Fede politica - 9

Chiacchere in libertà

Moderators: Hallenius, teo

Re: Fede politica - 9

Postby Coccodrillo » Thu 10 October 2019; 21:05

Concordo con chi dice che tagliare i parlamentari (e basta) è demagogia, e non per forza una buona idea. Come anche il ritornello del togliere i finanziamenti pubblici ai partiti.

********

Non so come sono assegnati i parlamentari in Italia. In Svizzera seggi sono assegnati per cantone (con regole diverse in ogni ramo del parlamento), ma una volta eletti si raggruppano per idee politiche. Il che è logico, io mi sento più rappresentato da un parlamentare con idee simili alle mie ma che le esprime in francese o (una sorta di) tedesco, piuttosto che da un ticinese di idee opposte alle mie.
für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo
Forum Admin
 
Posts: 13437
Joined: Sat 29 April 2006; 16:36
Location: Gandegg+Testa 2 (vorrei...)

Re: Fede politica - 9

Postby Trullo » Fri 11 October 2019; 20:03

Vi segnalo la seguente interessante e condivisibile proposta di riforma istituzionale proposta da un mio contatto di Facebook



Parliamo di legge elettorale.
Tra poco ne parleranno tutti...

Si fa un gran parlare di copiare questo sistema o quell'altro.
Secondo me ogni paese ha le sue caratteristiche e quindi deve avere la sua risposta.

-Da noi vanno coniugate l'esigenza di governabilità e di rappresentanza.
-Va evitato il rischio che un cambio della legge elettorale si traduca in un rischio che una minoranza possa cambiare e stravolgere le regole del gioco. Questa tendenza c'è e si è manifestata tre volte negli ultimi cinque anni.
- se si vuole evitare il bicameralismo perfetto, bisogna anche trovare il modo di evitare strafalcioni e manine. Soprattutto se tutto passa da un solo ramo ingolfato di lavoro.

Mi permetto di fare un'ipotesi che non necessita di stravolgere la Costituzione.

-Ramo n.1 del Parlamento.
(Funzioni di controllo e garanzia, azione sulle revisioni delle leggi costituzionali, diritto di Tribuna)
Composto da 150 o meglio 200 membri eletti col proporzionale puro a collegio preferibilmente unico, liste singole.
Sì si tratterebbe di fatto di una Assemblea Costituente permanente.
Questo ci assicura che una revisione costituzionale abbia una corretta maggioranza. Perché deve essere approvata da entrambi i rami del Parlamento. In questo ruolo essi sono alla pari. Non si può cambiare la costituzione a colpi di maggioranza ma contemporaneamente non si può farlo contro il Governo.
Tutte le forze politiche troverebbero una voce.
Questo ramo del parlamento non dovrebbe varare nuove leggi ordinarie (le costiruzionali sì), ma soltanto controllare le leggi varate dall'altro, anche modificandole (correzione di errori). Però alla terza approvazione nell'altra camera, essa prevarrebbe. Questo vuol dire che, oltre a rimediare ad errori tecnici senza incasinare l'atro ramo del Parlamento, pur non potendo bloccare l'azione di governo, può mettere in luce eventuali cose che non vadano. Qualunque sistema elettorale si usi, il diritto all'opposizione è assicurato.
Diventa naturale che questo ramo e solo questo ramo elegga il Presidente della Repubblica. E magari anche tutte le cariche di garanzia, a partire dei membri della Corte Costituzionale, del CSM, del CNEL, Copasir e di organismi affini.

-Ramo n.2
Concede la fiducia, legifera. Data la composizione dell'altro ramo, può essere eletto con qualunque legge elettorale senza creare problemi.
Si può fare un proporzionale.
Un maggioritario alla francese o all'inglese.
Un proporzionale con premio di maggioranza.
Si può usare lo stesso sistema elettorale dei sindaci.
Tanto c'è l'altro ramo.
La governabilità sarebbe assicurata.
E avendo probabilmente il governo la salda maggioranza, non si farebbe una riforma delle regole del gioco contro il governo.
L'unica raccomandazione è quella di non limitare troppo i membri perché praticamente tutto il lavoro legislativo e di commissione passerebbe di qua. Sotto i 600, che dovrebbero fare quello che oggi fanno Camera e Senato, diventerebbe difficoltoso.

Et voilà.
È solo un'idea buttata lì.
Ma si basa sul fatto che bisogna utilizzare gli strumenti giusti In base allo scopo che si vuole perseguire.

Scusate se mi sono permesso anche se non sono un professore di Diritto Costituzionale.
Per un triste re cattolico, le dice,
ho inventato un regno
e lui lo ha macellato
su una croce di legno
User avatar
Trullo
 
Posts: 26306
Joined: Tue 30 October 2007; 10:40
Location: Paderno Dugnano

Re: Fede politica - 9

Postby S-Bahn » Fri 11 October 2019; 22:00

Francamente non so se funziona e se ci sono grossi bachi nascosti, ma penso di capirne lo spirito e di condividerlo.
Rispetto per tutti, paura di nessuno - Dejan Stanković
A scuola di treno: http://www.miol.it/stagniweb/
User avatar
S-Bahn
 
Posts: 51007
Joined: Thu 06 July 2006; 22:47
Location: Monza

Previous

Return to Off Topic

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 4 guests