Questioni linguistiche

Chiacchere in libertà

Moderators: Hallenius, teo

Re: Questioni linguistiche

Postby Trullo » Mon 08 February 2016; 12:28

Che poi le motivazioni sono le stesse.
Con la rivoluzione francese si cercarono di cancellare le regioni tradizionali, simbolo del regime precedente (nella stessa furia iconoclasta che vide sparire la settimana, ben più vecchia peraltro del cristianesimo, sostituita con la "laica" decade con il bel risultato di avere un giorno di riposo in meno al mese) e si appliò lo stesso metodo nei paesi conquistati, con talora nomi che si sono conservati anche oggi (Ticino, Alto Adige)
Allo stesso modo si agì nei possedimenti coloniali, con confini artificiali che ignoravano le composizioni etniche (anche volutamente, per dividere un popolo fra più colonie e renderne quindi più difficile l'opposizione)
Curiosamente anche la "padania" prende il nome artificiosamente da un fiume, per unire parti di una nazione che hanno poco in comune fra loro tanto da non avere un nome per denominarle nel loro insieme (se non appunto questo nome che prima del 1990 non era usato quasi per nulla)
«Signor Finch, se fosse stato negro avrebbe avuto paura anche lei!»
User avatar
Trullo
 
Posts: 26641
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Questioni linguistiche

Postby snia92 » Mon 08 February 2016; 14:18

Pignoleggio un po', la attuale padania era chiamata unitariamente Lombardia fino alla fine del Medioevo, includendo anche la Toscana e le Marche... Nome probabilmente che come per la Francia derivava dai germanici che la avevano conquistata (Langobardia maior e Langobardia minor, con la seconda che comprendeva i ducati meridionali)
in direzione ostinata e contraria
User avatar
snia92
 
Posts: 497
Joined: Sun 17 November 2013; 10:52
Location: Affori FN - R Asso/S2/S4/M3/40/70

Re: Questioni linguistiche

Postby Trullo » Mon 08 February 2016; 16:12

Nella Divina Commedia Lombardia e Lombardo erano usati come sinonimi di Italia e Italiano 8--)


Rispuosemi: «Non omo, omo già fui,
e li parenti miei furon lombardi,
mantoani per patria ambedui.
....

udimmo dire: «O tu a cu’ io drizzo
la voce e che parlavi mo lombardo,
dicendo "Istra ten va, più non t’adizzo",
«Signor Finch, se fosse stato negro avrebbe avuto paura anche lei!»
User avatar
Trullo
 
Posts: 26641
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Questioni linguistiche

Postby Hallenius » Mon 08 February 2016; 16:33

In realtà non è così. Nel medioevo si indicava con il termine "Langobardia maior" l'area delle odierne Lombardia, Piemonte, Liguria e delle province di Parma e Piacenza. La "Langobardia minor" era quella dei Ducati di Spoleto e di Benevento. Restavano fuori da tale partizione tutto il Nord-Est, la Toscana, Il patrimonio di S.Pietro, la Sicilia, la Calabria, la Sardegna ecc ecc...
"Langobardia" e "Lombardia" sono termini che non sono mai stati equivalenti al toponimo "Italia", e anche i testi di Dante non mi pare proprio che testimonino un utilizzo così esteso.
Peraltro nel medioevo i famosi "Mercanti Lombardi" erano gli uomini provenienti dal Nord-Ovest, gli altri erano "I Veneziani", "I Fiorentini" ecc.
Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt
User avatar
Hallenius
Moderatore
 
Posts: 1498
Joined: Fri 13 September 2013; 0:42

Re: Questioni linguistiche

Postby Lucio Chiappetti » Mon 08 February 2016; 16:50

Hallenius wrote:Restavano fuori da tale partizione tutto il Nord-Est ...

Dipende da dove comincia l'est ... Dante chiama Cangrande della Scala signore di Verona "il gran Lombardo". Ho chiesto a una amica di ascendenza veronese quanto il veronese suoni piu' simile ai dialetti veneti o a quelli lombardi, ed oggigiorno sicuramente ai primi (mentre p.es. il trentino che parlano a Rovereto o a Brusago suona piuttosto lombardo), non so nel 1300. E probabilmente con scarsissime relazioni col longobardo parlato tra 586 e 800.
“It seemed to me,' said Wonko the Sane, 'that any civilization that had so far lost its head as to need to include a set of detailed instructions for use in a package of toothpicks, was no longer a civilization in which I could live and stay sane.”
― Douglas Adams, So Long, and Thanks for All the Fish

Lucio Chiappetti
 
Posts: 5003
Joined: Mon 14 December 2009; 11:23
Location: Milano tra Lambrate e Gorla

Re: Questioni linguistiche

Postby Hallenius » Mon 08 February 2016; 17:39

Verona è un caso a sé stante. E' terra di confine tra dialetti (o lingue) appartenti a ceppi differenti. Non mi stupisce che Dante, appartente a un'area linguistica completamente differente rispetto a quella di Verona abbia letteralmente "fatto di tutta l'erba un fascio" non percependo completamente le differenze tra il Veneto ed il Lombardo. Va detto che comunque qui il discorso non è tanto legato alla linguistica quanto alla geografia e alla storia.
Per la cronaca, Dante ha scritto anche un mucchio di baggianate.
"Sì come ad Arli, ove Rodano stagna, sì com' a Pola, presso del Carnaro ch'Italia chiude e suoi termini bagna."
Arli sarebbe "Arles" in francese e più propriamente "Arle" in provenzale. Praticamente ha incluso l'intera Provenza, storica terra d'òc assolutamente non di lingua italiana nell'areale di quest'ultima.
Occorre anche considerare che si è completamente dimenticato della penisola iberica e delle sue lingue neolatine nel De vulgari eloquentia, scritto in un'epoca in cui la Reconquista aveva ormai costretto i mori al regno di Granada.
Aliena vitia in oculis habemus a tergo nostra sunt
User avatar
Hallenius
Moderatore
 
Posts: 1498
Joined: Fri 13 September 2013; 0:42

Re: Questioni linguistiche

Postby snia92 » Mon 08 February 2016; 19:03

Ricordavo anche io dal liceo la citazione dantesca per Cangrande della Scala... Ma mi fermo qui, state tirando fuori delle nozioni che esulano dalle mie scarne competenze
in direzione ostinata e contraria
User avatar
snia92
 
Posts: 497
Joined: Sun 17 November 2013; 10:52
Location: Affori FN - R Asso/S2/S4/M3/40/70

Re: Questioni linguistiche

Postby friedrichstrasse » Sat 20 February 2016; 21:37

Anche la Francia progetta una riforma ortografica. Nelle intenzioni del governo, una lingua più elementare dovrebbe ridurre le differenze sociali e integrare meglio i "nuovi francesi".
L'Accademia di Francia però è nettamente contraria: sarebbe un ulteriore aspetto del triste declino di quella povera nazione.

http://www.faz.net/aktuell/feuilleton/die-rechtschreibreform-in-frankreich-polarisiert-14077673.html#GEPC;s6
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Questioni linguistiche

Postby Trullo » Tue 23 February 2016; 13:07

http://www.raiscuola.rai.it/foto-del-gi ... c.facebook

L'Accademia della Crusca ha bocciato l'anglismo "stepchild adoption", proponendone la sostituzione con le perifrasi "adozione del figlio del partner" o meglio ancora "adozione del configlio", che utilizza un neologismo italiano proposto dal Presidente onorario dell'Accademia Francesco Sabatini. La proposta di Sabatini è formulata in analogia ad altri gradi di parentela acquisiti da tempo, come compare, consuocera, consuocero. Una parola dal significato chiaro, che già sta iniziando a diffondersi, anche perché la traduzione letterale di "stepchild", che è figliastro, suona parecchi inattuale.


Capisco che figliastro, formalmente corretto, sia brutto, ma "configlio" mi sembra peggio. Io qualche volta ho sentito usare "figlioccio" nel senso di "figlio del partner", mi sembra più elegante...
«Signor Finch, se fosse stato negro avrebbe avuto paura anche lei!»
User avatar
Trullo
 
Posts: 26641
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Questioni linguistiche

Postby skeggia65 » Wed 24 February 2016; 0:18

Che palle.
Basta figliastri, patrigni, matrigne, sorellastre, fratellastri.
Al loro posto configli, compadri, commadri (?),consorelle :lol: , confratelli :lol: :lol:
Continua l'eliminazione dei termini che "suonano male".
Del resto, se un cane non è più "bastardo" ma "meticcio" (si sa mai che il loppide si offenda), è logico sopprimere i termini col suffisso "dispregiativo".
Una nazione sempre più votata all'idiozia. :bash:
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15417
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

Re: Questioni linguistiche

Postby friedrichstrasse » Wed 24 February 2016; 2:39

No, non concordo.
Il politicamente corretto è fastidioso quando impone di eliminare termini neutrali che vengono a torto considerati offensivi: negro, spazzino, handicappato, per esempio.
Al contrario in questo caso esistono solo termini oggettivamente spregiativi (la desinenza "astro" significa proprio questo!) per descrivere una condizione che di spregevole non ha niente.

In quanto ai termini "ridicoli" basta qualche mese di uso per abituarcisi: quando qualche anno fa una legge introdusse la parola "badanti" tutti la trovavano ridicola, o comunque cacofonica. Adesso è normalissima.
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Questioni linguistiche

Postby Trullo » Wed 24 February 2016; 11:11

friedrichstrasse wrote:No, non concordo.
Il politicamente corretto è fastidioso quando impone di eliminare termini neutrali che vengono a torto considerati offensivi: Al contrario in questo caso esistono solo termini oggettivamente spregiativi (la desinenza "astro" significa proprio questo!) per descrivere una condizione che di spregevole non ha niente.

^^
«Signor Finch, se fosse stato negro avrebbe avuto paura anche lei!»
User avatar
Trullo
 
Posts: 26641
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Questioni linguistiche

Postby friedrichstrasse » Thu 25 February 2016; 22:08

Scusate! Posso dire una parola io?

Per me, la parola "petaloso"...

Image
Viva il tram moderno

BASTA CENSURE!!!
User avatar
friedrichstrasse
 
Posts: 20282
Joined: Wed 05 July 2006; 21:40

Re: Questioni linguistiche

Postby S-Bahn » Thu 25 February 2016; 22:28

^^
La speranza non è la convinzione che qualcosa andrà bene, ma la certezza che quella cosa ha un senso,
indipendentemente da come finirà

Václav Havel
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51901
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: Questioni linguistiche

Postby skeggia65 » Fri 26 February 2016; 0:02

FIAT Uno, 1984, Giorgio Forattini

Image

Julia Andrews in Mary Poppins, 1964, di Robert Stevenson

Image
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Anche se "alea iacta est": Freedrichstrasse!

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Nella vita nulla si deve temere; si deve solo comprendere. Maria Sklodowska Curie
User avatar
skeggia65
 
Posts: 15417
Joined: Sat 06 May 2006; 0:20
Location: San Donato Milanese. 121, 132, 140, Z420, S1, S12

PreviousNext

Return to Off Topic

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests

cron