Trasporti a Milano

Oggi è sab 20 gennaio 2018; 19:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 11:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49788
Località: Monza
C'è un motivo per cui un sistema automatico deve avere le porte di banchina e un sistema a guida (semi)-manuale normalmente può farne a meno?

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 19:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ottobre 2007; 10:40
Messaggi: 25897
Località: Paderno Dugnano
Penso la cosa sia soprattutto psicologica. Accettiamo che il macchinista possa rischiare di investire chi (volutamente o no) si si trova sui binari, confidando nei suoi riflessi ed eventualmente accettando che nei casi in cui ciò è inevitabile l'invetimento ci sia e sia anche mortale. Non accettiamo che (indipendentemente dallo stato dell'arte della tecnologia della visione artificiale o comunque del rilevamento ostacoli, che ignoro sia paragonabile o meno a quella umana) la stessa cosa venga fatta da una macchina che regola la frenata di emergenza secondo un algoritmo

_________________
Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 19:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49788
Località: Monza
Appunto, psicologica.
Un macchinista anche se si attacca ai freni può accorciare di poco la frenata se qualcuno va sui binari, e la stessa cosa può essere fatta anche meglio da un sistema di sensori.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 20:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ottobre 2007; 10:40
Messaggi: 25897
Località: Paderno Dugnano
Del resto in un mondo di parecchi ordini di grandezza meno strutturato, con molti pi imprevisti, si stanno sperimentando tecnologie assistite per la guida che in un futuro non troppo remoto possono portare ad auto che "si guidano da sole" letteralmente

https://www.tesla.com/it_IT/autopilot

http://attivissimo.blogspot.it/2016/10/ ... o-gia.html

Anche se con implicazioni etiche non semplici
http://www.lastampa.it/2016/07/01/tecno ... agina.html

_________________
Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 22:03 
Non connesso
Forum Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 05 luglio 2006; 21:15
Messaggi: 24567
Le porte di banchina si mettono principalmente per ben altri motivi spesso ben distinti dall'automazione

_________________
Blog: http://fra74.github.io


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: lun 27 febbraio 2017; 22:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49788
Località: Monza
Mi torna. Tant'è che ritengo limitativa e sostanzialmente errata l'associazione delle porte di banchina alla guida automatica.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 14:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 25 gennaio 2007; 13:56
Messaggi: 10049
Località: Milano Provincia
L'unico motivo delle barriere è impedire indebite intrusioni nel sedime ferroviario, che non essendoci il macchinista è impossibile provare ad evitare l'incidente. Per la regolarità e la sicurezza dell'esercizio, non per l'incolumità delle persone in banchina.
A Norimberga il sistema "Rubin" non ha i limiti fisici delle barriere, consentendo però di "accorgersi" delle indebite intrusioni, e consentendo al treno di comportarsi "come se il macchinista ci fosse" ed oltre. Hanno reso virtuali e interpretabili da remoto tutte le "sensazioni" che avrebbe un macchinista alla condotta del treno stesso, migliorandolo nel senso che non è più necessaria la precezione visiva diretta dell'evento.
Come sia a Copenhagen non so.

_________________
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 15:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49788
Località: Monza
Quindi ancora di più mi convinco che le porte di banchina hanno una loro utilità, ma che è indipendente dalla guida automatica o con macchinista.

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 16:20 
Non connesso
Forum Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 05 luglio 2006; 21:15
Messaggi: 24567
In realtà ci sono tanti altri scopi. Un sistema completamente chiuso previene l'effetto pistone che oltre ad essere estremamente fastidioso in casi limite può anche essere pericoloso per i passeggeri, pensate ad un impermeabile o eche possa funzionare da "vela". Qualche caso raro di cadute provocate da effetto pistone c'è stato. Poi c'è la questione della climatizzazione, un ambiente chiuso è molto più facilmente climatizzabile di un ambiente con due gallerie ai due lati, tanto più per l'appunto per l'effetto pistone. Poi c'è la prevenzione dell'accumulo di rifiuti. In qualche caso, sopratutto dove non c'era una pulizia regolare ci sono stati casi di piccoli incendi provocati da scintille generate dal treno che hanno dato fuoco a rifiuti. C'è una questione di riduzione del rumore percepito dagli utenti... ecc. ecc.

Comunque una barriera fisica aiuta a prevenire gli infortuni. Ci si concentra troppo sull'investimento ma bisogna comunque ricordare che nei sistemi metropolitani o affini i marciapiedi hanno altezze significative. Una caduta da 1 m, anche per banale distrazione può comunque provocare fratture, traumi al capo ecc e il soccorso dell'infortunato comporta parecchi problemi di regolarità. È il motivo principale per cui nelle grandi aree metropolitane giapponesi è in corso un fortissimo programma di installazione di barriere, anche relativamente leggere. Da quelle parti oltre ad un serio problema di suicidi sono molto più comuni i casi di cadute accidentali dovute sia all'affollamento che a distrazioni dovute in passato alla lettura di quotidiani/libri e in tempi più recenti all'uso di smartphone (e sono incidenti in crescita costante). E quasi da nessuna parta stanno pensando all'automatizzazione

_________________
Blog: http://fra74.github.io


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 16:37 
Non connesso

Iscritto il: lun 14 dicembre 2009; 11:23
Messaggi: 4382
Località: Milano tra Lambrate e Gorla
Non so quanti gli incidenti da caduta involontaria (pistone o meno) siano frequenti a Milano. Ho l'impressione che per le interruzioni di soccorso si tratti piu' di tentativi di suicidio. E' sicuramente vero che se le gallerie fossero state costruite isolate dalle stazioni si sarebbe evitato quell'effetto di isteresi termica che negli anni ha finito per riscaldare le stazioni.

D'altra parte in presenza di affollamento le porte di banchina, in un ambiente non costruito dall'inizio per esse, possono generare un effetto claustrofobico. Pensate ad avere porte di banchina a Loreto M1. Quando vedevo porte di banchina in Russia anni '80 erano in stazioni estremamente piu' spaziose.

_________________
There Is No Cloud It's Just Someone Else's Computer


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 16:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 06 luglio 2006; 22:47
Messaggi: 49788
Località: Monza
Cita:
se le gallerie fossero state costruite isolate dalle stazioni si sarebbe evitato quell'effetto di isteresi termica che negli anni ha finito per riscaldare le stazioni
cos'è che vorresti dire?

_________________
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 17:49 
Non connesso
Forum Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 05 luglio 2006; 21:15
Messaggi: 24567
Lucio: se si tratta di prevenire cadute non c'è bisogno che le porte di banchine raggiungano il tetto. In molte realtà si installano porte alte 1,2-1,5 m. Dubito che possano provocare effetti claustrofobici. Per altro mi pare bizzarro che uno possa avere problemi in una stazione e non all'interno di un treno affollato eh...

_________________
Blog: http://fra74.github.io


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 19:13 
Non connesso

Iscritto il: lun 14 dicembre 2009; 11:23
Messaggi: 4382
Località: Milano tra Lambrate e Gorla
Mah ... in un treno di solito si sta fermi durante la marcia e poi si sfolla (in un ambiente piu' ampio) ... in una stazione ci si muove e l'affollamento impedisce proprio il movimento (non ho mai sentito di persone schiacciate dalla folla in panico in un treno, ma questo e' capitato in ambienti chiusi come sottopassi ... c'era stato un caso in Germania non molto tempo fa)

Io non sono salito sulla Torre del Mangia a Siena a causa dell'affollamento, anche se sono salito su una torre (piu' bassa ma dal passaggio piu' stretto) in East Anglia in assenza di folla.

_________________
There Is No Cloud It's Just Someone Else's Computer


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verso treni a guida automatica
MessaggioInviato: mar 28 febbraio 2017; 20:40 
Non connesso
Forum Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 05 luglio 2006; 21:15
Messaggi: 24567
https://en.wikipedia.org/wiki/Sakuragic ... train_fire

Cita:
The 150 people travelling in the carriage were unable to open the electrically operated doors. The connecting door to the second carriage only opened inwards, impossible with the crowd of panicking passengers inside.


E sono andato a memoria, scommetto che si metto a cercare ne trovo tanti altri... Che poi in una stazione affollata ci si muova così tanto è tutto da dimostrare...

Poi mi spieghi cosa centra la claustrofobia che è un problema personale con il panico che è un fenomeno anche di gruppo ed in genere conseguente ad evento esterno? Perché devi sempre fare minestroni? :mrgreen:

_________________
Blog: http://fra74.github.io


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010