizionale, la differenza tra una doppia ed un accodamento è poca, anzi forse la doppia potrebbe comunque presentare in parte il problema dell’affollamento eterogeneo.
Per inciso, M5 prevede già che in determinate situazioni un treno deve partire senza aver caricato tutti, se quello successivo è sufficientemente vicino - anche se l’algoritmo non è perfetto, dato che a me non ha fatto salire su un treno che si era appena svuotato, forse sarà stato in ritardo, chissà.

Un cartello simile a quello citato da Astro si trova anche fuori dai tornelli di Duomo M1, presso l’uscita nord-occidentale della piazza. Se interessa, ho una foto.
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 2821
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby LUCATRAMIL » Tue 23 October 2018; 13:57

Solo noi italiani possiamo scrivere "composizioni ridotte" anzichè "treno corto". Chissà quanti utenti (che non pensano a "composizione" come "combinazione di vagoni e motrici") pensavano ad una musichetta flebile udibile solo a centro banchina.
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3305
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby Lucio Chiappetti » Tue 23 October 2018; 16:40

A Monaco sulla S-Bahn difatti compariva una bella indcazione Kurzzug con anche un iconcina con pochi vagoni.
Pero' il prosaico "join the slow train to Waterloo" invece di "accelerato" o "locale" lo ho sentito solo in UK.
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4498
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Linea M5 (in esercizio)

Postby luca » Tue 23 October 2018; 16:44

Si sa che gli Inglesi non hanno grande dimestichezza con queste cose. Ma la loro affezione al TPL non è nemmeno paragonabile alla nostra
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Dalle Gran Comforto al Gran Sconforto...
User avatar
luca
 
Posts: 7805
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco) 43,81,87,728,S7,S8,S9,S11,R a volte Maccagno S30

PreviousNext

Return to Metropolitane

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 6 guests