Treni in Emilia Romagna (TI+TN+TPER)

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Treni in Emilia Romagna (TI+TN+TPER)

Postby mattecasa » Thu 14 December 2017; 18:41

Sfido chiunque a mantenere ancora un po' di anni DP; MD; PR o peggio, 582 o 668, soprattutto se non revamp.
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4079
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Re: Treni in Emilia Romagna (TI+TN+TPER)

Postby S-Bahn » Thu 14 December 2017; 18:45

Non tutto si deve tenere e di certo si devono fare revamp seri, ma se butti tutto con la scusa che ci vuole manutenzione, poi non puoi fermare niente perché hai sempre tutto fuori e allora sì che la manutenzione non la fai, e tutto il parco invecchia molto prima, compreso le consegne recenti.
E' esattamente quello che sta succedendo.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50044
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Treni in Emilia Romagna (TI+TN+TPER)

Postby S-Bahn » Thu 14 December 2017; 22:00

Ho trovato, grazie ad un amico appassionato, qualche dato. Sono dati parziali ma danno un'idea sull'ordine di grandezza di quanto si è abbastanza discutibilmente rottamato.

Di provenienza Lenord c'erano 24 treni di 750 per un totale di 84 carrozze. Per molte si sarebbe dovuto lavorare sull'elettronica di potenza, ma parte meccanica e allestimenti erano in condizioni molto buone.
Sempre da Lenord c'erano più di 60 DP (di cui 18 pilota) praticamente tutte revampizzabili, magari per affrettare la sostituzione di qualche PR. Lasciate marcire, demolite, vandalizzate...

Lato Trenitalia non aveva numeri certi ma c'era molta più roba che in Lenord, almeno il doppio, andando per difetto. Le condizioni di manutenzione erano peggiori e diciamo, sempre per difetto, che si sarebbe potuta salvare almeno una metà di DP e MD. Invece niente.

Poi c'è il caso numericamente piccolo ma emblematico dei Pesa. Treni praticamente nuovi e fermi per un guasto che vengono lasciati tranquillamente marcire. Evidentemente l'intento non è quello di svecchiare la flotta ma quello di ridurre all'osso il parco rotabili, a costo di non riuscire poi a fare manutenzione e piangere miseria sulla mancanza di treni nuovi.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50044
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests