Napoli (2017)

Trasporti urbani in altre citta'

Moderators: Hallenius, teo

Re: Napoli (2017)

Postby serie1928 » Thu 11 January 2018; 13:50

MNM wrote:Tanto corta l'officina non è, se non ricordo male misura una lunghezza di circa 80 m (in futuro dovrebbe assolvere la funzione di deposito/sosta treni).
In ogni caso non è stata realizzata per all'assemblaggio dei nuovi treni, forse non è nemmeno idonea. Comunque non è mai stata considerata funzionale a questa attività. si è sempre ipotizzato che l'immissione dei nuovi treni avvenisse attraverso lo sbocco della galleria di Campegna a Bagnoli

Le ipotesi lasciano il tempo che trovano, ma se bisogna fare di necessità virtù, l'inserimento in linea, in assenza del deposito/raccordi, poteva essere una opzione. Se posso far venir pronti i treni prima, potendoli inserire dal deposito provvisorio, sarebbe stata una possibile soluzione per non dover lavorare con materiale rotabile insufficiente. E non credo si escluda questa possibilità "a priori" perchè così era previsto da ipotesi non verificate, bensì per oggettive difficoltà operative, diverse dalla lunghezza del buco di calaggio.
L'attrezzaggio di una officina per l'assemblaggio dei treni non è un problema, la disponibilità di spazi operativi invece sì. 80m sembrano tanti, ma contano anche le altezze e gli spazi per movimentazioni. Metà dell'officina e occupata dalla fosse di ispezione: se devi assemblare un treno non lo fai sopra lì. Si potrebbero coprire, però.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Napoli (2017)

Postby Nuvola » Fri 12 January 2018; 10:37

Si è trattato chiaramente di scelte di natura politica che hanno visto focalizzare l'attenzione e concentrare gli sforzi in misura preponderante su linea 1.
A questo si aggiunga il clima non sereno tra sindaco e Governo e la spada di Damocle del dissesto che fino a pochi giorni fa incombeva sul comune di Napoli.
La notizia positiva è quella della riapertura della linea e della sua estensione fino a San Pasquale per gennaio 2019.
Sembra che inoltre siano stati investiti 5 milioni per un parziale revamping dei "vecchi" treni (perfettamente funzionanti fino alla chiusura della linea e non graffitati :? ).
Il numero degli utenti salirà rispetto ai numeri bassi del passato ma non di molto fino a quando non si realizzerà l'interscambio con linea 1 nel nodo Municipio.
Se si osserva il tracciato della linea 6 ci si accorge che esso si distacca dalle linee storiche Linea 2 e cumana solo da Arco Mirelli in poi (ed in futuro nella tratta verso Bagnoli) servendo in modo puntuale la fascia costiera ricca di punti di attrazione.

https://www.slideshare.net/Madeco12/slide-lavori-e-attivazione-linea-6-della-metropolitana-di-napoli?ref=http://cdn.freeforumzone.com/d/11366357/Napoli-Metropolitana-Linea-1-e-6-e-Funicolari-/discussione.aspx/997

Image
User avatar
Nuvola
 
Posts: 1841
Joined: Tue 18 October 2011; 17:00
Location: Napoli

Re: Napoli (2017)

Postby MNM » Fri 12 January 2018; 11:05

S-Bahn wrote:Quando (magari in via provvisoria e per ragioni valide) si fa finta di potere fare linee senza deposito, i problemi non mancano mai (vedi anche M5 Milano, comunque connessa al resto della rete)

Sappiamo tutti che il progetto Linea 6 deriva dalla conversione della LTR che si sarebbe dovuta integrare alla rete tranviaria, già dotata di depositi ed officine.

I finanziamenti dell'opera sono stati erogati per lotti e "centellinati" negli anni. Si è preferito puntare alla penetrazione al centro, piuttosto che scegliere di realizzare da subito il deposito per treni al momento inesistenti, per opportunità legate alla co-presenza dei cantieri della linea1 di piazza municipio e puntare gli investimenti verso i prioritari interessi dell'utenza.

D'altro canto, anche se provvisoria, di limitate dimensioni e correlata al materiale già in possesso dalla ANM, un'officina è stata realizzata contestualmente all'entrata in esercizio della prima tratta della linea. Un'altra cosa del genere è in fase di realizzazione sul vertice di Piazza Municipio.

Image
Image
Image
Image

serie1928 wrote:...Se posso far venir pronti i treni prima, potendoli inserire dal deposito provvisorio, sarebbe stata una possibile soluzione per non dover lavorare con materiale rotabile insufficiente. E non credo si escluda questa possibilità "a priori" perchè così era previsto da ipotesi non verificate, bensì per oggettive difficoltà operative, diverse dalla lunghezza del buco di calaggio.
L'attrezzaggio di una officina per l'assemblaggio dei treni non è un problema, la disponibilità di spazi operativi invece sì. 80m sembrano tanti, ma contano anche le altezze e gli spazi per movimentazioni. Metà dell'officina e occupata dalla fosse di ispezione: se devi assemblare un treno non lo fai sopra lì. Si potrebbero coprire, però.

Insufficienza dei 6 treni da 25 m già in possesso al Comune per l'esercizio sulla tratta Fuorigrotta - S. Pasquale la ritengo correlabile ad una previsione di utenza molto ottimistica.

Francamente non ritengo impossibile calare a pezzi i nuovi treni nell'officina esistente, ne tanto mento impossibile il loro assemblaggio nel loro interno, dico semplicemente che ciò non è previsto e che è interesse del Comune che questo non avvenga, giusto per evitare di bloccare i lavori verso Campegna.

Volendo, tutto si può fare, ma vanno valutati i tempi e i costi di fattibilità. Valori questi già dilatati e che hanno oltrepassato di gran lunga le più pessimistiche previsioni.

Image
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Napoli (2017)

Postby serie1928 » Fri 12 January 2018; 12:01

Questo articolo di Roberto Calise (che non conosco, quindi non so quanto le sue affermazioni siano accurate), offre un quadro chiarificatore.

Per certi versi rassicurante: conferma che quello che ipotizzavo si potesse fare, si possa effettivamente fare, ma con ragioni oggettive per non farlo, sia pratiche che tecniche.

Alla fine, l'improvvida notizia che ha generato il bailamme, priva di fondamento, non aveva nemmeno merito di essere scritta: i treni non sono nemmeno stati ordinati, ne è stata fatta la gara. Dire che non si può fare qualcosa utilizzando qualcosa che nemmeno esiste, è un PUTTANATA (lasciatemelo dire) che merita solo una punizione: licenziamento in tronco del giornalista, e chiusura delle "rotative" per 1 mese!

Resta il problema delle scelte politiche che si sono succedute nel tempo, e come segnala il Calise, anche della amministrazione attuale. Un Patchwork di scelte scollegate, incoerenti e, in definitiva, fallaci. E non era e non è un problema di soldi, ma solo di priorità da assegnare alla loro spesa.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Napoli (2017)

Postby serie1928 » Fri 12 January 2018; 13:03

MNM wrote: Sappiamo tutti che il progetto Linea 6 deriva dalla conversione della LTR che si sarebbe dovuta integrare alla rete tranviaria, già dotata di depositi ed officine.

La conversione non poteva prescindere dal prendere atto che il deposito non c'era, e poteva andare bene così come è stato fatto per il tratto Mergellina-Mostra (salvo poi non avere utenza), ma nel momento stesso in cui si è concepito e cantierato il prolungamento fino a Municipio, le risorse per treni e deposito dovevano già essere una priorità massima, da poter avere i fondi a disposizione al momento giusto. Questo momento era due anni fa.

I finanziamenti dell'opera sono stati erogati per lotti e "centellinati" negli anni. Si è preferito puntare alla penetrazione al centro, piuttosto che scegliere di realizzare da subito il deposito per treni al momento inesistenti, per opportunità legate alla co-presenza dei cantieri della linea1 di piazza municipio e puntare gli investimenti verso i prioritari interessi dell'utenza.

I lotti devono essere "funzionali". Se alla fine di un lotto era prevista la messa in esercizio, con quel lotto dovevano essere presi in carico anche deposito e treni, ovvero essere la prima priorità: niente più diversioni.

Insufficienza dei 6 treni da 25 m già in possesso al Comune per l'esercizio sulla tratta Fuorigrotta - S. Pasquale la ritengo correlabile ad una previsione di utenza molto ottimistica.
No, è correlata, almeno da parte mia, ad una ipotetica inaffidabilità dei treni vecchi. Per esercire la linea con frequenza di 4 treni/h, il materiale è sufficiente. Spero lo sia anche l'utenza prevista.
Francamente non ritengo impossibile calare a pezzi i nuovi treni nell'officina esistente, ne tanto mento impossibile il loro assemblaggio nel loro interno, dico semplicemente che ciò non è previsto e che è interesse del Comune che questo non avvenga, giusto per evitare di bloccare i lavori verso Campegna.

Stabilito che il calaggio non è un problema (si divide il treno), non vedo come questo possa influenzare i lavori per il deposito.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Napoli (2017)

Postby S-Bahn » Fri 12 January 2018; 13:09

Infatti è centrale il problema del deposito.
Non per depistare o giustificare ma alcune difficoltà, anche se meno gravi perché gli spazi sono maggiori e un raccordo col resto della rete esiste, ci sono su M5 (Milano) per la mancanza di un deposito che dovrà aspettare l'estensione a Bettola (l'altra alternativa, tramontata, era Settimo).
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50246
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Napoli (2017)

Postby trambvs » Fri 12 January 2018; 14:15

in alternativa al finanziamento del deposito si sarebbe dovuto realizzare un raccordo con la linea 1 a Municipio
quanto ai treni di prima fornitura, ho trovato qualche conferma sul fatto che ne fossero stati realizzati 12 composizioni, di cui solo la metà consegnate e le altre in giacienza presso lo stabilimento Firema di Caserta, ignoro se siano ancora lì conservate...
trambvs
 
Posts: 15849
Joined: Tue 10 April 2007; 14:53

Re: Napoli (2017)

Postby MNM » Fri 12 January 2018; 14:48

serie1928 wrote:La conversione non poteva prescindere dal prendere atto che il deposito non c'era, e poteva andare bene così come è stato fatto per il tratto Mergellina-Mostra (salvo poi non avere utenza), ma nel momento stesso in cui si è concepito e cantierato il prolungamento fino a Municipio, le risorse per treni e deposito dovevano già essere una priorità massima, da poter avere i fondi a disposizione al momento giusto. Questo momento era due anni fa.

Lo erano, cito Calise: Solo lo scorso 22 dicembre, il CIPE, grazie all’opera del titolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministro Graziano Delrio, ha sbloccato i fondi per realizzare il deposito della Linea 6 in via Campegna, nell’area dell’ex Arsenale Militare. Un progetto molto vecchio, risalente alla gestione della Regione di bassoliniana memoria, e poi bloccato, purtroppo assieme a tanti altri, con l’insediarsi nel 2010 della giunta di centrodestra, guidata da Stefano Caldoro.
I lotti devono essere "funzionali". Se alla fine di un lotto era prevista la messa in esercizio, con quel lotto dovevano essere presi in carico anche deposito e treni, ovvero essere la prima priorità: niente più diversioni.

La risposta è la stessa. Comunque alla fine così è programmato: la galleria prima e poi i treni "dovrebbero" essere pronti per l'apertura della tratta municipio.
Insufficienza dei 6 treni da 25 m già in possesso al Comune per l'esercizio sulla tratta Fuorigrotta - S. Pasquale la ritengo correlabile ad una previsione di utenza molto ottimistica.
No, è correlata, almeno da parte mia, ad una ipotetica inaffidabilità dei treni vecchi. Per esercire la linea con frequenza di 4 treni/h, il materiale è sufficiente. Spero lo sia anche l'utenza prevista.
Stiamo parlando di una tratta lunga meno di 4 km (Mostra-S.Pasquale), 6 UdT a mio parere sono più che sufficienti per gestire il traffico e la manutenzione dei treni.

Stabilito che il calaggio non è un problema (si divide il treno), non vedo come questo possa influenzare i lavori per il deposito.

L'attuale officina provvisoria è in asse al prolungamento della linea verso Bagnoli. L'accesso della stessa è posto a ovest della stazione Mostra, in corrispondenza del termine delle banchine (è da questa stazione che si accede).

Impossibile prolungare la linea senza smantellare l'officina. Prolungamento che dovrebbe essere concluso prima della consegna dei nuovi treni (non ancora appaltati).
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Napoli (2017)

Postby vincenzo201 » Fri 12 January 2018; 15:40

serie1928 wrote:Alla fine, l'improvvida notizia che ha generato il bailamme, priva di fondamento, non aveva nemmeno merito di essere scritta: i treni non sono nemmeno stati ordinati, ne è stata fatta la gara. Dire che non si può fare qualcosa utilizzando qualcosa che nemmeno esiste, è un PUTTANATA (lasciatemelo dire) che merita solo una punizione: licenziamento in tronco del giornalista, e chiusura delle "rotative" per 1 mese!


Licenziamento? Hanno risposto con un altro articolo http://bit.ly/2qPzBeQ anche peggiore del primo.
Volevano dire tunnel, ma intendevano dire buco.
vincenzo201
 
Posts: 909
Joined: Thu 25 February 2010; 13:18

Re: Napoli (2017)

Postby MNM » Fri 12 January 2018; 16:10

^^ Quanto maggiore è l'interesse per articolo tanto maggiore saranno gli incassi pubblicitari. Con internet e in assenza di reali divieti riguardo la pubblicazione di fak news, funziona così.

Più la spari grossa e più fai incassi. Come si fa a licenziare qualcuno che produce forti intriiti?
Viaggio nella metropolitana di Napoli: VIDEO
User avatar
MNM
 
Posts: 1013
Joined: Thu 26 March 2015; 11:42

Re: Napoli (2017)

Postby LUCATRAMIL » Fri 12 January 2018; 18:59

Oddio, la bonifica e messa in sicurezza dei luoghi in Italia significa c he vengono tolti 4 Trakker di terra, poi si costruisce ma qualcuno poi denuncia che la bonifica non è stata fatta e via con cause e tempi inenarrabili..... speriamo non finisca così.
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3313
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Napoli (2017)

Postby gabri mi tn » Mon 15 January 2018; 23:35

dopo più di cinque anni sono tornato a Napoli, ho ovviamente utilizzato molto i mezzi pubblici e devo dire che la situazione è visibilmente verso il degrado più totale.

Circumvesuviana: l'ho utilizzata in lungo e in largo, i treni sono in condizioni spaventose, lungo la linea quelli accantonati sono decine, le frequenze mi paiono decisamente peggiorate infatti l'affollamento è elevatissimo (ed erano giorni di vacanze natalizie su linee non certo turistiche, tipo quella per Sarno). Ho notato che le velette della maggior parte dei treni metrostar non funzionano (riportano solo la scritta "Metrostar Circumvesuviana" ed unitamente al fatto che le stazioni sono senza teleindicatori rendono complesso capire dove vadano i treni.

Metropolitana linea 1: pochissimi passaggi, addirittura in certi periodi era limitata a Dante, pare, per mancanza di personale (stando alla stampa), le velette dei treni non vengono utilizzate e riportano destinazioni casuali (ovviamente diverse per ogni vagone), teleindicatori in banchina spesso guasti.

autobus urbani: totalmente inutilizzabili, ovviamente non esistono degli orari di passaggio e nemmeno di partenza dai capilinea, le frequenze sono ignote e comunque sono molto scarse, è quindi impossibile fare affidamento a questo servizio. La linea R2 che ricordo essere decentemente frequente ed effettuata con 18 metri ora è servita da autobus da 10,5 metri (autosnodati scomparsi da Napoli apparentemente), con passaggi molto poco frequenti (non meno di 15 minuti fra una corsa e l'altra), ovviamente già dal capolinea le corse partono piene e a meno che qualcuno non voglia scendere nessuno sale più.
Il destino trova sempre il modo di correggere la rotta.
User avatar
gabri mi tn
 
Posts: 7360
Joined: Tue 02 December 2008; 20:39
Location: San Donato Milanese

Re: Napoli (2017)

Postby vincenzo201 » Thu 18 January 2018; 16:52

^^
A momenti, non esiste nemmeno l'anm.
Gli orari sono modificati ogni due settimane circa e variano in base ai mezzi che ci sono.
Il sito ufficiale di anm non li pubblica e si limita a formire prime, ultime partenze e frequenza media.
Per puro caso, ho trovato a questa pagina dell'agenzia per la mobilità il link agli orari.
http://www.muoversi.regione.campania.it/it/tpl
Superfluo dire che si tratta di orari soggetti a variazioni o aggiornamenti.
vincenzo201
 
Posts: 909
Joined: Thu 25 February 2010; 13:18

Re: Napoli (2017)

Postby Nuvola » Tue 23 January 2018; 8:33

Una notizia importantissima del periodo natalizio che inquadra l' attuale situazione economica di ANM , l'offerta di trasporto deficitaria , nonché certe fibrillazioni dei dipendenti è quella relativa alla richiesta di concordato preventivo.

http://www.comune.napoli.it/flex/FixedPages/IT/ComunicatiStampaGiunta.php/L/IT/frmSearchHaveData/-/frmSearchText/-/frmSearchMonth/-/frmSearchYear/-/frmIDComunicatoStampa/17457

Comunicato Stampa della Giunta del 22/12/2017

ANM: richiesto il concordato preventivo
Oggi l'ANM ha depositato presso il Tribunale di Napoli la richiesta di concordato preventivo, una scelta strategica nell'ottica della salvaguardia dell’azienda, in assenza di significativi cambiamenti tali da determinare modifiche strutturali rispetto alla gravissima situazione che ha portato già un anno fa l’Amministrazione comunale a chiedere ad ANM un piano industriale di risanamento che non ha prodotto i necessari risultati.

La crisi economico-finanziaria che sta attraversando l'ANM, unitamente all'elevato livello di indebitamento accumulato nel tempo, alla persistente difficoltà dell'azienda di attuare le misure previste nel piano di stabile risanamento e, ancor meno, nell’importante protocollo sottoscritto con le Organizzazioni sindacali nell’ottobre scorso, alla riduzione dei fondi per il trasporto pubblico, hanno determinato l’Amministrazione comunale, con il coordinamento strategico della Napoli Holding, ad adottare lo specifico indirizzo della domanda prenotativa di concordato, individuata, quale soluzione adeguata non solo per la salvaguardia dell’Azienda ma per un suo effettivo e definitivo rilancio.

Tale soluzione, laddove omologata dal Tribunale, consentirà, inoltre, di tutelare i livelli occupazionali dell'azienda, aspetto ritenuto da sempre essenziale da questa Amministrazione, di proteggerne il patrimonio e di offrire servizi di maggiore qualità sul territorio di Napoli.


Fonte la Repubblica

http://napoli.repubblica.it/cronaca/201 ... 185857989/

Concordato preventivo Anm, il tribunale fallimentare nomina tre commissari


E' ufficiale, il giudice Lucio Di Nosse del Tribunale fallimentare ha firmato il decreto di ammissione al concordato preventivo per l'Anm. Il giudice delegato che guiderà l'intera procedura è Stanislao De Matteis, i tre commissari indicati sono due commercialisti Massimo Di Pietro e Maria Caputo e un giurista Giacomo D'Attorre.

Ora L'Anm avrà 120 giorni per presentare il piano di rientro da sottoporre ai creditori che dovranno accoglierlo o meno.

User avatar
Nuvola
 
Posts: 1841
Joined: Tue 18 October 2011; 17:00
Location: Napoli

Re: Napoli (2017)

Postby serie1928 » Tue 23 January 2018; 11:39

^^ Il concordato ha un solo inghippo: il debitore lo chiede, il tribunale lo accoglie, ma sono i creditori a doverlo accettare. Quest’ultima cosa è tutt’altro che scontata se il piano di rientro non è soddisfacente.
Resta sempre la domanda: le società di trasporto non sono soggette alle turbolenze di mercato, ricevono soldi (o lo dovrebbero) per dare servizi, e se i soldi non bastano i servizi non si eseguono. Una situazione apparentemente sempre gestibile entro un congruo lasso di tempo. Allora perché avviene un dissesto da dover chiedere il concordato?
Ovviamente il concordato rientra negli stumenti da utilizzare, ma è comunque l’ultima ratio di una situazione incancrenita.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

PreviousNext

Return to Trasporti urbani in Italia

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests