Treni internazionali

Trasporto ferroviario

Moderators: Hallenius, teo

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Tue 11 February 2020; 23:24

Mappe dei treni notturni nel mondo: http://night-trains.com (certo che quei futuri WL austriaci praticamente sprovvisti di finestrini...)
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby luca » Wed 12 February 2020; 9:30

Ma è un gioiellino questa mappa!
In realtà sul nuovo NJ ho grandi aspettative, l'unica cosa che non mi convince è la possibilità di chiudersi completamente dentro una cuccetta come in un sarcofago, non ci viaggerei neanche se me lo regalassero, spero che verrà rivista come cosa (e non ho capito se andrà a sostituire il posto a sedere o sarà un nuovo livello di servizio)
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8949
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Treni internazionali

Postby luca » Sat 25 July 2020; 7:00

https://siviaggia.it/notizie/milano-lon ... ta/298356/
Partendo dal fatto che cinque ore emmezza è impossibile visto che ce ne vogliono già 8 fino a Parigi, è bufala al 100% o può esserci un fondo di verità?
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8949
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Sat 25 July 2020; 9:48

C'è sempre il problema dei controlli doganali e di frontiera che, non ho capito perché, sembra non possano essere effettuati a bordo (come capita nel resto del mondo).

Le carrozze del Nightstar, che si sarebbero prestate per viaggi del genere, circolano ormai in Canadà...
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby GLM » Sun 26 July 2020; 20:02

in che senso? Se oggi si fa londra-parigi in treno, bisogna scendere nel mezzo del viaggio per andare a piedi in un ufficio doganale per poi risalire sullo stesso treno?
Non sono previste fermate intermedie
User avatar
GLM
 
Posts: 17097
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano NoLo - M1, 1, 55, 56, 62, NM1

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Sun 26 July 2020; 21:49

No, bisogna a quanto sembra fare un check-in in stazione (compreso controllo passaporti) che potrebbe essere laborioso istituire per collegamenti sporadici (come fanno con gli ES che da/per le località sciistiche?*), vedi ad es.: https://www.seat61.com/London-to-Paris- ... 20check-in

Mai provato personalmente però; dovessi mai riuscire ad andare nel Regno Unito ci andrei senz'altro in nave.

* EDIT: sembrerebbe che i controlli avvengano al momento della discesa a Ashford Intl o a St-Pancras:
How early should I arrive at the train station?

We advise that you arrive at the station around 45 minutes to an hour before departure. This will give you ample time to go through security and passport checks. On the return leg, passport checks will take place at St Pancras or Ashford – depending on where you alight – so you can afford to arrive at the train station in the Alps closer to the departure time. Just make sure you don’t cut it too fine!

https://www.thetrainline.com/en/train-c ... -ski-train
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby luca » Wed 26 August 2020; 16:31

https://www.progetto-orario.ch/fileadmi ... 21/600.pdf
Dateci uno sguardo, se questo accadesse, la cosa sarebbe veramente storica
Praticamente un treno ogni mezz'ora fra Milano e la Svizzera (salvo buchetti, fastidiosi, ma risolvibili, si tratta ad occhio di due RE, sorprendentemente non alle 9-10-11, e di due EC)
Una coppia da Zurigo per Genova, e una per Bologna
Certo, in entrambi i casi, manca un pezzo, soprattutto per Bologna, sinceramente in quest'ultimo caso non capisco il senso del prolungamento, almeno che non ci sia una consistente esigenza di un collegamento fra Bologna e la Svizzera, perchè diversamente, il collegamento con l'Adriatico richiede un cambio, così come da Milano, lo stesso per Roma e Napoli, ma non diciamo nulla, che per una volta che l'Italia sembra stare ricominciando ad entrare nel giro dei treni internazionali, prendiamo quello che passa in convento
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8949
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Treni internazionali

Postby Lucio Chiappetti » Wed 26 August 2020; 18:47

Mah ... dovrei decidermi a disseppellire da un cassetto il mio Fernfahrplan delle DB del 1985. Non vedo il lato nord (tedesco) dei collegamenti (ossia collegamenti Germania-Italia). Mi sembra che (come da diversi anni, e in cui non frequento quelle parti) sia sempre abbastanza Zurigocentrica (mentre io ricordo una cosa molto piu' Baselocentrica ... si alternavano i treni per la valle del Reno via Basilea con quelli per Stoccarda via Sciaffusa).
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5087
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Wed 26 August 2020; 22:20

Sì, un tempo la situazione era molto più equilibrata.

Anche vero che mancando comunque i diretti per la Germania (dal sud delle Alpi) tanto vale cambiare a Zurigo, il tempo di percorrenza è pressoché uguale.

Pure andando solo a Basilea spesso mi capitava, quando usavo i mezzi pubblici, di favorire la via Zurigo, in modo da sfruttare il BordRestaurant dell'ICE.
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby luca » Fri 25 September 2020; 17:01

http://www.ferrovie.it/portale/articoli/9886
Interessante
Chissà se l'Italia riuscirà a perdere il treno anche sta volta
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8949
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Fri 25 September 2020; 20:01

Qui c'è anche il concetto degli orari (che sembra essere stato elaborato da gente seria): https://www.bmvi.de/SharedDocs/DE/Anlag ... cationFile

Sebbene boh, su viaggi lunghi diurni l'ultimo dei miei problemi è quello di dover cambiar treno (anzi, almeno il cambio rompe la monotonia del viaggio).
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby luca » Fri 25 September 2020; 20:22

Ma è una meraviglia
Che uomo straordinario, quello che ha scritto l'orario
Poco ma sicuro, conosce il futuro molto di più
Di tanti profeti di un tempo che fu
(G.Rodari)
User avatar
luca
 
Posts: 8949
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco)

Re: Treni internazionali

Postby Lucio Chiappetti » Fri 25 September 2020; 20:45

Viersieben wrote:Sebbene boh, su viaggi lunghi diurni l'ultimo dei miei problemi è quello di dover cambiar treno

Ma non di chi viaggia con bagaglio e magari ha una certa eta' ...
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5087
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Treni internazionali

Postby Viersieben » Fri 25 September 2020; 22:41

Anche a costo di orari non ottimali? Si parla di una coppia al giorno, stando alle diapositive. Se per esempio fossi a Colonia e dovessi andare a Locarno, anziché partire alle 10:45 col cosiddetto TEE (peraltro da Messe/Deutz e non dalla stazione centrale, quindi con almeno un cambio venendo dal centro) e arrivare nell'ex-Regina del Verbano alle 17:42, preferirei comunque fare la Valle del Reno con l'IC e cambiare a Mannheim, cenando poi al vagone ristorante (a meno di non avere un appuntamento alle 18 o l'ultimo bus per la Valle Onsernone o la Val Verzasca, comunque con cambio).
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3986
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: Treni internazionali

Postby ing » Sun 27 September 2020; 18:00

Vanitas vanitatum et omnia vanitas
ing
 
Posts: 5482
Joined: Wed 16 January 2008; 1:02

Previous

Return to Trasporto ferroviario

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests

cron