i vostri pensieri del giorno

Chiacchere in libertà

Moderators: Hallenius, teo

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Carrelli1928 » Sat 13 July 2019; 11:34

Come qualsiasi fast-food; niente di nuovo - o non colgo qualcosa?
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3414
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby S-Bahn » Sat 13 July 2019; 12:31

Negli Autogrill ti danno la solita bustina di carta con tovagliolo e posate, ma queste sono di metallo.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50779
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Coccodrillo » Sat 13 July 2019; 15:41

Vero, nei fast food potrebbero proporre un'alternativa meno inquinante per chi consuma sul posto, ma la percentuale di chi porta via non è piccola. Nel caso di Termini quasi tutti mangiano sul posto, a parte chi prende solo gelato o patatine e poi mangia camminando.
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13410
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Trullo » Sun 21 July 2019; 0:48

Cinquant'anni fa come questa notte, mentre il sottoscritto piangeva per il dolore del primo dentino appena spuntato, due uomini per la prima volta nella storia mettevano piede su un corpo celeste diverso dalla nostra terra. Un'impresa realizzata con una tecnologia oggi obsoleta e per questo ancora più significativa, un valore simbolico enorme e una ricaduta nella nostra vita di tutti i giorni non trascurabile grazie agli sviluppi tecnologici conseguenti a questo e altri progetti spaziali. Qualcosa che non a caso viene tuttora negato da inverosimili teorie del complotto, a sminuire il genio e il coraggio di uomini della generazione precedente alla nostra. Genio e coraggio divisi fra i blocchi politici di allora, perché se gli statunitensi hanno il primato più evidente e significativo, quello dell'uomo sulla luna, i sovietici ne hanno altri (il primo satellite, il primo uomo e la prima donna nello spazio, il primo allunaggio di una sonda senza equipaggio e molti altri)
Mala tempora currunt
User avatar
Trullo
 
Posts: 26197
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby fra74 » Sun 21 July 2019; 3:39

E coincidenza o no proprio oggi (anzi dovrei dire ieri) è stata lanciata la Soyuz con a bordo un russo, un americano e il nostro Luca Parmitano. Parmitano che da Ottobre diventerà anche comandante della ISS
Blog: http://fbresciani.gitlab.io

"Widening highways to ease congestion is like loosening your belt to solve obesity."
User avatar
fra74
Forum Admin
 
Posts: 24771
Joined: Wed 05 July 2006; 21:15

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Viersieben » Sun 21 July 2019; 18:54

Ho trovato molto gradevole la trasmissione di ieri sera della TSI, con Paolo Nespoli e Amalia Ercoli Finzi: https://www.rsi.ch/play/tv/video-cultur ... d=11996912 (dovrebbe vedersi anche fuori dalla Confederazione, essendo una produzione propria).
Trullo wrote:Genio e coraggio divisi fra i blocchi politici di allora, perché se gli statunitensi hanno il primato più evidente e significativo, quello dell'uomo sulla luna, i sovietici ne hanno altri (il primo satellite, il primo uomo e la prima donna nello spazio, il primo allunaggio di una sonda senza equipaggio e molti altri)

E i rocket scientists germanici...
User avatar
Viersieben
 
Posts: 3827
Joined: Mon 14 September 2009; 20:39

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby S-Bahn » Sun 21 July 2019; 22:04

Posto anch'io i miei pensieri e i miei ricordi.
La famosa e calda notte dello sbarco sulla Luna non avevo il primo dentino, ma avevo quasi 13 anni, se è vero che ora ne ho quasi 63.
Pertanto di quella notte conservo alcuni ricordi precisi, per immagini, come i filmetti di fanascenza di seconda scelta trasmessi come riempitivo, tra cui "il terzo occhio".
Se la deve ricordare anche Nespoli, che è solo di un anno più giovane di me.
All'epoca seguivo molto l'avventura e "sentivo" l'era spaziale. Mi consideravano un piccolo esperto tant'è che alle scuole medie i prfessori incaricavano me di spigare come funzionava tutto il complesso sistema dell'astronave.

@Trullo, i passi sono stati molti, entusiasmanti per chi li ha vissuti ed è nato all'alba di quell'era, un anno prima dello Sputink..., ma al di là della propaganda i grossi traguardi sono stati tre.
Il primo satellite in orbita, il primo uomo in orbita e il primo uomo sulla luna. Senza dimenticare la messa in funzione dei primi satelliti di telecomunicazione che hanno poi accompagnato le missioni e reso possibile la spettacolarizzazione delle stesse.
Qui sta una grande differenza tra USA e URSS. I primi mostravano tutto (non tutto, ma mostravano realmente molto, in diretta), i secondi agivano in un ambiente di segretezza maniacale tant'è che è sorto il sospetto, mai del tutto fugato, che Gagarin non fosse stato il primo uomo ad andare nello spazio, bensì il primo uomo a tornare vivo dallo spazio.

La corsa allo spazio fu anche un enorme sforzo finanziario. Non furono soldi buttati perché furono un enorme investimento in teconologia del futuro le cui ricadute continuano tutt'ora, tuttavia era pesante anche per le due superpotenze.
Quanto alla tecnologia con cui siamo andati sulla Luna, la consideriamo obsoleta oggi, ma allora era la tecnologia di punta, per quanto in alcuni aspetti la possiamo oggi ritenere molto semplificata.
A mio avviso quello non fu un limite ma una fortuna. Con tecnologie più sofisticate non è detto che i programmi Mercury, Geminy e soprattutto Apollo avrebbero potuto procedere con la velocità di sviluppo che li ha contraddistinti, condensando in meno di dici anni tre progetti incredibili, che ci hanno proiettati nella fantascenza.
Questo è vero soprattutto per l'informatica. I calcolatori dell'epoca erno meno potenti del chip che sta in uno smartwatch. Ma meno potenza significa anche meno righe di codice da scrivere, da testare e in cui commettere errori.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50779
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Carrelli1928 » Sun 21 July 2019; 23:54

La stessa scrittura dei programmi è stata un’impresa eccezionale.
Il famoso lavoro di Margaret Hamilton occupava appena 72 KB - per metterli in prospettiva, ce ne stanno una ventina in un floppy o, se preferite, è circa un ventesimo del peso (medio) di una foto scattata con un iPhone.

I giochi per il NES mi pare occupassero 40 KB.
Con poco più del codice che fa funzionare Mario, l’umanità è riuscita ad arrivare sulla Luna.

(Lo so, la ROM del gioco contiene anche qualche grafica, ma gli ordini di grandezza non cambiano).
“Nicht gern sah es die Transportpolizei der Reichsbahn vor etwa dreißig Jahren, wenn sich ein Fotograf der Eisenbahn näherte, und leicht wurde der Eisenbahnfreund als Spion angesehen.”
(Alfred B. Gottwaldt, Das große Berliner Eisenbahn-Album)
User avatar
Carrelli1928
 
Posts: 3414
Joined: Fri 02 May 2014; 19:08
Location: Milano

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Trullo » Mon 22 July 2019; 7:53

Un'altra osservazione. L'impresa della luna, come il primo uomo nello spazio, è stata possibile anche a un diverso valore della vita umana che percepiamo oggi rispetto a cinquant'anni fa ((è una constatazione, non un giudizio di merito)
Se Aldrin, Armstrong e Collins fossero morti nello spazio, sarebbero stati celebrati come eroi. Oggi abbiamo una diversa percezione del rischio (probabilmente dovuta all'incidente dello shuttle Challenger e al fatto che morirono non solo dei militari ma anche dei civili) e non accetteremmo di mandare degli esseri umani in una missione così pericolosa
Mala tempora currunt
User avatar
Trullo
 
Posts: 26197
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby serie1928 » Mon 22 July 2019; 8:21

Non so se è una diversa percezione del rischio, probabilmente sì, sicuramente ė diversa la spinta motivazionale, altra variabile del calcolare i rischi, e forse anche troppo da perdere.
Nonostante la morte di Chaffee/White/Grissom nella capsula Apollo 1, il programma ė proseguito. Evidentemente la spinta motivazionale era maggiore.
Con Apollo 13, invece, che ha ricordato i rischi connessi, la mancanza di motivazione ha portato alla decisione di abbandonare il programma Apollo. Senza gli eventi di Apollo 13, il più grande insuccesso di successo, il programma Apollo sarebbe giunto alla sua conclusione, con chissà quale conseguenza... forse oggi l’uomo su Marte sarebbe realtà.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10497
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby S-Bahn » Mon 22 July 2019; 9:22

Serie, è una speculzione teorica poco dimostrabile.
In fondo l'incidente di Apollo 13 ha avuto un lieto fine che non ha agito negativamente sulle corde emotive dell'opinione pubblica, mentre a livello NASA si sapeva benissimo dell'entità dei rischi.
Credo che il programma Apollo sia stato ridotto per altre ragioni. La sfida allo spazio in clima da guerra fredda era ormai simbolicamente terminato col primo uomo sulla Luna. La stessa opinione pubblica alle seconda missione (12 e 13) dopo la storica Apollo 11 la stava vivendo come una noiosa routine, fino all'incidente. Inoltre, nonostante le grandi ricadute, i costi erano altissimi.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50779
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby Trullo » Mon 22 July 2019; 11:14

In realtà dopo le imprese lunari l'impegno "spaziale" si diresse verso altri affascinanti scenari: l'esplorazione dei pianeti, la ricerca di vita extraterrestre (il famoso messaggio per gli alieni della sonda Pioneer, o era Voyager?)
Mala tempora currunt
User avatar
Trullo
 
Posts: 26197
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby S-Bahn » Mon 22 July 2019; 11:33

Sì. Più scientifici e meno di impatto sul pubblico, ma anche con budgeti inferiori di quelli, ormai insostenibili, della corsa alla Luna.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50779
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby serie1928 » Mon 22 July 2019; 11:40

S-Bahn, è pura speculazione.
I rischi erano noti, ma la routine tende a farti essere meno accorto, a considerare il rischio meno presente. Lo stesso incidente dell'Apollo 13 è una tale disattenzione, non tanto della NASA ma di chi ha costruito il modulo di comando.
Risvegliatisi di colpo, evitando il peggio, la scarsa motivazione ha preso il sopravvento, ed il programma è stato ridotto. Il pubblico non era interessato, la politica aveva ottenuto il suo scopo, gli scienziati hanno ritenuto secondari i risultati che si sarebbero potuti ottenere dalle missioni successive, la NASA era ben contenta di risparmiare soldi.
Non sappiamo come sarebbe andata finire se le missioni fossero proseguite, ma mi piace pensare che se il programma fosse stato portato a termine, i viaggi sulla luna, pur meno frequenti, sarebbero continuati, magari con la costruzione di habitat artificiali, ricavando esperienze per la missione marziana, che, magari non oggi, ma prossima realtà con un orizzonte temporale più ravvicinato.

Ovviamente poteva fermarsi ne più ne meno di come si è fermato dopo Apollo 17.
Abbiamo tutti fretta, e mai siamo puntuali!
User avatar
serie1928
 
Posts: 10497
Joined: Thu 25 January 2007; 13:56
Location: Milano Provincia

Re: i vostri pensieri del giorno

Postby S-Bahn » Mon 22 July 2019; 11:46

Non sappiamo quanto, e addirittura se, Apollo 13 ha influito nel fermare con un certo anticipo il programma Apollo. Secondo me valgono di più tutte le altre considerazioni, compreso il fatto che dopo la prima missione, e le poche successive con aumento della parte scientifica e di raccolta dati, a un certo punto non aveva più senso continuare ad andare sulla Luna a fare le stesse cose solo perché un programma redatto dieci anni prima prevedeva un certo numero di missioni.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 50779
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

PreviousNext

Return to Off Topic

Who is online

Users browsing this forum: Majestic-12 [Bot] and 4 guests