Passo dello Stelvio

Tutto sui trasporti non milanesi, viabilità, aeroporti, porti, ...

Moderators: Hallenius, teo

Re: Passo dello Stelvio

Postby Trullo » Thu 02 August 2012; 22:09

jumbo wrote: ciascun ente competente può decidere e sperimentare quella che ritiene essere l'impostazione migliore;

Solo se la strada ricade interamente nel suo territorio 8--)
"Io non distinguo gli uomini, come fanno gli ignoranti, in greci e barbari. Non mi interessa la provenienza dei cittadini, neanche la razza della nascita. Li distinguo con una sola misura: la virtù.
Per me, ogni buon straniero è greco ed ogni cattivo greco è peggiore del barbaro." (Alessandro III di Macedonia, detto il Grande)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26008
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Passo dello Stelvio

Postby sbarabaus » Thu 02 August 2012; 22:49

jumbo wrote:quella strada ha una valenza trasportistica analoga a quella di una funivia turistica.
visto che le funivie si pagano, si può pagare anche per la strada dello stelvio.


veramente in funivia pago il trasporto, mica il panorama
sullo stelvio il viaggio in auto/moto me lo pago già da solo
sbarabaus
 
Posts: 617
Joined: Tue 17 January 2012; 0:14

Re: Passo dello Stelvio

Postby jumbo » Thu 02 August 2012; 22:52

credo che tu ti riferisca alle spese per l'automobile (carburante ecc. ecc.).
la manutenzione della strada direi che non rientra in quelle voci.
jumbo
 
Posts: 8697
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Passo dello Stelvio

Postby max90 » Thu 02 August 2012; 23:11

Infatti è già compresa nella fiscalità generale. :wink:
User avatar
max90
 
Posts: 5641
Joined: Mon 14 May 2012; 12:45

Re: Passo dello Stelvio

Postby jumbo » Thu 02 August 2012; 23:20

ovvio. si tratta di vedere se è il caso che vi rimanga. :wink:
jumbo
 
Posts: 8697
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Passo dello Stelvio

Postby brianzolo » Tue 29 November 2016; 13:06

posto qui...


Lunedì 12 dicembre verrà inaugurata la tangenziale di Bormio, viadotto e galleria che permetteranno di smistare il traffico diretto verso Livigno, prima dell’ingresso nel centro abitato, con la consueguenza di evitare rallentamenti durante la stagione turistica, in concomitanza dei picchi di traffico in Alta Valtellina.
Dalla rotonda in località Santa Lucia la nuova arteria porterà direttamente nei pressi di Oga, da dove si raggiungerà, scendendo, la vecchia strada per il passo Foscagno e il Piccolo Tibet.
L’inaugurazione è prevista nei giorni in cui ricorre il santo patrono (Santa Lucia) della località di partenza della galleria.
Image

ridateci Freedrichstrasse!
User avatar
brianzolo
 
Posts: 20597
Joined: Wed 30 August 2006; 8:04

Re: Passo dello Stelvio

Postby brianzolo » Thu 19 January 2017; 11:20

il giorno

Bormio, 19 gennaio 2016 - È passato poco più di un mese dall’inaugurazione, avvenuta lo scorso 12 dicembre, della cosiddetta «tangenziale di Bormio», il tratto costituito dal viadotto e dalla galleria che avrebbero dovuto di fatto alleggerire il traffico di passaggio in città, molto intenso soprattutto nella stagione turistica, come quella ormai finalmente avviatasi grazie all’arrivo delle prime, attesissime, nevicate.

Eppure i vantaggi inizialmente ipotizzati, e perseguiti, con l’innesto della nuova infrastruttura non sembrano essersi al momento concretizzatisi, aspetto quest’ultimo sottolineato in primis dallo stesso sindaco di Bormio, Roberto Volpato: «Attualmente all’interno della galleria vige un divieto di transito per il trasporto infiammabili, nonché per i veicoli di una lunghezza superiore ai 12 metri. Una simile restrizione fa sì che i mezzi pesanti diretti a Livigno, soprattutto per l’approvvigionamento di benzina e combustibili, siano costretti ancora ad attraversare il nostro centro cittadino, come di fatto avveniva prima dell’avvento del nuovo percorso, che pure avrebbe dovuto portare vantaggi proprio in tal senso. Inoltre il medesimo divieto si rivolge anche ai carri agricoli e alle biciclette, un problema sollevato in particolare dal comune di Valdisotto, che maggiormente ne risente e che per questo ha avviato un dialogo con i responsabili preposti».

La variante, che dalla nuova rotonda realizzata in località Santa Lucia giunge direttamente nei pressi di Oga, evitando il passaggio obbligatorio attraverso le arterie centrali Bormio, non sembra dunque aver portato ad oggi i frutti sperati per quanto concerne lo smistamento del traffico di mezzi pesanti, mentre persistono anche alcuni problemi relativi alla cartellonistica apposta in loco che, secondo i residenti e la stessa amministrazione bormina, non fornirebbe chiare indicazioni per raggiungere tutte le diverse località connesse al tratto.

Prosegue così il primo cittadino Volpato: «Abbiamo già esposto le varie criticità emerse ai responsabili Anas di Sondrio nel corso di un recente incontro, per cui non ci resta che sperare che si prendano realmente in considerazione soluzioni più funzionali, le stesse a cui, in realtà, sarebbe stato più opportuno pensare prima dell’ultimazione dell’intero progetto. L’auspicio resta dunque quello di un maggiore coordinamento e dialogo tra i due enti coinvolti nella gestione dell’opera: l’Anas, infatti, ha in carico la sola galleria, mentre la strada è provinciale».
Image

ridateci Freedrichstrasse!
User avatar
brianzolo
 
Posts: 20597
Joined: Wed 30 August 2006; 8:04

Re: Passo dello Stelvio

Postby S-Bahn » Thu 19 January 2017; 11:38

Cominciassero a fare pagare la benzina a Livigno con gli stessi prezzi del resto d'Italia e metà del problema è risolto.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50113
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Passo dello Stelvio

Postby jumbo » Thu 19 January 2017; 16:07

Percorsa la nuova galleria, seguono alcune centinaia di metri di strada ancora abbastanza stretta e tortuosa, poi un tratto più ampio adeguato negli anni scorsi, ma comunque in salita non ideale per i mezzi pesanti, e che comprende due tornanti allargati anch'essi.
Poi inizia un tratto nuovamente più stretto, con due tornanti più stretti, e una breve ma ripida salita per arrivare alle Motte. Questo tratto dovrebbe essere bypassato da una nuova variante ancora in progetto.
Poi discesa su strada un po' migliore verso Premadio/Isolaccia.
Insomma il divieto ai mezzi pesanti è doveroso. Se vogliono favorire il transito delle auto da questo lato, dovrebbero modificare l'incrocio di innesto tra la strada che scende dalle Motte e la strada del Foscagno tra Premadio e Isolaccia, in modo da rendere l'itinerario Isolaccia-Motte il "corretto tracciato".
jumbo
 
Posts: 8697
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Passo dello Stelvio

Postby Lucio Chiappetti » Wed 22 August 2018; 17:27

Per la prima volta quest'anno ho fatto lo Stelvio anche col TPL.
Ero andato a Solda (BZ) con dei parenti (in macchina) ma siccome la mia camera non era disponibile per tutto il periodo che si fermavano loro, sono tornato autonomamente (affidandogli parte del bagaglio). Loro non erano convinti che si potesse fare col TPL, ma dopo una pre-ricerca in rete e una verifica telefonica con Perego Bus a giugno (erano in attesa di autorizzazione dalla comunita' montana) le corse Bormio-Stelvio sono comparse sul sito Perego.

Per la tratta altoatesina esiste la linea 271, con cadenza oraria. Si tratta in realta' di corse incrociate che congiungono Solda, il passo dello Stelvio, Stelvio Paese e Spondigna con interscambio a Gomagoi entro pochi minuti. Invece Passo Stelvio-Bormio e' servito da una coppia di corse giornaliere. (c'e' poi una corsa giornaliera postale dalla Svizzera per il passo).

Non sapendo se fidarmi della coincidenza di pochi minuti, sono partito da Solda dopo le 1430, con cambio a Gomagoi perfetto. Su allo Stelvio avevo un'ora di attesa (ho lasciato il bagaglio dal Pirovano come socio TCI e ho fatto quattro passi). In realta' avrei potuto prendere la corsa dell'ora dopo, ho visto che l'autista di Perego aspettava il bus della SAD. Dal passo vale IVOL giornaliero di cui mi ero premunito.
A Bormio autostazione avevo un 55 minuti di attesa per il bus per Tirano (tempo per un gelato, farmi fare due panini e grabbare un libretto degli orari e chiedere allo sportellista su come convalidare IVOL dato che l'autista non lo sapeva, risposta "mettere la data a penna").
A Tirano il bus ferma dall'altro lato dei binari rispetto a quello delle "due stazioni" ma c'e' il sottopasso. Margine accettabile per la coincidenza con l'ultimo treno per Milano (che arriva durante l'attesa, purtroppo non era uno dei nuovi Valtellina ... li ho beccati tutti in controflusso che si preparavano per la mattina).
Ho preferito cambiare a Monza per prendere M1 a Sesto piuttosto che andare in Centrale e alle 23 ero a casa.

Un percorso Solda-Spondigna e poi treno per Merano, Bolzano, Verona, Milano avrebbe consentito tempi di percorrenza simili (anche se quasi a tutte le ore non essendo limitato dalla due corse dal passo dello Stelvio), ma con piu' cambi con coincidenze tirate, biglietti piu' costosi (alcuni tratti EC/FB/FR) e meno ovvi da procurare.
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4458
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Previous

Return to Trasporti in generale

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests