Le "S" che vorrei

Proposte sensate (ma anche fantasiose) per creare la linea o la rete che vorresti...

Moderators: Hallenius, teo

Re: Le "S" che vorrei

Postby fra74 » Tue 12 December 2017; 17:46

Discutibile dire che 10-20' sarebbe meglio di 15-15 a meno che non mi dimostri che una percentuale veramente significativa di utenti ha come origine una destinazione prima di bovisa e destinazione una dopo di rogoredo in modo che la mancanza di cambi potrebbe essere un vero vantaggio, cosa che mi pare molto inverosimile ;)
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Le "S" che vorrei

Postby brianzolo » Tue 12 December 2017; 17:50

fra74 wrote: beh le cose non sono così facili come credi...



immagino che rivedere le tabelle potrebbe essere un problema, ma quando sarebbe difficoltoso?
Image

ridateci Freedrichstrasse!
User avatar
brianzolo
 
Posts: 20601
Joined: Wed 30 August 2006; 8:04

Re: Le "S" che vorrei

Postby S-Bahn » Tue 12 December 2017; 17:53

Teoricamente vero Fra', ma il problema è che già oggi non sempre ci sta il 15 15 ma, quando va bene, abbiamo un 10 20.

Ma questo complica la discussione senza, a mio avviso, incidere sui fondamentali
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50249
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Le "S" che vorrei

Postby fra74 » Tue 12 December 2017; 18:03

S-Bahn: l'orario nel passante è già impostato per i 10' (S1 e S13 sono come giusto distanziate di 10' verso Saronno, anzi a dire il vero 11' ma 1' in più o meno è spostabile, S2 e S13 distanziate di 15' verso Rogoredo). Che poi al momento non sia possibile sulla Seveso farci stare S ogni 10' è vero, ma ciò non di meno l'orario è già predisposto per questa impostazione. Cambiare linee a caso vuol dire come minimo trovarsi buchi di 20' su assi dove il 15' ci sta ora benissimo e in parte è già attivo.

Il punto è questo: se si vuole cambiare impostazione può anche andare bene ma allora non si fa un assurdo patchwork tra quello che c'è ora e altro. Si prende e si riprogetta da capo l'intero orario e l'intera struttura della rete
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Le "S" che vorrei

Postby S-Bahn » Tue 12 December 2017; 19:04

^^
Ed è tutt'altro che semplice. Già abbiamo il problema del Gottardo girato di 15' rispetto al progetto condiviso e che ora non è più compatibile con nulla.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50249
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Le "S" che vorrei

Postby luca » Tue 12 December 2017; 20:24

fra74 wrote:Il punto è questo: se si vuole cambiare impostazione può anche andare bene ma allora non si fa un assurdo patchwork tra quello che c'è ora e altro. Si prende e si riprogetta da capo l'intero orario e l'intera struttura della rete

^^
Esattamente quello che andrebbe fatto ormai per risolvere alcune problematiche ormai inaccettabili
Ovviamente rivedere tutto non significa per forza aumentare le frequenze
Teoricamente, in un'ottica di revisione totale, relazioni come la Seveso potrebbero avere un treno ogni 20' ma sempre piuttosto che l'attuale 10'-20' nei FER5 e 30' sabato e domenica
Viva il trasporto pubblico moderno!
Fiero utente abituale del TPL 8--)
Dalle Gran Comforto al Gran Sconforto...
User avatar
luca
 
Posts: 7851
Joined: Wed 01 June 2011; 7:45
Location: Milano (Greco) 43,81,87,728,S7,S8,S9,S11,R a volte Maccagno S30

Re: Le "S" che vorrei

Postby brianzolo » Tue 12 December 2017; 22:01

Quindi concretamente che si propone?
Image

ridateci Freedrichstrasse!
User avatar
brianzolo
 
Posts: 20601
Joined: Wed 30 August 2006; 8:04

Re: Le "S" che vorrei

Postby Pagina 394 » Wed 13 December 2017; 12:44

Scusate, non è direttamente correlato agli ultimi messaggi, ma nell'ipotesi di modificare il piano del ferro di Bovisa in funzione delle destinazioni blindate, perché mandare a Cadorna le S di Saronno e nel passante quelle di Seveso? Dal momento che la Seveso interscambia con la M3 ad Affori manderei quest'ultima a Cadorna (dove intercetterebbe M1-M2 e M5 a Domodossola) mentre la Saronno nel passante a interscambiare con tutto. In pratica per chi raggiunge le stazioni in metro non cambia niente (alla peggio degli allungamenti di percorrenza, comunque contenuti credo nei 10 minuti), ma nella stazione unica si troverebbe la frequenza raddoppiata!
Pagina 394
 
Posts: 58
Joined: Tue 07 April 2015; 19:28

Re: Le "S" che vorrei

Postby S-Bahn » Wed 13 December 2017; 13:35

Il fatto che la Asso incontri M3 ad Affori è fondamentale nel ragionamento
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50249
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Le "S" che vorrei

Postby Trullo » Wed 13 December 2017; 13:50

Concordo, sono cose che abbiamo già condiviso in passato ma repetita juvant
..Uscendo, Peppone si ritrovò nella cupa notte padana, ma oramai era tranquillissimo perché sentiva ancora nel cavo della mano il tepore del Bambinello rosa.
Poi udì risuonarsi all'orecchio le parole della poesia, che oramai sapeva a memoria. "Quando, la sera della Vigilia, me la dirà, sarà una cosa magnifica!" si rallegrò. "Anche quando comanderà la democrazia proletaria, le poesie bisognerà lasciarle stare. Anzi, renderle obbligatorie!".
User avatar
Trullo
 
Posts: 26050
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Le "S" che vorrei

Postby fra74 » Wed 13 December 2017; 14:21

Mah io non sono tanto d'accordo. Il ragionamento è sensato se parlassimo di creare una rete nuova da zero. Ma la rete esiste già quindi può avere influenzato le scelte dei passeggeri.

Mi spiego. Non è poi così difficile immaginare che molti abbiano scelto casa sulla Saronno perché avevano collegamenti diretti con il centro dove lavorano. Io personalmente conosco 3 diverse famiglie. Così come di recente posso immaginare che molti abbiano preso casa vicino a stazioni sulla Seveso per la possibilità di interscambiare comodamente con M3. Nel primo caso ci sarebbe sicuramente un peggioramento, nel secondo caso per una quota magari significativa di utenza non ci sarebbe alcun concreto vantaggio e magari chi ora lavora in Porta Garibaldi sarebbe svantaggiato. Il modo corretto IMHO è una bella analisi O/D e verificare se veramente lo scambio proposto è la soluzione migliore. Magari facendola si vede che c'è il rischio concreto di scontentare molti più utenti (e magarli perderli) di quanti se ne acquisirebbero e viceversa la soluzione migliore è l'opposta (Saronno->Cadorna, Seveso->Passante)

Sia chiaro non sto dicendo che di per sé fare come si propone sia sbagliato, contesto il motivo per cui lo si propone...
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Le "S" che vorrei

Postby serie1928 » Wed 13 December 2017; 14:38

Il problema delle analisi O/D è che fotografano uno "status quo" ma non permettono di simulare quello che accadrà con le modifiche che si pensa di apportare.
E non esiste strumento in grado di farlo. Quindi diventa una scelta politica, scelta per cui bisogna avere il coraggio nel farla ed accettare le conseguenze se si rivela sbagliata.
La rete delle linee "S" come concepita e realizzata ha una latenza troppo lunga per il suo completamento, per mancanza di finaziamenti e per mancanza di visione: si vive sul quotidiano, non sul programmato.
Bisogna predere atto delle risorse disponibili ed accettare che la rete di linee "S" utilizzanti il Passante, non soddisfa i bisogni di un bacino troppo ampio, cosa che richiederebbe risorse troppo ampie che non si trovano. Ergo -> concentrarsi sul nucleo della rete impostando in questo il tipo di servizio che si intende avere a regime anche altrove.
Quale servizio?
a) linee con frequenza minima di 15 minuti
b) velocità commerciale 60km/h
Con questi due parametri, domanda: a parità di risorse, sostanzialmente in termini di treni*km che rete sarebbe possibile esercire?
E quali investimenti infrastrutturali sarebbero necessari?

Questo a prescindere dalle dinamiche attualmente in essere, con il preciso intento di cambiarle, a costo di "sconvolgere" abitudini che sono venute ad instaurarsi. Ubi maior, minor cessat.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10209
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: Le "S" che vorrei

Postby fra74 » Wed 13 December 2017; 14:41

Intanto avremmo un quadro da cui partire basato su dati di fatto invece che ipotesi, magari sensate ma solo ipotesi. E comunque possono essere integrate da interviste di propensione. Vedere se la modifica attirerebbe nuova utenza e quanta, e vedere quanta ne perderebbe
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: Le "S" che vorrei

Postby Lucio Chiappetti » Wed 13 December 2017; 15:26

Le indagini O/D, almeno quella che avevo visto nei lontani '70, in genere "proiettano" i flussi su una maglia di possibili percorsi con delle ipotesi (p.es. sul percorso piu' breve o con meno cambi)
100 anni dell'Unione Astronomica Internazionale https://www.iau-100.org/
Lucio Chiappetti
 
Posts: 4516
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Le "S" che vorrei

Postby fra74 » Wed 13 December 2017; 15:36

Quindi?
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24612
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

PreviousNext

Return to Fanta-MSR

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests