Sicurezza m: Comune: più agenti contro le violenze in metrò

Discussioni sulla rete passata, presente e futura

Moderator: teo

Forum rules
Forum in ristrutturazione: aprite nuovi argomenti in "Treni regionali e suburbani" oppure in "Metropolitane". Le discussioni presenti qui saranno smistate nella sezione più opportuna. Qui non è più possibile inserire nuove discussioni.

Sicurezza m: Comune: più agenti contro le violenze in metrò

Postby avc » Mon 11 September 2006; 15:11

De Corato: bene le telecamere, ma non bastano


Rafforzate le pattuglie della polizia municipale. «Aumentare la sicurezza nelle stazioni per invogliare i cittadini ad usare i mezzi»
«È assurdo che un controllore Atm debba sentire il bisogno di avere un’arma per fare il proprio lavoro». Considerazione amara sulla realtà della metropolitana milanese, sul senso di insicurezza per i dipendenti e per i passeggeri. Parte da qui il vicesindaco Riccardo De Corato per lanciare un appello e una nuova strategia: «Le telecamere le abbiamo, servono e sono utili. Ma la prevenzione dei reati si fa con gli uomini delle forze dell’ordine, con le pattuglie. Ne servono di più». Un ragionamento che coinvolge in senso più ampio le politiche comunali: «Se vogliamo introdurre il ticket contro l’inquinamento — continua il vicesindaco — e invogliare i cittadini a lasciare a casa l’auto, dobbiamo fornire una rete di mezzi pubblici competitiva, e soprattutto più sicura». Alcuni tirapugni, coltelli, bastoni. Il Comune prende atto delle difficoltà dei controllori e degli agenti di stazione della metropolitana e dei mezzi di superficie nel controllo dei biglietti.
Rilegge i dati sulle aggressioni subite dal personale dell’Atm. Ascolta i racconti di chi, per sentirsi più sicuro di fronte alle reazioni brutali di certi passeggeri, va al lavoro armato. Ieri mattina l’ultimo episodio di violenza, alla stazione del metrò di Cascina Gobba: un controllore verifica i biglietti di un gruppo di rom. Non sono in regola ma vogliono prendere lo stesso il metrò. Nasce una discussione che si conclude con il dipendente Atm insultato e coperto di sputi. L’analisi di De Corato è schietta: «A Milano il livello dei reati è aumentato, per quantità e gravità. Credo che, anche in relazione all’allarme terrorismo, la presenza di forze dell’ordine sul metrò e sulle linee di superficie debba essere adeguata. La rete di protezione c’è, ma va ampliata. La chiave è la presenza delle divise, il controllo del territorio».
Per la protezione dei mezzi pubblici la polizia municipale mette in campo circa quaranta uomini: 20 legati alla centrale operativa Atm (il Nucleo tutela trasporto pubblico), una decina per il pattugliamento su tratti delle linee 1 e 3, più una squadra di ausilio ai controllori (due unità con i cani). Ci sono poi i quaranta agenti della Polmetro (con base nel mezzanino del Duomo), carabinieri e guardia di finanza. E infine, tra stazioni e treni, lavora una squadra di trenta guardie armate dell’Atm che svolgono servizi di pattugliamento e vigilanza mirati. In tutto, poco più di un centinaio di uomini. «La rete di controllo c’è — conclude De Corato — ed è stata ampliata negli ultimi anni. Ma è evidente che su oltre ottanta chilometri di linee uno sforzo in più da parte delle forze dell’ordine sarebbe utile, pur sapendo che i problemi di organico esistono e non si possono negare. Se vogliamo rendere il trasporto pubblico più competitivo è fondamentale aumentare la percezione di sicurezza, soprattutto per i clienti».


di Gianni Santucci
Image
avc
 
Posts: 9655
Joined: Mon 10 July 2006; 14:03

Postby GLM » Mon 11 September 2006; 16:05

ah, sti rom...quando c'è qualcosa che non va, questi ci sono sempre...mi domando perchè continuiamo a tenerceli. in ogni caso non mi ero mai reso conto di ttuta questa sicurezza: un paio di volte mi è capitato di vedere un paio di poliziotti sul metrò il sabato sera, ma tutto qui!
User avatar
GLM
 
Posts: 16875
Joined: Thu 06 July 2006; 6:21
Location: Milano Santa Giulia - AV, IC, R, S13, S12, S2, S1, M3, 140, 95, 88, 84, NM3, Q88

Postby stefralusi » Thu 14 September 2006; 1:45

per una pattuglia in divisa cene sono altre tre in borghese... che sembrerebbero loro dei malavitosi :wink: o tipi ala giornata.
ultimamente sono piuttosto ... incavolati... per il fatto che gli hanno rimesso fuori tutti quelli che lo stato considera "ladri di polli" e che hanno ricominciato immediatamente a fare il loro "lavoro"...
Che roba ridicola... che spreco!!!! ed intanto i cittadini pagano tra furti borseggi e quant'altro....
User avatar
stefralusi
 
Posts: 2761
Joined: Thu 11 May 2006; 0:54
Location: dep. Precotto


Return to Linee metropolitane, suburbane e regionali

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest