Treni in Spagna

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Treni in Spagna

Postby Hallenius » Tue 04 September 2018; 11:30

Coccodrillo wrote:per decenni ci sono state solo due stazioni di confine di trasbordo, una lato Mediterraneo e una lato Atlantico

Ci sarebbe anche Latour-de-Carol, ma oggettivamente è posta su una linea piuttosto accidentata quindi l'importanza è limitata.
Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt
User avatar
Hallenius
Moderatore
 
Posts: 1374
Joined: Fri 13 September 2013; 0:42

Re: Treni in Spagna

Postby Coccodrillo » Tue 04 September 2018; 17:08

Si, non l'ho citata perché ha solo traffico passeggeri attestato a Latour-de-Carol (nessun treno passante). Peraltro la stazione di Latour-de-Carol ha 3 scartamenti, c'è anche il metrico del train jaune de Cerdagne (che va verso la costa).

Un quarto valico era Canfranc, la linea lato Francia è stata chiusa negli anni '70 circa dopo un incidente, quella spagnola ha tuttora uno scarno servizio (3 coppie di regionali + dei treni per cereali che ricevono la merce via strada dalla Francia e la portano credo a Tarragona). I francesi hanno recentemente riaperto parte della linea (fino a Bedous) con l'idea di riaprirla tutta per traffico a lunga distanza merci e passeggeri, perché ora come ora la parte riaperta serve a poco (4 treni regionali al giorno).
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13346
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Treni in Spagna

Postby Coccodrillo » Tue 18 September 2018; 13:36

Qualche altro dato: 414'236 passeggeri a giugno 2018 fra Madrid e Barcellona (solo fra quelle due città, escluse quindi le stazioni intermedie e i servizi che usano solo una parte della linea), pari al 66% di quota di mercato (non è chiaro se il 100% comprende tutto o se solo l'aereo).

Se tutti i mesi fossero così sarebbero 5 milioni di passeggeri l'anno, ovviamente ci saranno mesi meno carichi quindi si può immaginare che fra Madrid e Barcellona si sia fra 4 e 4,7 Mpax/anno. Mettiamo che con tutte le relazioni intermedie (Madrid-Pamplona, Barcellona-Zaragoza, ...) quelle cifre raddoppino (e non è certamente così), vuol dire che la sezione più carica non supera i 10 Mpax/anno. Più volte ho letto che un'AV si giustifica a partire da una decina di Mpax/anno, quindi con la più trafficata AV spagnola saremmo al limite, non oso immaginare le linee minori.

S-Bahn, che ne dici?
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13346
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Treni in Spagna

Postby S-Bahn » Tue 18 September 2018; 16:08

Ripeto quello che ho forse già detto, almeno in parte.
I dati spagnoli in assoluto e confrontati con altre situazioni europee non raccontano di un gran successo, checché se ne dica, soprattutto a fronte di un enorme impegno sulle infrastrutture.

D'altra parte se si voleva rilanciare il treno in Spagna oltre a puntare sui servizi suburbani, cosa che è stata fatta e piuttosto bene, bisognava mettere pesantemente mano alla rete storica che per velocità commerciale era destinata, se non alla sparizione, a giocare un ruolo del tutto marginale. Era quindi una via piuttosto obbligata puntare sull'AV, o comunque su linee nuove ad elevata velocità commerciale e possibilmente a scartamento standard.
In questo hanno avuto una visione, come l'idea che tutti i capoluoghi regionali fossero collegati a Madrid con tempi di percorrenza entro le 4 ore.

Fin qui bene, se si considera un valore puntare sul treno. Detto questo hanno certamente fatto il passo più lungo della gamba puntando quasi contemporaneamente a implementare tutta la rete ritrovandosi, quando sono finiti i soldi, con qualcosa per larga parte quasi inutilizzabile, visto il completamento a macchie di leopardo. Poi ci si è messo anche il Portogallo che ha fermato il proprio piano di sviluppo e ovviamente la tratta spagnola verso il Portogallo è risultata più deserta che scarica.

Un altro grosso errore, a mio avviso, è stato quello di sapere progettare l'infrastruttura ma non il servizio. Poche corse, a orari non coordinati e col vizio di voler fare diversi livelli di servizio e diverse tipologie commerciali. La cosa è spesso controproducente anche con un'offerta abbondante. Figuriamoci quando è scarsa. Da questa mancanza si possono anche riprendere, se ci mettono la testa.

Vedremo. Di positivo c'è il rilancio del treno nei segmenti in cui andava fatto (suburbane e AV). Di negativo il modo in cui, almeno in parte, è stato fatto. Questo non per dire che si poteva fare meglio (frase generica sempre vera ma sempre inutile) ma per dire che sono stati fatti oggettivamente grossi errori che i risultati in termini di traffico, a fronte di tanto impegno, confermano.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50249
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Treni in Spagna

Postby Pagina 394 » Sat 29 September 2018; 16:30

Aggiungerei anche l'errore madornale di non passare con le nuove linee né dall'aeroporto di Madrid né da quello di Barcellona (qualcuno ha detto "Malpensa"?)
Pagina 394
 
Posts: 58
Joined: Tue 07 April 2015; 19:28

Re: Treni in Spagna

Postby mattecasa » Sun 30 September 2018; 19:10

In compenso volevano farle passare da Ciudad Real...
Freedrichstrasse
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4166
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Re: Treni in Spagna

Postby Trullo » Mon 01 October 2018; 18:43

Hanno avuto la sfiga di incappare, durante la costruzioone di questa rete così ambiziosa (ma con il vantaggio rispetto a paesi più densamente popolati come l'Italia o a Grmania, di avere buona parte del territorio semidesertico) nella più grave crisi economica del dopoguerra
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Treni in Spagna

Postby S-Bahn » Tue 02 October 2018; 8:56

Non è solo sfiga. Non puoi pensare di chiudere tutto alla fine senza avere prima dato gradualmente un senso e una priorità agli interventi.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50249
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Treni in Spagna

Postby Franc 03 » Tue 20 November 2018; 17:05

https://www.repubblica.it/esteri/2018/1 ... 212110792/

https://www.youtube.com/watch?v=k2yM4B5R3AE

"Almeno un morto e 49 feriti, di cui cinque gravi. E' l'ultimo bilancio fornito dai servizi d'emergenza, del deragliamento di un treno regionale alla periferia di Barcellona, a causa di una frana dovuta alle forti piogge.
Il treno collegava la città di Manresa al capoluogo della Catalogna, Barcellona. Due dei sei vagoni sono usciti dai binari attorno alle 6.15 del mattino nei pressi di Vacarisses,
villaggio a 35 chilometri dalla città.
Delle 133 persone a bordo "una è morta, cinque sono gravemente ferite e sono state trasportate dalle ambulanze, 44 sono ferite lievemente" ha riferito la protezione civile catalana. Il
gestore della rete ferroviaria Adif ha spiegato che la frana si è verificata a causa delle intense piogge che hanno colpito l'area per diversi giorni."
Per un 2019 con entrambi i piroscafi in funzione!
User avatar
Franc 03
 
Posts: 303
Joined: Wed 18 January 2017; 16:22
Location: Valvarrone-Lago di Como

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 8 guests