Trasporto aereo

Tutto sui trasporti non milanesi, viabilità, aeroporti, porti, ...

Moderators: Hallenius, teo

Re: Trasporto aereo

Postby MMMM » Mon 06 April 2020; 16:44

S-Bahn wrote:Due cose.
- Pensi davvero che Alitalia sia sufficentemente competitiva per cui una sua presenza diversa distribuita avrebbe fortemente limitato la presenza di Ryanair e Easyjet?


Chi è causa dei suoi mali pianga se stesso, ma neanche questo vale per loro, visto che ha fatto sempre piangere i portafogli degli altri! se avesse fatto la Compagnia Aerea come le altre, non avrebbe di certo raggiunto le dimensioni di LH o AF o DL, ma credo converrai con me che sarebbe stata un' altra cosa. Attualmente copre il 10% del mercato aereo italiano, se togli i soldi che le vengono iniettati ogni anno non credo esisterebbe.
L''esempio eclatante lo hai proprio a Milano, non hai presidiato il mercato? 3 aeroporti c'erano e si sono arrangiati in qualche modo diversamente sfruttando le low cost.

S-Bahn wrote:- Che spazi ci sarebbero per spostarsi su Orio anche per il solo fatto che (dimentichamo il lockdown) Orio è vicino alla saturazione?

Prima di questo, osserverei che a BGY deve semplicemente vedersela con Ryanair. Spazio per feederarsi FCO ne avrebbe non serve tanto spazio o aeromobili, i voli BGY - FCO esistevano e sono stati chiusi, altre 5 coppie di voli BGY FCO le ha avute anche quest' estate, e non credo siano state particolarmente redditizie.
MMMM
 
Posts: 2213
Joined: Fri 14 July 2006; 13:59

Re: Trasporto aereo

Postby skeggia65 » Mon 06 April 2020; 18:09

MMMM wrote:L' AV ferroviaria in Italia e in Europa ha di fatto eliminato alcune rotte aeree, penso alla Lione-Parigi, Parigi-Marsiglia, Parigi-Londra, Parigi-Bruxelles, Francoforte-Colonia, Madrid-Barcellona, quest' ultima con il proclamo della Sindaca di Barcellona che chiede l' eliminazione dei voli aerei per quella direttrice. Tutti i vettori aerei, dinnanzi a crolli dei passeggeri e degli yelds in quelle tratte, hanno dapprima provato con vari metodi di velocizzazione a recuperare qualcosa, e poco dopo hanno drasticamente ridotto i voli. In seguito ci hanno riprovato le low cost con i loro metodi e con prezzi inferiori, ottenendo scarsi risultati (in Italia abbiamo esempi di Ryanair e Easyjet che hanno abbandonato i vari Milano-Roma, Bergamo-Roma, e che nemmeno provano ad entrare nelle varie Napoli-Roma o Firenze-Roma).
Nel frattempo sia le major che le low cost sono cresciute facendo altro, in particolare le major hanno cercato di integrare treno aereo. Nel 2020 dopo 11 anni dall'inaugurazione della AV in Italia ancora l' ex compagnia di bandiera fino a prima del virus manteneva 26/28 voli al giorno tra Linate e Roma volando con aerei piccoli e mezzi vuoti! Linate è sempre servito all' ex compagnia di bandiera per pescare passeggeri da linate e dintorni e convogliarli a Roma per imbarcarli in altri voli, nel contempo si è sempre battuta e ottenuto liberalizzazioni di rotte e slot orari a linate. Il tutto perdendoci e dando colpe alla solita trafila di balle (malpensa, alta velocità, ecc.).


Stando a quanto affermi, MMMM, il feederaggio di Alitalia da LIN e BGY a FCO è fallimentare.
Chi parte dal nord trova vantaggiose altre rotte, con altre compagnie che possono operare a LIN perché lo fa Alitalia. 111111uindi, se volessi andare a NY farei prima (e forse spendendo meno) passando per Parigi, Londra, Dublino e forse anche Amsterdam, piuttosto di passare per Roma; Se la mia meta fosse l'America centrale o meridionale, probabilmente sarebbe più vantaggioso il passaggio per Madrid o Lisbona.
Per il sud est asiatico e Oceania probabilmente conviene qualche hub mediorientale (credo).
Quindi Malpensa è stata affossata da Alitalia )che, insistendo su Roma, ha affossato se stessa) e dagli altri aeroporti intercontinentali del nord (penso a Venezia e Bologna).
Ho compreso?
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15512
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Trasporto aereo

Postby Trullo » Mon 06 April 2020; 18:12

Fallimentare è stato soprattutto voler tenere il piede in due scarpe e voler gestire due hub
"Il comunismo ha sbagliato, ma non era sbagliato.“ (Rossana Rossanda)
User avatar
Trullo
 
Posts: 26688
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Trasporto aereo

Postby MMMM » Mon 06 April 2020; 18:12

Cos'altro deve fare il mercato aereo milanese per cercare di dimostrare l'impossibile, cioè che quella compagnia così come è, e per come è stata non è sostenibile? Il discorso tra l'altro è estendibile a tutto il resto d'Italia, che fa meno rumore di milano solo perchè ha numeri inferiori. Trasferiscano questi dipendenti in qualche altra Azienda con sede a Roma, e la facciano finita con la questione del portare i turisti in Italia o di andare a recuperare gli Italiani all'estero in caso di epidemie. Eliminerebbero anche il rischio di trasferimenti fuori Roma e di pagare trasferte costose, come tra l'altro ora avviene con le "basi" esterne Linate in primis. In pratica lo stesso problema dei trasferimenti degli equipaggi che avevano con malpensa, che fù uno dei cavalli di battaglia per la fuga da malpensa, ora esiste con Lin e con gli altri aeroporti esterni.
Dal punto di vista geografico, non si spiega come pensino che qualcuno raggiunga 3/4 di Europa partendo dal nord Italia dirigendosi a sud, transitando a Roma e raggiungendo la destinazione finale che sta a nord del nord Italia. Ancora peggio per le merci.
MMMM
 
Posts: 2213
Joined: Fri 14 July 2006; 13:59

Re: Trasporto aereo

Postby MMMM » Mon 06 April 2020; 18:35

Trullo wrote:Fallimentare è stato soprattutto voler tenere il piede in due scarpe e voler gestire due hub


Chiamare Hub quello che fecero a Malpensa, con responsabilità di tutti, è pura fantasia!

skeggia65 wrote:
MMMM wrote:L' AV ferroviaria in Italia...


Stando a quanto affermi, MMMM, il feederaggio di Alitalia da LIN e BGY a FCO è fallimentare.
Chi parte dal nord trova vantaggiose altre rotte, con altre compagnie che possono operare a LIN perché lo fa Alitalia. 111111uindi, se volessi andare a NY farei prima (e forse spendendo meno) passando per Parigi, Londra, Dublino e forse anche Amsterdam, piuttosto di passare per Roma; Se la mia meta fosse l'America centrale o meridionale, probabilmente sarebbe più vantaggioso il passaggio per Madrid o Lisbona.
Per il sud est asiatico e Oceania probabilmente conviene qualche hub mediorientale (credo).
Quindi Malpensa è stata affossata da Alitalia )che, insistendo su Roma, ha affossato se stessa) e dagli altri aeroporti intercontinentali del nord (penso a Venezia e Bologna).
Ho compreso?

Spero per loro sia in perdita, se non lo fosse vorrebbe dire che le perdite della Compagnia sarebbero praticamente concentrate a Roma.
Del resto ci sarebbe tanto da dire, ma non credo proprio che tra 26 voli al giorno da Lin e un treno ogni 15 minuti da una Stazione Centrale, vinca l'aereo. In nessun luogo in Europa dove le cose sono gestite anche un po' meglio ha vinto.
Le possibilità di transito sono elevate e le esigenze medie soprattutto dei passeggeri business sono diverse. Piccolo esempio che non fa testo ma dimostra la varietà delle situazioni. Quadro aziendale che abita a Milano, e viaggia 4 volte all' anno Milano - New York, lavora per un' Azienda la quale oltre a trattarli bene, gli permette di viaggiare in business. Parlando con la stessa persona (un comodo di Linate a parole, ma non a distanza) mi riferisce che in certi periodi dell' anno trova la business di AZ sul Milano - New York sempre piena, quindi utilizza Emirates, ma preferisce alcuni servizi di bordo di AZ rispetto a Emirates. Una volta causa overbooking sull' AZ Milano- New York, è stato deviato su LIN - FCO - JFK allungando il percorso. Ti dico che al ritorno in Azienda, gli è stata fatta passare la voglia di fare s.....e simili. Diciamo che si è salvato in corner in quanto è stato avvisato il giorno prima della partenza del volo (3500 euro di biglietto e mi avvisi 24 ore prima....)
In Italia e per il governo esiste Fco, il resto sono spoke. Lo hanno dimostrato in tutte le salse. I comportamenti di Milano li conosciamo molto bene...Qualunque aeroporto d'Italia ha preso altre strade Fco al primo posto, riempito di americane e di low cost. Dove ci può più guadagnare AZ con le politiche interne sue che ben conosciamo?
Basare una compagnia in Italia la vedo ormai molto ardua, oltre a Roma e Milano, le città minori sono collegate ad hub esteri, destinazioni minori e spesso anche destinazioni intercontinentali. Di prove ne abbiamo avute diverse e tutte naufragate: AZ costante, IG durata due anni, LH Italia due anni. E considera che comunque parli di un Paese industriale, turistico e con 60 milioni di abitanti.
MMMM
 
Posts: 2213
Joined: Fri 14 July 2006; 13:59

Re: Trasporto aereo

Postby jumbo » Tue 07 April 2020; 10:28

skeggia65 wrote:
MMMM wrote:L' AV ferroviaria in Italia e in Europa ha di fatto eliminato alcune rotte aeree, penso alla Lione-Parigi, Parigi-Marsiglia, Parigi-Londra, Parigi-Bruxelles, Francoforte-Colonia, Madrid-Barcellona, quest' ultima con il proclamo della Sindaca di Barcellona che chiede l' eliminazione dei voli aerei per quella direttrice. Tutti i vettori aerei, dinnanzi a crolli dei passeggeri e degli yelds in quelle tratte, hanno dapprima provato con vari metodi di velocizzazione a recuperare qualcosa, e poco dopo hanno drasticamente ridotto i voli. In seguito ci hanno riprovato le low cost con i loro metodi e con prezzi inferiori, ottenendo scarsi risultati (in Italia abbiamo esempi di Ryanair e Easyjet che hanno abbandonato i vari Milano-Roma, Bergamo-Roma, e che nemmeno provano ad entrare nelle varie Napoli-Roma o Firenze-Roma).
Nel frattempo sia le major che le low cost sono cresciute facendo altro, in particolare le major hanno cercato di integrare treno aereo. Nel 2020 dopo 11 anni dall'inaugurazione della AV in Italia ancora l' ex compagnia di bandiera fino a prima del virus manteneva 26/28 voli al giorno tra Linate e Roma volando con aerei piccoli e mezzi vuoti! Linate è sempre servito all' ex compagnia di bandiera per pescare passeggeri da linate e dintorni e convogliarli a Roma per imbarcarli in altri voli, nel contempo si è sempre battuta e ottenuto liberalizzazioni di rotte e slot orari a linate. Il tutto perdendoci e dando colpe alla solita trafila di balle (malpensa, alta velocità, ecc.).


Stando a quanto affermi, MMMM, il feederaggio di Alitalia da LIN e BGY a FCO è fallimentare.
Chi parte dal nord trova vantaggiose altre rotte, con altre compagnie che possono operare a LIN perché lo fa Alitalia. 111111uindi, se volessi andare a NY farei prima (e forse spendendo meno) passando per Parigi, Londra, Dublino e forse anche Amsterdam, piuttosto di passare per Roma; Se la mia meta fosse l'America centrale o meridionale, probabilmente sarebbe più vantaggioso il passaggio per Madrid o Lisbona.
Per il sud est asiatico e Oceania probabilmente conviene qualche hub mediorientale (credo).
Quindi Malpensa è stata affossata da Alitalia )che, insistendo su Roma, ha affossato se stessa) e dagli altri aeroporti intercontinentali del nord (penso a Venezia e Bologna).
Ho compreso?

NY non è esattamente l'esempio migliore, visto che Malpensa fino a un mese e mezzo fa era uno degli aeroporti europei con più voli giornalieri e più concorrenza sulla rotta per NY, quindi sicuramente non si faceva prima a fare scalo da nessuna parte, ed anche come prezzi c'era molta concorrenza.
jumbo
 
Posts: 9399
Joined: Sat 23 December 2006; 14:57
Location: Milano

Re: Trasporto aereo

Postby Coccodrillo » Tue 07 April 2020; 14:12

Curioso modo di montare i motori, per facilitare l'uso di piste corte:

https://en.wikipedia.org/wiki/Antonov_An-72

https://en.wikipedia.org/wiki/Antonov_An-74
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13582
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Trasporto aereo

Postby S-Bahn » Tue 07 April 2020; 17:11

Il flusso sulle ali dovrebbe aumentare un po' la portanza.
L'idea di mettere i motori sopra le ali e non appesi alle gondole ogni tanto viene ripresa anche per i normai aerei commerciali ad al bassa, per due motivi

- Con il continuo aumento del rapporto di diluizione i motori hanno diametro sempre più grande, specie i bimotori di grande capacità, e bisogna fare carelli più lunghi
- Con il motore sopra le ali c'è un certo effetto di schermatura del rumore verso il basso che riuduce la rumorosità nel passaggio su zone abitate dopo il decollo.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52196
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporto aereo

Postby LUCATRAMIL » Wed 08 April 2020; 8:44

jumbo wrote:Intanto anche a Genova ...

Genova24.it: Il mistero (risolto) dell’aereo che fa avanti e indietro nei cieli della Liguria.
https://www.genova24.it/2020/04/il-mist ... ia-233618/


ieri un Partenavia ha "arato" il lato Est di Milano, Linate compreso, attorno a mezzogiorno
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3718
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Trasporto aereo

Postby fran_ba » Thu 09 April 2020; 11:14

LUCATRAMIL wrote:ieri un Partenavia ha "arato" il lato Est di Milano, Linate compreso, attorno a mezzogiorno


Sempre ieri, 8 aprile, stesse operazioni di mappatura non solo sopra Linate, ma tra nord e sud Milano, passando sopra il centro. E anche a Bologna, nel basso Piemonte e sopra le Cinque Terre.
In questo momento in cui sto scrivendo, l'aereo che ieri sorvolava Milano sta mappando Genova con i suoi sù e giù.
User avatar
fran_ba
 
Posts: 121
Joined: Mon 18 January 2010; 12:07
Location: Milano - P.le Istria

Re: Trasporto aereo

Postby LUCATRAMIL » Thu 09 April 2020; 14:06

ma i satelliti e Google Earth non bastano?

e poi si vede spesso (su Flightradar) un Piaggio P180 di Enav
In Tram we trust.
"L'attesa della pizza é essa stessa una pizza" (Lucatramil, 2013)
Comprate europeo!
LUCATRAMIL
 
Posts: 3718
Joined: Wed 02 August 2006; 13:40
Location: MILANO

Re: Trasporto aereo

Postby S-Bahn » Thu 09 April 2020; 16:26

Probabilmente se vuoi mappe con effetto 3D i satelliti non bastano.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52196
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Trasporto aereo

Postby MMMM » Sat 11 April 2020; 1:08

https://www.corriere.it/economia/aziend ... resh_ce-cp
Nuova Alitalia al via a maggio, sul tavolo gli esuberi e la flotta

l governo va avanti sulla creazione di una «nuova Alitalia» a trazione statale a partire da maggio, con una flotta più che dimezzata e un’alleanza internazionale ancora da decidere tra il blocco Delta Air Lines-Air France-Klm e quello Lufthansa-United. Ma con un trasporto aereo azzerato — in Italia e nel mondo — a causa del coronavirus i sindacati suggeriscono di riprendere la discussione una volta superata la crisi. È stata una videoconferenza a tratti anche tesa quella di mercoledì pomeriggio tra i ministri Stefano Patuanelli (Sviluppo economico) e Paola De Micheli (Infrastrutture e Trasporti) e Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

La newco
Si è parlato del trasporto aereo nazionale e soprattutto di Alitalia. Patuanelli ha spiegato che la flotta della compagnia sarà «fortemente ridimensionata», ma senza fornire numeri: la newco partirà prima della conclusione dell’emergenza sanitaria, cioè a maggio. A quanto si apprende si ragiona su 40-50 aerei (contro i 113 attuali). Il vettore tricolore — in amministrazione straordinaria dal 2 maggio 2017 — avrà bisogno di ulteriore liquidità: non basterà la gran parte dei 500 milioni di euro previsti dal «Cura Italia».


Le trattative
I sindacati hanno chiesto un «progetto coraggioso» con «forti investimenti dello Stato, come stanno facendo gli altri governi europei». «Siamo contrari al ridimensionamento della flotta e chiediamo che nel nuovo perimetro ci siano non solo l’aviation, ma anche la manutenzione e l’handling, senza escludere alcun lavoratore», dice Fabrizio Cuscito, segretario nazionale della Filt Cgil. Questo dovrà essere accompagnato da una «revisione del sistema tariffario e una riforma delle regole di concorrenza partendo dai contributi aeroportuali», aggiunge Claudio Tarlazzi, segretario generale di Uiltrasporti. Nel 2018, ha riportato un’inchiesta del Corriere, questi incentivi soprattutto alle low cost ammontavano a 226,1 milioni di euro.

Il crollo dei passeggeri
Tra blocchi dei Paesi, restrizioni e crollo della domanda a causa del coronavirus Alitalia trasporta oggi circa 4.000 passeggeri al giorno, -94% rispetto a un anno fa, stando alle cifre raccolte da diversi operatori aeroportuali. Tagliate pure le rotte (da oltre 90 a una ventina), in servizio effettivo ci sono 37 aerei. Nell’ultima settimana i decolli del vettore si sono ridotti dell’87% secondo Eurocontrol. La ripresa del settore potrebbe avvenire nel 2022-2023. Intanto da ieri sono in vendita i biglietti per i voli della continuità territoriale sarda sulle tratte da Cagliari, Alghero e Olbia per Roma Fiumicino e Milano Malpensa (fino alla riapertura di Linate). Con una precisazione: i collegamenti su Alghero e Olbia si potranno avviare se riaprono i due scali sardi chiusi per ora fino al 13 aprile.

lberberi@corriere.i

A parte che molte categorie di lavoratori ancora aspettano un DL che eventualmente riconosca una cassa integrazione anche a loro, domandiamoci poi perchè quando ci si trova in emergenze simili (e non solo), molti Paesi rispondono picche alle richieste. L'Italia continua a non capire che deve ridurre la spesa pubblica, con decisioni impopolari, da prendere una volta per tutte. Si continua a girarci e rigirarci attorno senza di fatto arrivare ad una soluzione. E ciò vale per l'ex compagnia di bandiera e per molti altri Enti e Aziende. Questo sarebbe un atteggiamento più responsabile, e ben accettato dall'Europa che vedrebbe l'Italia prendere una direzione corretta. Gli altri Paesi va ricordato che oltre a pensare agli affari propri, non sono stupidi.
Così S-Bahn trovi risposta al motivo del perchè mi incazzo quando vedo richiedere medici e infermieri quasi volontari, e sto messaggio martellante in qualsiasi rete TV di richiesta di soldi per la protezione civile.
Se quei 226 milioni alle low cost fossero reali, si sarebbe di fatto smascherata un' altra enorme bugia e lagna dei soliti campioni, che ogni anno ricevono cifre molto più alte.
MMMM
 
Posts: 2213
Joined: Fri 14 July 2006; 13:59

Re: Trasporto aereo

Postby Coccodrillo » Wed 15 April 2020; 23:58

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13582
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Trasporto aereo

Postby S-Bahn » Thu 16 April 2020; 8:40

Sempre stando su Flightradar, ieri è passato un turboelica non lontano da casa mia e poco dopo è ripassato, probabilmente lo stesso e questa volta più vicino e ho visto che era un velivolo ad ala alta, ma non era visibile su Flightradar. Non ho mai visto passare aerei non seguiti da Flightradar.
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 52196
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

PreviousNext

Return to Trasporti in generale

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 24 guests