Toponomastica

Tutto sui trasporti non milanesi, viabilità, aeroporti, porti, ...

Moderators: Hallenius, teo

Toponomastica

Postby ing » Mon 24 October 2011; 14:33

Oggi sono stato a Seregno per una commissione. Al ritorno ho fatto caso ai cartelli.
All'uscita di Seregno: Como 27 km
All'ingresso della rotatoria di Paina (3 km da Seregno): Como 15 Km
All'uscita della stessa rotatoria: Como 20 Km
:mrgreen:
ing
 
Posts: 5428
Joined: Wed 16 January 2008; 1:02

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby fra74 » Mon 24 October 2011; 14:41

Se ne deduce che la rotatoria sia lunga -5 km :mrgreen:
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby Trullo » Mon 24 October 2011; 14:44

Urca. A Seregno c'è una singolarità spaziotemporale :divano:
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby msr.cooper » Mon 24 October 2011; 14:49

Stessa rotonda: all'ingresso da sud CANTU' 3, all'ingresso da est CANTU' 8, all'uscita CANTU' 15 :mrgreen:
-
Image
User avatar
msr.cooper
Forum Admin
 
Posts: 17036
Joined: Sat 29 April 2006; 20:55

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby fra74 » Mon 24 October 2011; 14:52

Ma quando percorrete quella rotonda ascoltate questa musica? :mrgreen:
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby ilcapitano » Mon 24 October 2011; 18:32

Di cartelli stradali con le indicazioni a "pene di segugio" purtroppo ne è piena la Brianza (... e non solo credo).
In effetti mi sono sempre chiesto:

1) Le distanze vengono calcolate dalla posizione del cartello al confine comunale o al centro cittadino della località ivi indicata?
2) Nel caso la risposta sia il centro cittadino, chi definisce esattamente il CENTRO della località?
3) Perchè le indicazioni chilometriche cambiano in funzione del fatto che il cartello venga messo dal Comune, dalla Provincia o dall'ANAS?

:roll:

Misteri della pubblica amministrazione italiana!

PS
Vi ricordate quando hanno aperto la nuova fiera di Rho? I cartelli sulle tangenziali per quasi un anno continuavano ad indicare Fieramilano al Portello.... :wall:
User avatar
ilcapitano
 
Posts: 285
Joined: Thu 10 March 2011; 20:04
Location: MB

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby vincenzo201 » Mon 24 October 2011; 19:33

ilcapitano wrote:Di cartelli stradali con le indicazioni a "pene di segugio" purtroppo ne è piena la Brianza (... e non solo credo).
In effetti mi sono sempre chiesto:

1) Le distanze vengono calcolate dalla posizione del cartello al confine comunale o al centro cittadino della località ivi indicata?
2) Nel caso la risposta sia il centro cittadino, chi definisce esattamente il CENTRO della località?


La definizione di centro abitato (che sarebbe la zona ove sono vigenti i limiti di velocità urbani nonché le norme di comportamento per tali zone) è definita dal codice della strada. Dovrebbero adottare tale criterio per definire l'inizio del centro abitato, o cittadino, o urbano che dir si voglia.
http://img.poliziadistato.it/docs/CDS_a ... tt2011.pdf (articolo 3)
vincenzo201
 
Posts: 909
Joined: Thu 25 February 2010; 13:18

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby friedrichstrasse » Tue 25 October 2011; 11:19

vincenzo201 wrote:
ilcapitano wrote:Di cartelli stradali con le indicazioni a "pene di segugio" purtroppo ne è piena la Brianza (... e non solo credo).
In effetti mi sono sempre chiesto:

1) Le distanze vengono calcolate dalla posizione del cartello al confine comunale o al centro cittadino della località ivi indicata?
2) Nel caso la risposta sia il centro cittadino, chi definisce esattamente il CENTRO della località?


La definizione di centro abitato (che sarebbe la zona ove sono vigenti i limiti di velocità urbani nonché le norme di comportamento per tali zone) è definita dal codice della strada. Dovrebbero adottare tale criterio per definire l'inizio del centro abitato, o cittadino, o urbano che dir si voglia.
http://img.poliziadistato.it/docs/CDS_a ... tt2011.pdf (articolo 3)

Cosa c'entra? Le delimitazioni dei centri abitati sono chiare, al contrario non è chiaro da quale punto vengano misurate le distanze...
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby Trullo » Tue 25 October 2011; 11:20

Empiricamente, mi sentirei di dire che nella stragrande maggioranza dei casi si misurano le distanze rispetto all'inizio del centro abitato, non del suo centro
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby friedrichstrasse » Tue 25 October 2011; 11:24

Con risultati spesso assurdi, perché la perimetrazione dei centri abitati viene fatta con criteri matematici che cozzano con la realtà.
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby vincenzo201 » Tue 25 October 2011; 16:35

Trullo wrote:Empiricamente, mi sentirei di dire che nella stragrande maggioranza dei casi si misurano le distanze rispetto all'inizio del centro abitato, non del suo centro


Si deduce che si parta dal cartello stradale alla prima delle costruzioni che delimitano il centro abitato.
vincenzo201
 
Posts: 909
Joined: Thu 25 February 2010; 13:18

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby Slussen » Tue 25 October 2011; 20:59

Siete troppo sofisticati. Semplicemente i cartelli vengono collocati a caso, senza guardare quel bizzarro numerino che è scritto dopo il nome della località.
Slussen
 
Posts: 12067
Joined: Wed 05 July 2006; 20:59
Location: terminaaa

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby ilcapitano » Tue 25 October 2011; 21:09

^^ :lol: :lol: :lol: :clap:
User avatar
ilcapitano
 
Posts: 285
Joined: Thu 10 March 2011; 20:04
Location: MB

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby serie1928 » Thu 27 October 2011; 19:50

Ogni strada ha una sua progressiva kilometrica come le linee ferroviarie. Giusto?
Ogni strada è georeferenziata. Giusto?
La disposizione della cartellonistica stradale e pure georeferenziata e fotodocumentata. Giusto?
I limiti urbani sono definiti in termini geografici. Giusto?

Friedrichstrasse: che cosa intendi con "Con risultati spesso assurdi, perché la perimetrazione dei centri abitati viene fatta con criteri matematici che cozzano con la realtà."? Se vi fossero criteri matematici non si avrebbe quello che abbiamo, i criteri mi paiono essere prevalentemente "politici". Oppure sono sbagliati i criteri, quali?
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Imbecillità trasportistiche

Postby Alessandro72 » Thu 27 October 2011; 20:01

Sono stato testimone della posa di alcuni cartelli, quelli con la freccia indicante "Lecco" da Robbiate a Brivio mentre tornavo da scuola. Venivano presi dal camioncino alla xxxxxx (censura) e messi sulla strada. I cartelli probabilmente avevano le indicazioni chilometriche giuste rispetto il posto in cui sarebbero dovuti essere collocati, ma nessuno degli operai adibiti a farlo si è preoccupato di verivicare che i numeri fossero messi in ordine (decrescente).
Ricordo con affetto il "Freccia delle Gardenie"...
Alessandro
User avatar
Alessandro72
 
Posts: 1261
Joined: Sat 09 October 2010; 23:31
Location: Mandello del Lario

Next

Return to Trasporti in generale

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests