Trasporti a Milano

Oggi è sab 20 gennaio 2018; 23:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Treni nel Regno Unito
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 20:43 
Non connesso

Iscritto il: mar 04 settembre 2007; 18:39
Messaggi: 16108
gabri mi tn ha scritto:
io ho potuto toccare con mano l'effetto delle sue politiche sulle ferrovie: una porcata indecente che non ha eguali in Europa


Ma quando? Io nel Regno Unito ci sono stato e le ferrovie mi sembrano anni luce avanti a noi.

_________________
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 05 luglio 2006; 21:40
Messaggi: 20282
Anche a me, ma ho avuto un'esperienza limitata, da turista e in gruppo.

_________________
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 21:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49789
Località: Monza
Io ho avuto una limitatissima esperienza, ho preso dei regionali a Birmingahm, moderni e dignitosi (ma i GTW della Molteno sono meglio, tanto per dire), ma mi pare che il problema è che sono affette dal sottile ma pericolso tarlo, molto tacheriano, dello yield management, della segmentazione del mercato e di tutte queste balle che danno pochi vantaggi a livello ferroviario e tantissima inutile complicazione.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 21:53 
Non connesso

Iscritto il: mar 04 settembre 2007; 18:39
Messaggi: 16108
Hanno provato la liberalizzazione (in una mentalità tipicamente inglese: c'è una cosa nuova, non perdiamo tempo a discutere di aria fritta, proviamola e vediamo), ha funzionato bene e l'hanno perfezionata eliminando (come in tutti i progetti) quello che non andava. Ma d'altronde, ci rendiamo conto di cosa parliamo? 1.000 vollte meglio le ferrovie UK

_________________
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 22:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49789
Località: Monza
Ha funzionato con luci ed ombre. Inizialmente molto più ombre che luci.
Hanno privatizzato IF e binari. Sui binari ti dimentichi di cos'è successo, Federico. E' stato un disastro totale dal punto di vista della qualità e della sicurezza e alla fine lo stato ha dovuto ricomperarsi tutto e fare massicci investimenti per rimettere in sesto la rete, spendendo molto di più di quanto avevano realizzato all'atto della privatizzazione.
Sulle IF è andata meglio. Hanno avuto difficoltà all'inizio e hanno perso utenza, ma poi si ìsono ripresi e hanno recuperato, anche se i primi tempi era dlialagata la sopressione dei treni per mancanza di personale, tirato troppo all'osso.

Naturalmente in Svizzera, dove non hanno privatizzato come in GB, i treni fanno invece schifo e il servizio è una vergogna... :wink:
Ma per Federico qalunque cosa arrivi dal Regno Unito è meraviglioso e non potrebbe esserci nulla di meglio. A me francamente, Beatles e Pink Floyd a parte, non è che UK mi metta tutto questo entusiasmo... :roll:

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 22:21 
Non connesso
Forum Admin

Iscritto il: sab 29 aprile 2006; 16:36
Messaggi: 13280
Località: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)
Le BR ( :D ) offrono sia biglietti validi su tutte le compagnie e su tutti i treni fra le due stazioni scelte che biglietti validi solo su una particolare compagnia e/o un particolare treno (di solito scontati rispetto ai carissimi biglietti aperti) (a parte Eurostar che non permette viaggi interni al Regno Unito e ha biglietti propri). Da notare che a tariffa piena il biglietto AR (almeno per la stessa giornata) costa sempre e comunque una sterlina in più di quello di sola andata.

Sicuramente c'è più coordinamento fra due compagnie ferroviarie inglesi diverse che fra un Frecciarossa di Trenitalia e un regionale di...Trenitalia.

C'è poi l'ente "National Rail" a coordinare tutto.

_________________
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: lun 08 aprile 2013; 22:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49789
Località: Monza
Il mancato coordinamento tra un Frecciarossa e un Regionale è una porcata voluta, e il responsabile è MM (e questa volta Monti non c'entra... :roll: ).

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 11:04 
Non connesso

Iscritto il: mar 04 settembre 2007; 18:39
Messaggi: 16108
S-Bahn ha scritto:

Naturalmente in Svizzera, dove non hanno privatizzato come in GB, i treni fanno invece schifo e il servizio è una vergogna... :wink:
Ma per Federico qalunque cosa arrivi dal Regno Unito è meraviglioso e non potrebbe esserci nulla di meglio.


Non ho detto che in UK le ferrovie sono meglio di quelle svizzere o tedesche. ho detto di sicuro che sono anni luce avanti noi e basta semplicemente notare alcune cose. Prima di tutto l'attenzione verso i dettagli, cosa che in Italia non esiste. Su ogni porta dei treni suburbani c'è una mappa della linea del gruppo di linee, gli annunci a bordo visivi e audio ci sono e sono addirittura funzionanti. In moltissime stazioni secondarie ci sono biglietterie e addetti ai varchi dove chiedere qualunque informazione, anche di notte. Il sistema informativo delle stazioni è molto piu' efficiente del nostro e mostra con precisione il ritardo, il treno scompare 10 secondi dopo che è partito e non, come da noi, 60 secondi dopo che è partito. Sui treni e nelle stazioni ci sono messaggi per viaggiatori per sollecitare la produzione (per esempio: impedire la chiusura porte causa ritardi). Per salire su un treno non è necessario essere alpinisti. La pulizia è decisamente piu' elevata (ma su questo punto Moretti ha sistemato anche in Italia). C'è una perfetta integrazione tariffaria anche tra diverse imprese ferroviarie oltre che tra bus e treni. I treni locali viaggiano senza capotreno. Devo continuare all'infinito?

Se per arrivare a questo era necessario passare al presunto disastro sulla liberalizzazione, beh, direi che avrei firmato subito

_________________
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 11:22 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 14 settembre 2009; 20:39
Messaggi: 3512
E le tariffe? Chi ci è stato, pur essendo fan del RU (e di MT), sostiene siano esosissime, tanto da far preferire l'uso dei più economici torpedoni anche a chi li detesta...

Io vedo per esempio che un abbonamento di percorso annuale Oxford-Londra costa £5,272.00 (a titolo di paragone una BahnCard 100 costa, in seconda classe, €4,090.00, e puoi viaggiare von der Maas bis an die Memel, von der Etsch bis an den Belt)...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 12:06 
Non connesso

Iscritto il: mar 04 settembre 2007; 18:39
Messaggi: 16108
Io ci sono stato. Per la zona 1-4 si paga 8 sterline al giorno off-peak, per un'area grande quanto l'area grande del sitam, che a Milano viene 9,60 euro e non vale sui treni fuori Milano. Un biglietto giornaliero che avrebbe valore anche sui treni è IVOL giorno, e viene 15 euro.

_________________
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 12:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 06 maggio 2006; 0:20
Messaggi: 14852
Località: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1
"Off peak"?

_________________
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 12:18 
Non connesso

Iscritto il: mar 04 settembre 2007; 18:39
Messaggi: 16108
dopo le 9.30 lun-ven, tutto il giorno sabato e domenica

_________________
14 giugno 2009: il giorno quando i primi treni andarono con un solo agente di condotta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 13:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49789
Località: Monza
Federico_2 ha scritto:
Non ho detto che in UK le ferrovie sono meglio di quelle svizzere o tedesche...
Il senso del mio post con la citazione delle ferrovie svizzere non privatizzate/liberalizzate era sottolineare che chi sa far circolare i treni li sa fare circolare con una organizzazione con parti più o meno privatizzate oppure con una impostazione più tipicamente pubblica. Viceversa chi fa minchiate le fa con lo stato o senza lo stato.

Pertanto quello che funziona delle ferrovie britanniche non è sostanzialmente opera della privatizzazione (la cui unica conseguenza certa, incontestabile ed evidente è stata la decadenza infrastrutturale fino alla completa riacquisizione da parte dello stato), ma di una certa attenzione ad un servizio. Tanto è vero che chi ha una attenzione uguale o superiore al servizio ha risultati uguali o superiori pur non avendo privatizzato un tubo.
Invece tu in modo ideologico fai risalire tutti i risultati (dimenticando quelli certamente negativi e documentati) alla privatizzazione, e questa attribuzione non è affatto oggettiva.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 13:36 
Non connesso

Iscritto il: sab 23 dicembre 2006; 14:57
Messaggi: 8613
Località: Milano
Prima della privatizzazione in UK il servizio era fatto bene o male?
Non è che per forza lo stesso sistema (statale o privatizzato) applicato in situazioni differenti produce gli stessi effetti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ultime notizie
MessaggioInviato: mar 09 aprile 2013; 13:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49789
Località: Monza
Infatti, applicato all'infrastruttura è stato tanto negativo da costringere a tornare indietro, mentre applicato alle IF ha funzionato (opinabile se abbia funzionato così meglio rispetto alle Britush Railways) mlla fine il modello scelto è meno determinante di quanto si pensi, tant'è che si dimostra che modelli diversi possono funzionare altrettanto bene (e altrettanto male).
Non ho nulla in contrario ad un sistema di concorrenza tra le aziende, purché sia ben regolato e coordinato all'interno di un progetto organico di sistema.

Quello che trovo immotivato ed ideologico è il credere che cambiando modello tutti i problemi si risolvano e che una impostazione di tipo privato debba PER FORZA funzionare meglio di una impostazione pubblica, cosa di cui nion c'è nessuna evidenza, anzi nello specifico - le ferrovie britaniche - si è visto che con l'infrastruttura è successo proprio il contrario.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010