I no TAV arrivano anche in Lombardia

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby dedorex » Thu 25 October 2018; 9:34

Carrelli1928 wrote:Premesso che a livello di costi cambia moltissimo da 250 (raggiungibili con treni tradizionali a 3kv e segnalamento con RS9C) a 300 km/h, cambia molto anche a livello di servizio? Insomma, vale la pena spendere tanto di più per quei 50 km/h che non si sa bene se potranno essere 110 in futuro?
come ti ha già praticamente detto Serie, alimentazione a 3kv e segnalamento RS9C alla fine viene a costare di più, soprattutto in termini di manutenzione e consumo elettrico
User avatar
dedorex
 
Posts: 3654
Joined: Thu 06 July 2006; 17:12

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby Lucio Chiappetti » Thu 25 October 2018; 11:10

S-Bahn wrote:Ma anche il raddoppio in sede, può essere molto pesante per il territorio attraversato oppure, all'opposto, può essere la soluzione che minimizza l'occupazione di territorio e che ottimizza l'interscambio tra l'AV e la rete storica.

Io avrei sempre pensato la seconda.
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4619
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby Carrelli1928 » Thu 25 October 2018; 11:14

Ma richiede che esista un sistema parallelo, con materiale rotabile parallelo e peraltro dotato di doppi impianti.
Compromessi più che accettabili vista l’importanza dell’AV, ad esempio, tra Milano e Roma; ma quale può essere la lungimiranza di correre a 360 km/h se, ad esempio, si volesse fermare a Vicenza?


Non confndiamo velocità massima in condizioni di test, con velocità massima ammessa in regolare esercizio


Difatti ho scritto che la prima deve arrivare almeno al 110% della seconda.
Poi il problema dell’esercizio non omotachico si risolve con una buona costruzione dell’orario, non limitandoa velocità di tutti i treni o prevedendo già che saranno sempre in ritardo.
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3296
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby serie1928 » Thu 25 October 2018; 13:27

Carrelli1928 wrote:Ma richiede che esista un sistema parallelo, con materiale rotabile parallelo e peraltro dotato di doppi impianti.

Due binari nuovi richiedono comunque tutta l'impiantistica dedicata. L'impiantistica dei due binari esistenti non ce la fa ad alimentarne 4, nemmeno se fossero semplicemente affiancati e a 3kV.
Anche l'ipotesi di poter sfruttare le sottostazioni a 3kV esistenti, l'unico eventuale risparmio di scala, è privo di ogni realistica applicazione.
I costi degli impianti sono proporzionali al numero di binari, e 25kV ca + ERTMS sono molto, ma molto più economici di 3kV cc + RS9C, e con una potenzialità ben lontana dall'essere sfruttata all'osso.
Il materiale rotabile esiste già, e se deve essere incrementato, treni bicorrenti AV sono comunque necessari.
Nel caso della BS-VR, il fatto che i regionali da 160km/h o gli IC da 200km/h a 3kV non possano percorrere la linea AV, è un fattore minimamente limitante.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10401
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby Astro » Thu 25 October 2018; 16:59

@Carrelli1928: No, ne ha fatte diverse, ma non sono mai andati più in là di 393,8 km/h. Vedasi ad esempio http://blog.tuttotreno.it/17294-ieri-no ... -3938-kmh/
Astro
 
Posts: 3770
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: I no TAV arrivano anche in Lombardia

Postby Carrelli1928 » Thu 25 October 2018; 19:34

Grazie.
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3296
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests