Trasporto merci

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Trasporto merci

Postby max90 » Thu 03 January 2013; 14:19

Tipo le famose AV/AC, costruite con la scusa di impiegarle per i merci con carri che nel migliore dei casi sono limitati a 120 km/h :wall:
User avatar
max90
 
Posts: 5641
Joined: Mon 14 May 2012; 12:45

Re: Trasporto merci

Postby Slussen » Thu 03 January 2013; 14:20

Già e a quanto pare i paesi in controtendenza sono pochi: Svizzera, UK, Svezia, Finlandia, Austria.
Slussen
 
Posts: 12199
Joined: Wed 05 July 2006; 20:59
Location: terminaaa

Re: Trasporto merci

Postby max90 » Thu 03 January 2013; 14:22

In realtà anche i tedeschi hanno migliorato la percentuale di trasporto su rotaia, ma sinceramente pensavo fosse decisamente più alta del 22,2%.
User avatar
max90
 
Posts: 5641
Joined: Mon 14 May 2012; 12:45

Re: Trasporto merci

Postby S-Bahn » Thu 03 January 2013; 15:04

L'Europa occidentale, anche per il tipo di industria, ha fatto la scelta della strada ormai più di 50 anni fa.
La Francia, comunque molto conciata, fa pur sempre il doppio dell'Italia come percentuale di merci sul ferro. Mi ha soprpreso il Nord, la Svezia in particolare, che pensavo su percentuali decisamente più basse. Bisogna vedere quanto tiene l'Europa dell'Est dove di sicuro c'è in atto una erosiono, in parte inevitabile, della modalità ferroviaria.
L'Italia è ridicola. Veniamo da un passato criticabile ma gli ultimi 10 anni con Moretti plenipotenziario "facciamo l'Alta Velocità e liberiamo le linee storiche per il trasporto regionale e il trasporto merci" sono totalmente disastrosi, con merci e regionali a picco ovunque, tranne la regionale in Lombardia dove, guarda caso, non c'è Moretti, di cui si è dovuto con dispiacere fare a meno :roll:
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52115
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporto merci

Postby friedrichstrasse » Thu 03 January 2013; 15:07

La Francia in questa cultura è identica all'Italia. A loro va anche peggio perché rispetto a noi è un paese quasi spopolato, anche se la nostra popolazione è comunque molto più sparpagliata della loro.

L'Europa dell'Est è un disastro totale: le ferrovie sono obsolete e sarebbero necessari forti investimenti per modernizzarle, mentre la costruzione delle autostrade fa crescere l'economia molto più rapidamente (c'è bisogno di asfalto, cemento, automobili) :wink:
Stanno vivendo lo stesso processo vissuto dall'Europa occidentale, ma dovendo recuperare qualche decennio devono fare tutto più in fretta, e il risultato sarà disastroso per le ferrovie.
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Trasporto merci

Postby Viersieben » Thu 03 January 2013; 15:19

Non "sarà", "è", a vedere l'aria che tira... :(
S-Bahn wrote:Mi ha soprpreso il Nord, la Svezia in particolare, che pensavo su percentuali decisamente più basse.

Ragionamento terra-terra: è possibile che abbiano un influsso sull'aumento della quota i colossali convogli che circolano nel nord del Paese per il trasporto di minerale ferroso?
User avatar
Viersieben
 
Posts: 4000
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Trasporto merci

Postby friedrichstrasse » Thu 03 January 2013; 15:23

Comunque si conferma la sensazione secondo cui le zone montagnose sono più adatte al mezzo ferroviario, perché il traffico è costretto lungo pochi itinerari ben definiti (le valli).

Nelle zone pianeggianti, il traffico si sparpaglia in tutte le direzioni, e quindi il mezzo ferroviario può avere una posizione preminente solo nel caso di densità di popolazione elevatissima, che consente l'impianto di una rete molto fitta.
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Trasporto merci

Postby S-Bahn » Thu 03 January 2013; 16:04

Secondo questo criterio l'Italia dovrebbe avere una scelta modale per il ferro doppia di quella della Francia dove le vere montagne sono ai confini dell'Italia, poco traffico in assoluto e pochissimo ferroviario, e ai confini della Spagna dove va anche peggio, se possibile.

Il criterio a dire il vero ha una sua validità ma la scelta modale dipende soprattutto da scelte politiche e culturali.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52115
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporto merci

Postby Coccodrillo » Thu 03 January 2013; 22:39

Nel caso dei paesi con molte coste e strade scadenti o disastrose (Scandinavia) bisognerebbe sapere la quota del trasporto navale.

Per Austria, Svizzera e i tre paesi baltici influisce molto il transito.

Nell'Europa dell'est invece la scarsità di autostrade.
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13567
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Trasporto merci

Postby skeggia65 » Fri 04 January 2013; 1:11

Attenzione però che la tabella riporta le percentuali ma non le quantità.
Fermo restando il disastroso dato italiano, è possibile che i dati dell'Est Europa siano influenzati anche da un forte aumento del traffico merci in generale?
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15473
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Trasporto merci

Postby friedrichstrasse » Fri 04 January 2013; 13:52

Non lo so, è davvero aumentato? La Polonia prima del 1989 era il paese con la rete ferroviaria più trafficata al mondo, in termini di merci...
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Trasporto merci

Postby Slussen » Fri 11 January 2013; 22:58

Slussen
 
Posts: 12199
Joined: Wed 05 July 2006; 20:59
Location: terminaaa

Re: Trasporto merci

Postby Coccodrillo » Fri 29 November 2013; 17:10

Rapporto sul trasferimento del traffico 2013: il Consiglio federale intende promuovere il traffico merci ferroviario transalpino fino al 2023

Berna, 29.11.2013 - In data odierna il Consiglio federale ha approvato il nuovo rapporto sul trasferimento del traffico merci transalpino dalla strada alla ferrovia. Le misure in vigore permettono di evitare ogni anno circa 650 000 transiti di veicoli pesanti attraverso le Alpi. Inoltre il rinnovo della flotta di questi mezzi, incentivato con riduzioni della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP), abbassa sensibilmente le emissioni di inquinanti atmosferici. Tuttavia, non risulta tuttora possibile raggiungere gli obiettivi fissati per legge sul numero di transiti attraverso le Alpi. Fino alla completa entrata in servizio di AlpTransit e alla realizzazione del corridoio da 4 metri lungo l’asse del San Gottardo, sarà quindi necessario continuare a promuovere il trasporto combinato non accompagnato. Il Consiglio federale chiede al Parlamento di prolungare fino al 2023 la durata del relativo limite di spesa aumentandolo di 180 milioni di franchi.

La maggior parte delle merci è trasportata attraverso le Alpi svizzere tramite ferrovia. Ciò corrisponde a una quota del 63,4 per cento che pone la Svizzera di gran lunga all'avanguardia a livello internazionale. Grazie al trasferimento del traffico deciso dal Popolo, ogni anno si evitano da 650 000 a 700 000 transiti transalpini di mezzi pesanti. L'anno scorso circa 1,2 milioni di autocarri hanno attraversato le Alpi svizzere. Tuttavia, non risulta tuttora possibile ridurre questi transiti in modo da raggiungere l'obiettivo di trasferimento sancito per legge (650 000 viaggi nel 2018). A questa conclusione giunge il Consiglio federale nel suo nuovo rapporto sul trasferimento del traffico. Si confermano quindi i risultati del precedente rapporto.

Nel rapporto sul trasferimento del traffico 2013 il Consiglio federale informa sullo stato di attuazione degli incarichi conferiti dal Parlamento in occasione dell'esame del precedente rapporto. Propone quindi di prolungare dal 2019 al 2023 la durata del limite di spesa per il promovimento del trasporto di merci per ferrovia attraverso le Alpi. Dal 2020 la rotaia disporrà di un'infrastruttura competitiva grazie alla realizzazione del corridoio da 4 metri e della ferrovia pianeggiante ininterrotta sull'asse del San Gottardo. Dopo la scadenza del prolungamento proposto, i trasporti non dovranno più essere indennizzati. L'anticipo con cui sono annunciate queste scadenze permetterà alle imprese di prepararsi alla nuova situazione. Il Consiglio federale prevede di ridurre di anno in anno i contributi per ogni spedizione effettuata, al fine di rendere il trasporto combinato attraverso le Alpi progressivamente autonomo dal punto di vista finanziario. Il Consiglio federale intende mettere a disposizione complessivamente 350 milioni di franchi per il prolungamento della durata dei pagamenti destinati al trasporto combinato non accompagnato (TCNA). Di questi, 170 milioni provengono dall'attuale limite di spesa che non è stato utilizzato interamente a seguito di una riduzione dei prezzi delle tracce orarie accordata al traffico merci; i restanti 180 milioni sono costituiti da nuovi fondi.

La strada viaggiante deve diventare più efficiente

Per ora il sostegno finanziario alla strada viaggiante (Rola) è assicurato fino al 2018. In previsione del prossimo rapporto sul trasferimento, il Consiglio federale intende analizzare se e in quale misura dovrà essere mantenuto. Il prolungamento potrà essere adottato solo a condizione che i soldi dei contribuenti siano impiegati in modo più proficuo. Tra l'altro, dovranno essere esaminate ulteriori nuove offerte sull'asse del San Gottardo. Attualmente la Rola è un servizio svolto prevalentemente sull'asse Lötschberg-Sempione.

Il Consiglio federale si propone di rafforzare il trasferimento del traffico con nuovi provvedimenti. A questo scopo è all'esame del Parlamento il progetto per la costruzione e il finanziamento di un corridoio ininterrotto da 4 metri sull'asse del San Gottardo. Inoltre si devono realizzare capacità aggiuntive nei terminali per il trasbordo gomma-rotaia, specialmente nell'Italia settentrionale, come rilevato da Svizzera e Italia in una dichiarazione d'intenti. Dopo che la validità delle aliquote TTPCP è stata confermata dal Tribunale federale, il Consiglio federale sta valutando l'opportunità di perfezionare il sistema delle tariffe. L'introduzione di una borsa dei transiti alpini continua a essere accolta poco favorevolmente dai Paesi confinanti e dall'UE.

Maggiore integrazione nella politica ambientale e climatica

Nel rapporto sul trasferimento del traffico 2013 il Consiglio federale propone una maggiore integrazione della politica di trasferimento in quella ambientale e climatica. La politica di trasferimento contribuisce in modo sostanziale al raggiungimento degli obiettivi di politica climatica ed energetica della Svizzera. Inoltre il progresso tecnico apporta miglioramenti ai veicoli pesanti per quanto riguarda l'emissione di inquinanti atmosferici, in particolar modo da parte di veicoli della classe Euro VI. La Confederazione incentiva la sostituzione dei vecchi mezzi con veicoli Euro VI applicando a questi ultimi tariffe ridotte della TTPCP. Secondo diverse previsioni, l'inquinamento ambientale dell'area alpina provocato dal traffico pesante diminuirà entro il 2020 grazie al rinnovo del parco veicoli e alle attuali misure di trasferimento. Queste considerazioni sollevano domande di fondo sugli obiettivi della politica di trasferimento e sulla protezione degli habitat nella regione alpina. Il Consiglio federale auspica che tali questioni siano affrontate e chiarite nell'ambito di un dibattito politico.


:arrow: http://www.news.admin.ch/message/index. ... g-id=51140

Alpinfo 2012

È ora disponibile Alpinfo 2012. Rispetto al 2011 la quota di mercato della ferrovia nell'arco alpino A è diminuita di ben 2,5 punti percentuali attestandosi al 37,7 per cento. Questa riduzione è dovuta soprattutto al notevole calo del traffico merci ferroviario registrato al Brennero dopo l'abrogazione del divieto settoriale di transito con la conseguente forte riduzione dell'offerta Rola. Inoltre al Brennero si sono registrate diverse limitazioni nell'utilizzo delle infrastrutture.

Complessivamente la quota della ferrovia si è attestata al 15,1 per cento in Francia, al 63,4 in Svizzera e al 26,8 in Austria. Rispetto all'anno precedente, nel 2012 il traffico complessivo nell'arco alpino A è diminuito del 5,2 per cento. Il calo è stato più forte in Svizzera (-6,7 %), seguita dalla Francia (-5,3 %) e dall'Austria (-3,8 %).


:arrow: http://www.bav.admin.ch/verlagerung/ind ... bNoKSn6A--
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13567
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Trasporto merci

Postby Coccodrillo » Sun 01 December 2013; 12:12

Image

Image

Image

Image
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13567
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Trasporto merci

Postby Coccodrillo » Sun 23 March 2014; 17:55

Raccordo industriale in centro a Zurigo:

http://www.sbbcargo.com/it/media/pubbli ... erich.html

http://blog.sbbcargo.com/it/8773/il-col ... stretto-5/

https://maps.google.ch/maps?q=Zurigo&hl ... o&t=k&z=20

La linea industriale finisce proprio sotto il ponte della linea HB-Stadelhofen, sostituita dal primo tunnel S-Bahn (vedi Google Maps).
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13567
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

PreviousNext

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 12 guests