Svizzera

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Svizzera

Postby S-Bahn » Thu 05 March 2020; 20:16

haha! Ma come potevi pensare che fosse gratis...
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51899
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Thu 05 March 2020; 23:11

Considerato che si tratta di un'edizione privata, dunque non sussidiata (e per giunta stampata in Svizzera), mi sembra un prezzo non fuori luogo, vista la mole; l'orario ufficiale edito dall'UFT (e stampato da ultimo se non erro in Germania) costava pur sempre, da anni, Fr. 16 (ma comprendeva anche i bus).

Lucio Chiappetti wrote:[color=#8000FF](ci sono ancora ?).

Quelli delle FFS no, sono stati sostituiti da inutili opuscoli con collegamenti punto-punto (forse nel frattempo aboliti); mentre ci sono (c'erano?) libretti per le reti celeri.

Le comunità tariffali (risp. i Cantoni committenti) hanno invece preso in certi casi a stamparli (frattanto alcune li hanno di nuovo aboliti); ad es. Ticino e Moesano: https://www.arcobaleno.ch/chi-siamo/are ... rario-2020
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3950
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby luca » Thu 05 March 2020; 23:42

S-Bahn wrote:haha! Ma come potevi pensare che fosse gratis...

I quadri per singola area lo sono...
E tendenzialmente quando faccio una gita in Svizzera, con la "carta giornaliera risparmio", visto che usare il telefono si paga, ne faccio una bella scorta
Fiero utente abituale del TPL
Viva il trasporto pubblico moderno!
User avatar
luca
 
Posts: 8802
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Svizzera

Postby ricc404 » Fri 06 March 2020; 11:59

A Tirano mi recherò subito in stazione per vedere che rimedio. Mi stamperò qualcosina e sfrutterò le reti wifi.
ricc404
 
Posts: 170
Joined: Tue 08 August 2006; 14:10
Location: ROMA

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Mon 18 May 2020; 12:02

FFS, Thurbo e RegionAlps lanciano una gara d’appalto per 194 elettrotreni a un piano per la rete celere regionale.

Comunicato stampa, 18.05.2020

Oggi le FFS hanno lanciato assieme a Thurbo e RegionAlps una gara d’appalto per 194 elettrotreni a un piano per la rete celere regionale. Le imprese ferroviarie necessitano di nuovo materiale rotabile per poter offrire anche in futuro un servizio di trasporto pubblico efficiente e rispettoso dell’ambiente. I nuovi treni dovrebbero principalmente sostituire gli attuali elettrotreni a un piano per la rete celere regionale, che devono essere messi fuori servizio. FFS, Thurbo e RegionAlps puntano consapevolmente su un concetto di veicolo collaudato e non sullo sviluppo di una nuova soluzione. Gli appalti avranno luogo in base a una procedura a più fasi. La decisione su quali fornitori saranno ammessi a una seconda fase del bando dovrebbe essere presa a fine 2020.
FFS, Thurbo e RegionAlps necessitano di nuovi elettrotreni a un piano per la rete celere regionale. Per standardizzare le proprie flotte e sfruttare le sinergie, oggi le tre imprese ferroviarie hanno indetto un bando pubblico comune. Dei 194 treni, 106 dovrebbero andare alle FFS, 70 a Thurbo e 18 a RegionAlps. Ai costruttori viene chiesto un concetto di veicolo già collaudato in un paese europeo; FFS, Thurbo e RegionAlps non vogliono sviluppare una nuova soluzione. I nuovi treni dovrebbero essere autorizzati per la Svizzera, la Germania e l’Austria. Le imprese ferroviarie prevedono attualmente un volume d’ordine pari a un massimo di 1,5 miliardi di franchi. Il Consiglio d’amministrazione delle FFS stabilirà l’importo preciso della linea di credito entro fine 2020. Il progetto d’appalto è coordinato con i cantoni interessati – che fungono da committenti nel traffico regionale – e l’Ufficio federale dei trasporti.

Sostituzione dei treni esistenti.

I nuovi veicoli dovrebbero principalmente sostituire i circa 270 treni esistenti che, avendo raggiunto la loro durata di vita, devono essere messi fuori servizio entro la fine del 2035. Oltre ai 194 treni, per i quali è stata lanciata oggi una gara d’appalto, le imprese ferroviarie necessitano presumibilmente di almeno altri 100 treni per sostituire tutti i vecchi veicoli e consentire il potenziamento dell’offerta deciso dal Parlamento e il conseguente atteso aumento del traffico. In questo contesto, sono state messe a concorso opzioni per un totale di 316 veicoli che – a seconda dell’evoluzione della mobilità – dovrebbero essere realizzate in modo flessibile nei prossimi anni. Inoltre, su simap.ch sono state pubblicate opzioni per contratti di servizio specifici (come ad es. per il sistema di controllo dei treni ETCS).

Impiego previsto da dicembre 2025.

Entro fine 2020 le tre imprese ferroviarie valuteranno, nell’ambito di una cosiddetta preselezione, l’idoneità dei possibili costruttori. Alla seconda fase del bando dovrebbero essere ammessi i tre costruttori la cui piattaforma veicoli esistente meglio soddisfa i requisiti dei concetti d’offerta, d’infrastruttura e d’orario. Secondo l’attuale piano del progetto, l’aggiudicazione avverrà nel 2022 così che i primi treni potranno essere impiegati a partire dall’orario 2026.
Come si inseriscono gli appalti nella strategia del materiale rotabile di FFS, Thurbo e RegionAlps?
FFS: le FFS puntano su pochi tipi di veicoli standardizzati. Il traffico regionale dovrebbe in futuro comprendere – oltre a una flotta di treni bipiano per le linee maggiormente frequentate (ad es. quelle della rete celere regionale zurighese) – una flotta di treni a un piano, moderna ed economica, con due tipologie di veicoli. Il primo tipo di treni verrà acquisito nell’ambito dell’attuale bando e sostituirà, tra il 2025 e il 2035, i Domino e una parte dei Flirt (acquisiti prima del 2011). Il secondo tipo di treni sostituirà, dal 2037 al 2048, i vecchi veicoli rimanenti. Maggiori informazioni sulla

Strategia di flotta FFS
Sugliattuali treni delle FFSIl link si apre in una nuova finestra.

Thurbo – Thurbo conta da molto tempo su una flotta affidabile ed economica con due diverse lunghezze di veicoli. Ciò consente di utilizzare in modo ottimale le diverse lunghezze dei marciapiedi nella rete Thurbo, di garantire capacità sufficienti nell’accesso ai centri di Winterthur e San Gallo e di mantenere bassi i costi grazie ad aggiunte e sganciamenti di veicoli rapidi e secondo le esigenze.

Maggiori informazioni sui treni di Thurbo Il link si apre in una nuova finestra.
RegionAlps: RegionAlps deve sostituire i veicoli di tipo Domino e Nina per soddisfare le esigenze dei propri clienti e garantire una sufficiente capacità sulle proprie linee.
Maggiori informazioni sui treni di RegionAlps

https://company.sbb.ch/it/media/servizi ... 0/5/1805-1
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3950
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Wed 20 May 2020; 13:37

Diritti degli utenti dei trasporti pubblici: il Consiglio federale opta per una maggiore generosità

Berna, 13.05.2020 - Nella sua seduta del 13 maggio 2020 il Consiglio federale ha adottato le ordinanze del cosiddetto progetto di «organizzazione dell'infrastruttura ferroviaria». A seguito dei risultati della relativa consultazione, nell'ambito dei diritti dei viaggiatori ha optato per una maggiore generosità, fissando a cinque franchi – anziché ai dieci inizialmente previsti – l'importo minimo dell'indennizzo dovuto dalle imprese dei trasporti pubblici (TP) in caso di ritardo di una corsa. Il Governo esige inoltre dal settore dei TP una soluzione equa per i titolari di abbonamenti. I nuovi diritti varranno da inizio 2021.

A settembre 2018 l'Assemblea federale ha approvato la legge federale sull’organizzazione dell’infrastruttura ferroviaria (OIF), mirata a rendere più trasparente il sistema ferroviario svizzero, a garantire l'accesso non discriminatorio delle imprese ferroviarie alle reti di altre ferrovie e ad aumentare l'efficienza. Nell'ambito di questo pacchetto vengono anche disciplinati i diritti degli utenti dei TP e delle autolinee internazionali.

Nella procedura di consultazione condotta sulle rispettive ordinanze, la maggior parte dei pareri pervenuti riguardava i diritti dei passeggeri. Sulla base dell'esito della stessa, il Consiglio federale ha deciso di introdurre diritti più favorevoli per i viaggiatori, abbassando a cinque franchi l'indennizzo minimo dovuto dalle imprese di trasporto. Inizialmente l’importo, stabilito con l'intento di contenere l'onere amministrativo di queste ultime, era di dieci franchi. Le imprese, quindi, saranno chiamate a pagare più di quanto previsto originariamente.

I passeggeri hanno diritto al rimborso del 25 per cento del prezzo del trasporto in caso di ritardi di oltre un'ora e del 50 per cento se il ritardo è superiore a due ore. Può far valere questo diritto chi ha acquistato un biglietto di almeno 20 franchi e ha subito un ritardo superiore a un'ora, o un biglietto di almeno dieci franchi e un ritardo di oltre due ore. Questo permette di allineare i diritti dei viaggiatori alla normativa dell'Unione europea (UE). Per i titolari di abbonamenti il settore dei TP definirà apposite regole.

Il progetto OIF prevede inoltre la trasformazione del servizio di assegnazione delle tracce in un istituto autonomo della Confederazione con competenze supplementari, il disciplinamento dei diritti di partecipazione delle imprese ferroviarie alla definizione degli orari e degli investimenti sulla rete ferroviaria nonché l’attribuzione di maggiori competenze alla Commissione d’arbitrato in materia ferroviaria (CAF, rinominata ComFerr). La legge OIF e la rispettiva ordinanza entreranno in vigore il 1° luglio 2020, mentre le disposizioni sui diritti dei viaggiatori (cfr. scheda informativa) e sui compiti operativi del Servizio di assegnazione delle tracce a inizio 2021.

https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniz ... 79095.html
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3950
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Wed 10 June 2020; 8:28

Progetto d'orario 2021

A partire dal 10 giugno 2020 e fino al 28 giugno 2020 avete la possibilità di esprimere il vostro parere sul progetto d'orario 2021 che vi presentiamo in questo sito. Consultate la rubrica Parere per maggiori dettagli sui singoli Cantoni competenti per la valutazione dei pareri.
Questa fase della procedura di definizione dell'orario serve a correggere eventuali discordanze tecniche degli orari. Le questioni di carattere concettuale (tracciato, orario di servizio, intensificazione della cadenza) sono trattate invece nel quadro del programma d'offerta. I servizi cantonali competenti per i trasporti pubblici esamineranno i pareri e ne terranno conto nei limiti del possibile. Eventualmente le proposte formulate potranno confluire nella pianificazione dei prossimi anni d’orario.
Se su una linea non sono previste modifiche dell'orario, la rubrica Ricerca orario presenta l'orario in vigore invece di un progetto. Sul sito www.quadri-orario.ch sono pubblicati tutti gli orari validi.

Per la prima volta il progetto d’orario 2021 potrà essere consultato online sul sito «Consultazione degli orari dei trasporti pubblici svizzeri». È possibile accedere alle informazioni relative agli orari dei trasporti pubblici in Svizzera al seguente indirizzo www.orari-tp.ch.


--> https://www.progetto-orario.ch/it/benvenuto.html
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3950
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Svizzera

Postby luca » Wed 10 June 2020; 9:24

Proprio come da noi, neh?
Fiero utente abituale del TPL
Viva il trasporto pubblico moderno!
User avatar
luca
 
Posts: 8802
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Svizzera

Postby serie1928 » Wed 10 June 2020; 14:09

No, come solo in Svizzera viene fatto.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10960
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Svizzera

Postby GLM » Wed 10 June 2020; 15:27

luca wrote:Proprio come da noi, neh?


Fortunatamente no, o ti ritroveresti con 10 treni alle 8 del mattino, 2 treni in croce in morbida e il servizio chiuso alle 20 "perchè dopo è pericoloso e lo usano solo gli extracomunitari che non pagano il biglietto".
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 17056
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano NoLo - M1, 1, 55, 56, 62, NM1

Re: Svizzera

Postby luca » Wed 10 June 2020; 16:26

Mi sa che hai sbagliato topic hahaha
Fiero utente abituale del TPL
Viva il trasporto pubblico moderno!
User avatar
luca
 
Posts: 8802
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Svizzera

Postby GLM » Wed 10 June 2020; 23:15

no...
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 17056
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano NoLo - M1, 1, 55, 56, 62, NM1

Re: Svizzera

Postby luca » Thu 11 June 2020; 7:43

Ahhh adesso ho capito. Scemo io : )
Fiero utente abituale del TPL
Viva il trasporto pubblico moderno!
User avatar
luca
 
Posts: 8802
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Svizzera

Postby S-Bahn » Thu 11 June 2020; 8:48

Mai vantarsi! ; )
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51899
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Svizzera

Postby Viersieben » Wed 24 June 2020; 22:16

Nessun aumento dei prezzi dei TP e offerte più allettanti per giovani e bambini

Nonostante le perdite di guadagno attese nell’ordine del 25-30 percento, i trasporti pubblici non aumenteranno i prezzi per il 2021. Al fine di incrementare ulteriormente l’attrattiva dei trasporti pubblici, il settore attua contemporaneamente diverse misure riguardanti l’assortimento. In futuro, i clienti potranno acquistare una carta mensile AG senza bisogno di avere un abbonamento metà-prezzo. Tutti i venticinquenni riceveranno uno sconto di 500 franchi sull’AG e i bambini non accompagnati viaggeranno gratuitamente fino al 6° compleanno e poi al massimo per 19 franchi al giorno fino al 16° compleanno. Con il «cambio di classe risparmio» e il «piccolo gruppo risparmio» viene ampliato anche l’assortimento risparmio. Infine, a partire dal 2021 i viaggiatori riceveranno un indennizzo per il loro titolo di trasporto in caso di ritardo superiore ai 60 minuti.
La pandemia di Covid-19 ha lasciato un segno profondo anche nei trasporti pubblici. Negli ultimi tre mesi, le imprese di trasporto e le comunità tariffarie hanno perso quasi due terzi del loro fatturato. Soprattutto le vendite di biglietti singoli sono in parte crollate quasi a zero. Attualmente sono del 60 percento circa al di sotto del livello dell’anno precedente. Molto probabilmente quest’anno la domanda nei trasporti pubblici non si riprenderà completamente. Al momento si prevede che nel 2020 gli introiti complessivi dei trasporti pubblici in Svizzera caleranno del 25-30 percento rispetto al 2019.

Nessun aumento dei prezzi per la quarta volta consecutiva
Nonostante le prospettive a tinte fosche, il settore ha deciso di non aumentare i prezzi nel prossimo anno. Ciò significa che il livello dei prezzi è rimasto mediamente stabile da quattro anni e, grazie a diverse offerte risparmio, in alcuni casi è stato persino possibile ridurlo. In conformità all’ordinanza dell’Ufficio federale dei trasporti, nel traffico regionale viaggiatori la riduzione dei costi derivante dai prezzi delle tracce più bassi a partire dal 2021 sarà trasferita ai committenti, sgravando così i contribuenti.

Una carta mensile AG e 500 franchi di riduzione per tutti i venticinquenni
Il settore sta apportando alcuni cambiamenti per migliorare dal 2021 l’assortimento, anche con l’obiettivo di riconquistare gli utenti dei trasporti pubblici dopo la pandemia. L’abbonamento generale continua a essere un pilastro importante e ora vengono introdotte la carta mensile AG (senza obbligo del metà-prezzo) e l’«AG per venticinquenni». Con la carta mensile AG, i clienti possono beneficiare in maniera flessibile del comfort dell’AG per brevi periodi di tempo. In compenso, la durata minima del contratto per gli AG a prezzo annuo sarà aumentata da quattro a sei mesi. Grazie all’AG per venticinquenni tutte le persone in questa fascia di età ricevono uno sconto di 500 franchi e il passaggio all’AG Adulti avviene così in modo progressivo. Il nuovo abbonamento sostituisce l’«AG Junior per studenti» scontato dai 25 ai 30 anni, che rappresenta un caso particolare e porta a una disparità di trattamento all’interno di questa fascia d’età. Come misura di ammortizzazione una tantum, a tutti i titolari di questo abbonamento saranno accreditati 500 franchi al momento del passaggio all’AG Adulti. Così facendo, non solo gli studenti, ma anche i venticinquenni che lavorano potranno beneficiare di uno sconto.

Presto viaggi sempre gratis per i bambini fino al 6° compleanno
Ci sono buone notizie anche per la clientela più giovane:

Di sabato, domenica e nei giorni festivi generali il seven25 è ora valido fino alle 7 del mattino e comprende quindi i primi collegamenti mattutini del giorno successivo.
I ragazzi tra i 6 e i 15,99 anni possono ora utilizzare la carta giornaliera ragazzo in tutta la Svizzera anche se non accompagnati. Costa 19 franchi in 2a classe.
Da dicembre 2021 i bambini fino a 5,99 anni viaggeranno sempre gratis; accompagnati o non accompagnati.
Nuova offerta risparmio per piccoli gruppi
Anche l’assortimento delle offerte risparmio sarà ampliato per il 2021. Il cambio di classe risparmio permetterà ai clienti con un biglietto di 2a classe di passare alla 1a classe a un prezzo vantaggioso, in base alla disponibilità. L’offerta «piccolo gruppo risparmio», che sarà introdotta nel corso del prossimo anno, è rivolta a gruppi da tre a nove persone e vuole consentire ai gruppi più piccoli di utilizzare lo stesso collegamento a un prezzo conveniente. Entrambe le offerte si basano sull’attuale assortimento risparmio, possono essere prenotate esclusivamente online e sono associate a un determinato treno.

AG cane sostituito dal conveniente pass cane
Infine, anche l’assortimento per cani subisce dei cambiamenti. Il precedente AG cane al prezzo di 805 franchi sarà sostituito dal pass cane che costerà soltanto 350 franchi. Il pass cane corrisponde ora a una relazione 1:1 tra il cane e il suo detentore, nel senso che il cane viene registrato sul titolo di trasporto del proprietario. L’abbonamento è quindi disponibile sullo SwissPass. Nel contempo viene ridotto di 10 franchi anche il prezzo della carta giornaliera per cani.

Diritti dei passeggeri in vigore dal 2021
Un’importante novità dei trasporti pubblici è l’estensione a partire dal 2021 dei diritti dei viaggiatori in caso di ritardi. Lo ha deciso il Consiglio federale il 13 maggio 2020 con l’adozione del pacchetto di ordinanze sull’organizzazione dell’infrastruttura ferroviaria (OIF). In futuro i viaggiatori avranno diritto a un indennizzo se arrivano a destinazione con un ritardo superiore a un’ora. Se il ritardo è di oltre un’ora, ai viaggiatori con biglietti singoli e di percorso verrà rimborsato il 25 percento del prezzo del biglietto. Se supera le due ore, verrà indennizzato il 50 percento.

Secondo l’ordinanza, gli importi inferiori a 5 franchi non saranno corrisposti. Ciò significa che saranno indennizzati i titoli di trasporto di almeno 20 franchi (con ritardo superiore a un’ora) o 10 franchi (con ritardo di oltre due ore). Anche i titolari di un abbonamento beneficeranno di un indennizzo. L’importo verrà stabilito in base al valore giornaliero dell’abbonamento. Durante un anno o un mese di abbonamento sarà indennizzato al massimo il 10 percento del valore dell’abbonamento. I diritti dei passeggeri saranno introdotti da gennaio 2021. Le FFS sono state incaricate di elaborare le richieste di indennizzo sulla base di un mandato. L’Alliance SwissPass sostiene l’estensione dei diritti dei passeggeri: si tratta di un chiaro passo avanti nell’interesse dei clienti che sottolinea le legittime aspettative elevate nei confronti della qualità dei trasporti pubblici.

Downloads
Comunicato stampa (PDF)
Panoramica delle misure tariffarie e di assortimento (PDF)

https://www.allianceswisspass.ch/it/Spa ... s-24062020

(Non ho ben capito questa "Alliance SwissPass" - che mischmasch linguistico -, ultimamente ipermediatizzata, da dove salti fuori e come si connetta con l'UTP...)
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3950
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: Google [Bot] and 6 guests