NTV (era: Montezuma)

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby Astro » Mon 22 January 2018; 9:22

Beh, come possono andare in autostrada i camion che hanno limite a 80 km/h quando la velocità massima è 130 km/h?
Astro
 
Posts: 3632
Joined: Mon 26 November 2012; 14:55
Location: Z314 Z315

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby simplon » Mon 22 January 2018; 12:36

Battute a parte, sulle linee AV italiane, per normativa RFI sono ammessi convogli con velocità non inferiore a 250 km/h. Quindi possono viaggiare tranquillamente tutti gli Italo Evo. Inutile dire che questa disposizione era stata prevista per "salvaguardare" la circolazione di tutto il materiale da 250 km/h di TI.

s.
simplon
 
Posts: 169
Joined: Thu 14 May 2015; 18:58

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby S-Bahn » Mon 22 January 2018; 15:15

E logico che si debba tenere conto del fatto che non tutto il materiale può arrivare alla velocità massima della linea così come, per salvaguardare la capacità, ci debba essere anche un limite minimo che il materiale deve superare, altrimenti la circolazione diventa eccessivamente eterotachica.
E' un compromesso di opportunità di gestione della linea.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50074
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby indaco1 » Tue 06 February 2018; 2:05

Mi aspettavo di trovare il 3d pieno di commenti sulla notizia del giorno per NTV. Offerta di quasi 2 miliardi piu' accollo di 450mln di debiti.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza- ... d=AE3oNwuD

https://www.milanofinanza.it/news/maxi- ... 2128395684
indaco1
 
Posts: 1837
Joined: Sun 14 October 2007; 9:28

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby indaco1 » Thu 08 February 2018; 1:50

Offerta accettata. Montezuma non centra piu' davvero.

http://www.ansa.it/sito/notizie/economi ... f2b66.html

Comunque per me e' un bene, per il tipo di azienda e il tipo di investitore. Innanzitutto un investimento estero sono risorse iniettate nel sistema. Inoltre non escluderei che riutilizzino il know how altrove, magari proprio negli USA.
indaco1
 
Posts: 1837
Joined: Sun 14 October 2007; 9:28

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby Trullo » Thu 08 February 2018; 1:54

Di solitio però (almeno in altri settori) i fondi fanno investimenti a breve termine, "risanano" l'azienda e la rivendono a un altro operatore, di solito dello stesso settore
"Io non distinguo gli uomini, come fanno gli ignoranti, in greci e barbari. Non mi interessa la provenienza dei cittadini, neanche la razza della nascita. Li distinguo con una sola misura: la virtù.
Per me, ogni buon straniero è greco ed ogni cattivo greco è peggiore del barbaro." (Alessandro III di Macedonia, detto il Grande)
User avatar
Trullo
 
Posts: 25996
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby Alessandro72 » Thu 08 February 2018; 10:03

Io ho commentato su un altra sezione. Ora è italoamericano
Ricordo con affetto il "Freccia delle Gardenie"...
Alessandro
User avatar
Alessandro72
 
Posts: 1256
Joined: Sat 09 October 2010; 23:31
Location: Mandello del Lario

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby skeggia65 » Thu 08 February 2018; 14:02

Lo chiameremo "Amerigo"" :mrgreen:
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 14939
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby indaco1 » Sat 10 February 2018; 12:14

Una breve analisi.

La quotazione in borsa non prevedeva l'emissione di nuove azioni, quindi niente soldi freschi per l'azienda. Serviva solo per far rientrare i soci degli investimenti.

Una NTV quotata in questo modo non avrebbe avuto nuove risorse per espandersi ulteriormente. Se ne sarebbe stata al suo posto.

Non a caso MEF e MISE, che poi sarebbero il Governo Italiano tra l'altro azionista di Trenitalia, hanno pubblicato un comunicato congiunto in cui auspicavano che NTV rimanesse in mani italiane.

Al contrario, una NTV detenuta al 100% da un fondo di dimensioni globali e dotato di ingentissime risorse, con il know how acquisito ed essendo uno dei rarissimi (o direi unici) casi al mondo di startup privata nel settore, arrivata al break even, diventa un soggetto molto molto ingombrante.

Dalle poche cose che sono trapelate, leggendo gli articoli sul tema, l'idea e' di utilizzare il know how e, auspicabilmente anche gli skill e le persone di NTV, per espandersi nel campo dell'alta velocita' in tutto il mondo. Sembrerebbe che non gli interessino i trasporti ferroviari locali, quando piuttosto le future liberalizzazioni europee per l'AV, liberalizzazion gia' fatta in Italia, e lo sviluppo AV in Nordamerica.

Insomma, gli americani si sono presi il miglior bocconcino sul mercato per mettere i piedi nel settore, destinato ad avere molto sviluppo in futuro.

Questa operazione a me ricorda molto quanto successso con un'altra startup italiana di successo negli ultimi anni: Omnitel. Il marchio purtoppo e' stato cancellato, e non si sa molto, ma moltissimo del know how e delle risorse, anche umane, che rendono Vodafone forse l'attore piu'ì globale nel campo della telecomunicazioni cellulari sono italiane, Vodafone e' basata in buona parte sul successo e l'esperienza di Omnitel.

In questo caso la cosa e' ancora piu' significativa data l'unicita' dell'esperienza di successo di NTV.

Spero che se andranno alla conquista dell'europa e del mondo, tengano un po' in vista il marchio Italiano. E mi dispiace che non gli interessino i trasporti locali, probabilmente meno remunerativi e troppo intrecciati con situazioni che li rendono inadatti ad essere gestiti da un attore globale.

Trullo wrote:Di solitio però (almeno in altri settori) i fondi fanno investimenti a breve termine, "risanano" l'azienda e la rivendono a un altro operatore, di solito dello stesso settore


Questo non sembra essere un fondo locusta, che compra una azienda e la rivende a pezzi. Al contrario, basta verificare come gestiscono gli altri loro investimenti. Ad esempio sono i prorpietari dell'aereoporto di Londra Gatwick.
indaco1
 
Posts: 1837
Joined: Sun 14 October 2007; 9:28

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby GLM » Sat 10 February 2018; 12:49

indaco1 wrote:Questa operazione a me ricorda molto quanto successso con un'altra startup italiana di successo negli ultimi anni: Omnitel. Il marchio purtoppo e' stato cancellato, e non si sa molto, ma moltissimo del know how e delle risorse, anche umane, che rendono Vodafone forse l'attore piu'ì globale nel campo della telecomunicazioni cellulari sono italiane, Vodafone e' basata in buona parte sul successo e l'esperienza di Omnitel.



Da quanto leggo da wikipedia, la omnitel è solo una delle tante compagnie acquisite dalla preesistente e già sviluppata vodafone una dozzina di anni fa...

Vodafone viene creata nel 1984 come sussidiaria della Racal Electronics Plc con il nome di Racal Telecom Limited.


Vodafone, Leeds.
Nel settembre 1991 l'azienda si distacca totalmente dalla Racal Electronics Plc e il suo nome cambia in Vodafone Group Plc.

Il 30 giugno 1999 il gruppo inglese si fonde con l'americana AirTouch Communications Inc. dando vita a Vodafone AirTouch Plc. Nel settembre dello stesso anno Vodafone Airtouch Plc accetta di fondere i suoi servizi mobili negli Stati Uniti d'America con la Bell Atlantic, formando così la compagnia di telefonia mobile Verizon Wireless.

Il 12 aprile 2000 Vodafone AirTouch riceve dalla Commissione europea l'autorizzazione ad acquisire l'azienda tedesca Mannesmann, acquisendo così il pieno controllo dell'operatore mobile D2; l'operazione comporta anche la vendita dell'azienda Orange a France Télécom. Il 28 luglio 2000 viene ripristinato il vecchio nome Vodafone Group Plc.

Negli anni successivi il gruppo ha acquistato operatori mobili o partecipazioni in tutto il mondo, [senza fonte] tra cui l'acquisto di Omnitel (OPI Omnitel Pronto Italia S.p.A.). [1]

Nel 2006 Vodafone, anche per far fronte ad alcune perdite, ha dismesso alcune sue attività e partecipazioni: in Giappone con Vodafone Giappone, in Svezia con Vodafone Svezia, in Belgio con Proximus e in Svizzera con Swisscom Mobile. Inoltre, pur non avendo alcuna partecipazione, ha concesso all'operatore partner in Islanda, Og-Vodafone, la possibilità di utilizzare il nome Vodafone Islanda.

Dal 29 luglio 2008 CEO dell'azienda è l'italiano Vittorio Colao.
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 16843
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby S-Bahn » Sat 10 February 2018; 12:59

Da fuori difficile dare un giudizio non conoscendo i retroscena e in fondo nemmeno le prospettive.
Da una parte un certo rammarico per la perdita di controllo di un'altra azienda italiana ma dall'altro la considerazione che qualcuno dall'estero è interessato a investire in Italia, poi si vedrà.

Ho anche sentito, ma non so esattamente come stanno le cose, che questo acquisto non sarebbe in realtà un'iniezione di capitali ma sarebbe a sua volta basta sul debito.
Settimana scorsa avevamo un'azienda con 500 milioni di debito che si apprestava ad entrare in borsa per coprire questo debito (permettere ad soci come Intesa e Generali di rientrare dal prestito) e da questa settimana avremmo un'azienda con 2500 milioni di debito. I 500 di prima, certificati dal bilancio, più i 2000 del presunto, e di fatto solo potenziale, valore della società.

Quanto al TPL, non è che non esistano aziende internazionali che lavorano nel settore, Arriva, Transdev... è però certamente un mercato diverso, dove la competizione non è nel mercato ma per il mercato.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50074
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby GLM » Wed 07 March 2018; 18:58

ecco qua un modo per utilizzare la AV come "metropolitana d'italia" 8--)

Image
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 16843
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby mattecasa » Wed 07 March 2018; 19:18

Ma non avevano abolito gli abbonamenti AV costoro?
Freedrichstrasse
User avatar
mattecasa
 
Posts: 4109
Joined: Sun 11 May 2014; 13:20
Location: Provincia di Parma

Re: NTV (era: Montezuma)

Postby simplon » Thu 08 March 2018; 18:05

Carnet e abbonamento non sono la stessa cosa!

s.
simplon
 
Posts: 169
Joined: Thu 14 May 2015; 18:58

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests